IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, un incontro in Sala Rossa per ricordare quando le “donne ribelli” finivano in manicomio evento

E' organizzato dallo Zonta Club, interverranno la scrittrice Annacarla Valeriano, il giudice Fiorenza Giorgi e la psichiatra Caterina Vecchiato

Più informazioni su

Savona. Nel 2018 una ricorrenza importante ha interessato la medicina ed in particolare la psichiatria, ovvero i quarant’anni dalla legge 180, più conosciuta come legge Basaglia. Si tratta della legge che ha portato alla chiusura dei manicomi e che ha cambiato in modo radicale gli scenari della psichiatria italiana da allora sino ai giorni nostri.

Lo Zonta Club Savona, per ricordare questa importante ricorrenza, sabato 30 marzo alle ore 9, presso la Sala Rossa del Comune di Savona, organizza un evento in cui, come sempre, saranno protagoniste le donne e il loro rapporto con la psichiatria.

Interverrà la dottoressa Annacarla Valeriano, laureatasi in Storia contemporanea all’Università di Teramo, che nel 2017 ha pubblicato il volume “Malacarne. Donne e manicomi nell’Italia fascista”, edito da Donzelli, dove protagoniste sono le donne che, loro malgrado, hanno dovuto affrontare l’esperienza dell’internamento nei manicomi.

Già nell’Italia dell’Ottocento il manicomio era luogo d’internamento per le ragazze e le donne il cui comportamento non si uniformava alla classica sequenza “verginità, matrimonio, lavori di casa”, che era in fondo quanto, nelle diverse età, la società patriarcale richiedeva alla donna. Stereotipi che con l’avvento del fascismo vanno incontro alla politicizzazione e all’irrigidimento: più ancora di prima il manicomio diventa così ricettacolo di esperienze fallite della femminilità che per le più varie ragioni non hanno risposto ai canoni attesi e pretesi. Sempre in quegli anni, tuttavia, il manicomio diventa anche il luogo dove proteggere le donne più fragili.

Lo Zonta Club savonese “ritiene molto importante, come club femminile, dar voce alle storie di queste donne attraverso le parole di Annacarla Valeriano insieme ad altre due donne, la dottoressa Fiorenza Giorgi, magistrato, che illustrerà dal punto di vista legale il percorso che la psichiatria ha fatto dal 1978 ai giorni nostri, e la dottoressa Caterina Vecchiato, medico psichiatra, già direttore della struttura complessa Assistenza Psichiatrica di Ponente, che metterà in luce gli aspetti che legano la vulnerabilità femminile alla creatività”.

Il convegno, patrocinato dall’Ordine dei Medici di Savona, dall’Ordine degli Avvocati e dalla Società Italiana di Psichiatria, sezione ligure, è inoltre accreditato come corso formativo per gli avvocati e i giornalisti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.