Savona Half Marathon, "Borghetto West" e il teatro a Borgio Verezzi: una domenica di eventi imperdibili in provincia - IVG.it
Magnifico!

Savona Half Marathon, “Borghetto West” e il teatro a Borgio Verezzi: una domenica di eventi imperdibili in provincia

Fotografie e videoarte ad Alassio. I misteri de "La nave romana" ad Albenga

savona half marathon 2016

Provincia. “La domenica pulisce tutta la ruggine della settimana”, diceva lo scrittore inglese Joseph Addison. Questa domenica 17 marzo ci darà proprio modo di toglierci di dosso la fatica del lavoro o della scuola e darci alla pazza gioia. Gli eventi in programma imprimeranno infatti una forte ventata di divertimento e allegria, come prescrive anche la nostra e vostra consueta agenda IVG Eventi.

Clou della giornata sarà la Mezza Maratona di Savona, attesissima e “affollatissima” gara podistica che si terrà lungo tutto il caratteristico centro storico del capoluogo, con un piccolo “sforamento” nella vicina Vado Ligure, alla vigilia della grande festa patronale cittadina. Dalla corsa a piedi alla “corsa” a cavallo: Borghetto Santo Spirito fa un viaggio nel passato e rivive il mitico e lontano western con tante belle iniziative a tema per grandi e piccini, dalle esibizioni in spiaggia al “battesimo della sella” ai balli country. Più classico, invece, il principale appuntamento che offre Borgio Verezzi, dove il gruppo di ricerca teatrale Eu Act presenterà “La missione di Rasputin”.

L’arte torna d’attualità con un tocco di originalità: ad Alassio la ligure Chiara Mazzocchi metterà in mostra le sue fotografie ma anche le sue opere di videoarte sul tema “Qui e Ora” (“Hic et Nunc”). Sempre la cultura è la cornice in cui si inserisce la conferenza su “La nave romana di Albenga. Nascita e sviluppi dell’archeologia subacquea”, presentazione della tesi di laurea della giovane ricercatrice ingauna Emilia De Palo, per l’appunto, ad Albenga. Mercatini artigianali e spettacoli musicali, infine, a Pietra Ligure con la nuova edizione della Festa di Primavera.

savona half marathon 2016

Grande domenica di sport il 17 marzo a Savona con la 5ª Half Marathon, la partecipatissima mezza maratona che “inonderà” le principali strade savonesi e non solo: via Paleocapa, corso Mazzini, via Nizza, corso Vittorio Veneto, via Paleocapa, corso Colombo, via Aurelia, via Piave a Vado Ligure e ritorno in via Paleocapa a Savona.

Il percorso sulla canonica distanza dei 21,0975 km si snoda attorno ai punti cruciali del centro cittadino e da questa edizione con uno scenario ancora più bello, dando spazio ad una speciale passeggiata in riva al mare, con partenza e arrivo nel cuore della città, in via Paleocapa. Per il resto il tracciato si sviluppa interamente sulla via Aurelia, sconfinando per un breve tratto anche nel comune di Vado Ligure. Si corre a pochi metri dal mare con pochissimi cambi di direzione: percorso pianeggiante e molto veloce.

La partenza della gara avverrà alle ore 9:30 da via Paleocapa, dove ci sarà anche l’arrivo. Tempo di percorrenza massimo consentito: 2 ore 45 minuti. L’area iscrizioni sarà posizionata all’interno del villaggio sportivo in piazza Sisto IV, di fronte al Municipio, dalle 7 alle 8:45 (solo ritiro pettorale e pacco gara).

family run savona 2016

A Savona, però, non è in programma solo l’Half Marathon. Infatti per chi vuole fare meno fatica o passare una giornata in famiglia sono stati organizzati anche due eventi collaterali: la Ten 10K e la Family Run.

La Ten 10K partirà 3 minuti dopo la mezza maratona. È una gara di corsa su strada non agonistica sulla distanza di 10 km. La partenza sarà data alle ore 9:33 sempre da via Paleocapa (50 metri più indietro rispetto alla Half Marathon) con arrivo sempre posizionato in via Paleocapa (gli atleti taglieranno il traguardo sotto il lato sinistro dell’arco d’arrivo).

