IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Albissola va in vantaggio ma viene raggiunta nel finale: l’era di mister Lavezzini inizia con un pari risultati

La rete di Nossa al 29° porta avanti i biancazzurri che difendono il vantaggio fino a due minuti dal novantesimo, quando il Gozzano pareggia

Chiavari. Due settimane dopo la sconfitta casalinga con la Carrarese, l’Albissola torna a giocare a Chiavari. I biancazzurri, che hanno perso le ultime quattro partite giocate, in una sfida tra matricole affrontano il Gozzano, altra squadra tutt’altro che in forma. I rossoblù, infatti, negli ultimi quattro turni hanno raccolto un punto.

In classifica i novaresi, che all’andata vinsero 1 a 0, hanno 9 punti in più dell’Albissola. Sulla panchina dei Ceramisti debutta mister Rino Lavezzini.

La cronaca. L’Albissola si presenta con un 4-3-3 con Albertoni; Calcagno, Oprut, Nossa, Oliana; Bezziccheri, Sibilia, Oukhadda; Martignago, Cais, Cisco.

A disposizione ci sono Bambino, Mahrous, Gulli, Russo, Durante, Bartulovic, Piccardo, Silenzi. Panchina corta a causa delle assenze di Raja e Balestrero, squalificati, e di Gargiulo e Damonte, infortunati.

Antonio Soda schiera il Gozzano con un 3-5-1-1 con Casadei; Gigli, Mangraviti, Tumminelli; Manè, Gemelli, Graziano, Palazzolo, Evans; Messias; Rolfini.

Le riserve sono Viola, Rizzo, Grossi, Romeo, Petris, Secondo, Acunzo, Salvestroni, Bruschi, Bruzzaniti, Libertazzi, Carletti.

Arbitra Nicola Donda della sezione di Cormons, con l’assistenza di Giuseppe Trischitta e Milos Tomasello Andulajevic (Messina). L’Albissola si presenta con la classica tenuta bianca con inserti celesti; ospiti con la tradizionale divisa rossoblù con calzoncini e calzettoni blu.

Il calcio d’inizio è battuto dal Gozzano. Al 2° l’Albissola rischia grosso: Sibilia perde palla nelle zone centrali del campo, Messias se ne impossessa e si invola verso la porta difesa da Albertoni ma, a tu per tu col portiere, calcia troppo angolato e manda a lato.

Sono gli ospiti a fare la partita; la squadra ligure è costretta sulla difensiva e prova ad agire in ripartenza.

Al 14° bolide di Messias dalla distanza: alto sopra la traversa.

Il tema della partita resta costante, con i piemontesi a cercare di imbastire la manovra, predominando nelle zone centrali grazie al loro centrocampo a cinque, ma i Ceramisti riescono a disinnescare i loro tentativi di arrivare al tiro, in particolare dell’attivissimo Messias.

L’Albissola si fa notare al 22° con una conclusione di Cisco: respinta dalla difesa. Al 24° ci prova Oukhadda con un rasoterra da fuori area: ampiamente a lato.

Al 29° l’Albissola passa in vantaggio. Calcio di punizione dalla destra, Sibilia mette in mezzo, colpo di testa di Cais e palla sulla traversa, la sfera si impenna e scende nel mucchio dove Casadei respinge con un pugno, poi giunge a Nossa che la deposita in rete. Il numero 25, oggi capitano, realizza il gol dell’1 a 0.

I Ceramisti, galvanizzati dal vantaggio, insistono. Al 34° Cisco entra in area, avanza e in scivolata cerca di battere il portiere in uscita: fuori di poco.

Reazione del Gozzano, al 36°: calcio d’angolo, incornata di Graziano e palla a lato.

Al 38° Cisco si muove bene sulla sinistra, crossa in mezzo per Bezziccheri: conclusione al volo, Casadei blocca.

Nel finale di tempo il Gozzano torna a farsi avanti, ma Albertoni non corre rischi. Si va al riposo, senza recupero, con l’Albissola in vantaggio per 1 a 0.

Il secondo tempo inizia senza sostituzioni. Il Gozzano riparte all’attacco, deciso a trovare il gol del pareggio; l’Albissola difende bene.

All’11° viene ammonito Nossa per un intervento fuori tempo.

Al 12° doppia sostituzione tra gli ospiti: entrano Petris e Libertazzi, escono Gemelli e Rolfini.

Primo cambio effettuato da Lavezzini, al 14°: Mahrous per Calcagno.

Al 16° calcio d’angolo per i rossoblù: in area colpisce di testa Gigli, Albertoni con prontezza di riflessi respinge.

Al 21° entra in campo Russo al posto di Cisco.

Al 22° i Ceramisti rischiano: Graziano riceve palla in piena area, si libera di Nossa e calcia a rete a botta sicura, ma trova la respinta di Oliana. L’Albissola difende il vantaggio.

Al 26° cartellino giallo all’indirizzo di Evans.

Al 27° Oliana si merita gli applausi fermando un’iniziativa di Evans sulla fascia destra.

Soda al 29° inserisce Carletti al posto di Tumminelli.

La partita, come da copione, nelle fasi finali vede il Gozzano provare ad andare al tiro, mentre l’Albissola agisce in contropiede e al 36° crea qualche patema alla difesa ospite, senza però concludere a rete.

La squadra ospite esaurisce i cambi: entrano Bruschi per Palazzolo e Secondo per Evans. Al 41° Lavezzini inserisce Silenzi al posto di Martignago.

Al 43° il Gozzano pareggia: i rossoblù calciano l’undicesimo angolo, in area c’è un batti e ribatti e Libertazzi lo risolve calciando in rete.

L’arbitro assegna quattro minuti di recupero. Sono ancora gli ospiti ad attaccare; la squadra ligure comunque non corre altri rischi e nell’ultimo minuto tiene i rossoblù nella loro metà campo e con Russo chiamano ancora Casadei ad una respinta con il pugno.

Finisce 1 a 1. Per i biancazzurri è l’ottavo pareggio, per il Gozzano il quattordicesimo. Nel prossimo turno l’Albissola riposerà. Tornerà in campo sabato 30 marzo, ancora a Chiavari, alle ore 16,30 per ospitare il Pisa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.