La Family Run partirà alle ore 9:35: è una camminata – passeggiata non competitiva su strada sulla distanza di circa 5 km. Il via verrà dato sempre da via Paleocapa (in corrispondenza dell’incrocio con corso Italia) con arrivo in piazza Calabresi.

Cavalli spiaggia Alassio

Borghetto Santo Spirito. Grazie alla stretta collaborazione con gli stabilimenti balneari Nettuno e Antille l’Associazione Vivi Borghetto organizza domenica 17 marzo dalle 9:30 “Borghetto West”, una giornata in allegria con una splendida esibizione sulla spiaggia del lungomare Tobagi, giochi e il battesimo della sella per i più piccini.

Nel pomeriggio, presso la Rosa dei Venti, verranno premiati i primi tre classificati con premi simbolici. Subito dopo vi saranno due esibizioni a suon di musica: un tributo ad Elvis e balli country a cura dell’Associazione Old Wild West. E non è finita qui! Vi sarà anche da abbuffarsi: infatti ci sarà un banchetto dove potrete trovare salsiccia, braciole, salamelle, fagioli e patatine fritte.

“Ci teniamo a ringraziare di cuore i gestori delle spiagge Nettuno e Antille, le macellerie Enzo di Villanova, Salemi, Maschietto, Bar Incantesimo, ANTA e l’agenzia EdilRiviera di Borghetto Santo Spirito – dichiarano gli organizzatori – Questo evento è un segno della nostra voglia di valorizzare la nostra cittadina e rialzarci: perciò siete tutti invitati a partecipare!”.

Borgio Verezzi. La Compagnia del Barone Rampante e la Cooperativa I.So Theatre ospitano domenica 17 marzo alle ore 21 al Teatro “Vittorio Gassman” il gruppo di ricerca teatrale internazionale Eu Act, che presenterà “La missione di Rasputin” di Géza Szöcs, nella traduzione di Tomaso Kemeny.

Tutto accade tra la seconda metà di luglio e i primi giorni dell’agosto 1914. Il personaggio di Rasputin è molto diverso dalla figura di santone avventuriero che ci si può aspettare. È una figura sofferente a causa di una sensibilità esacerbata dalle visioni di catastrofe e morte, che lo visitano tramite la figura di un arcangelo. Una sofferenza che l’ha condotto a una forma di purezza che rasenta l’ingenuità.

I sovrani che incontra hanno un tale rapporto con il proprio ruolo politico, da fare di loro delle parodie, delle marionette, stremate da un senso di inferiorità e di irrilevanza, su cui grava il peso di un destino ineluttabile, che Rasputin vorrebbe contrastare. “Scivola l’asino sul ghiaccio finché non si spezza le gambe”. Essi rappresentano un mondo ormai stremato, incapace di vedere il pericolo, un pericolo che ha mille facce, una delle quali parte dalla Svizzera “in uno scompartimento blindato”.

Continua a leggere la trama: clicca qui.

C’è nelle previsioni di Rasputin anche qualcosa di ironico: vede il futuro in pixel e questo linguaggio tecnologico usato fuori contesto acquista in sé un carattere grottesco, che anticipa la desolazione di un’umanità schiava della tecnica. La cinica struttura mentale di un politico è in grado di calcolare che 100 milioni di morti in 100 anni, in fondo, non sono che un milione di morti all’anno. La tecnica è anche aritmetica. Tutta l’azione inutile e senza speranza si chiude con la figura, avvolta in un silenzio angosciante, di Gavrilo Princip, l’uomo che con “due – tre colpi d’arma da fuoco ha spedito decine di milioni di disgraziati negli inferi”. Allora, come oggi, “cominciava la fine del mondo”.

Alassio. La Galleria Artender di Alessandro Scarpati, in passeggiata Cadorna 53, ospita la mostra personale delle opere di fotografia e videoarte della ligure Chiara Mazzocchi “Qui e Ora”, allestita con il patrocinio del Comune. Le opere di Chiara Mazzocchi hanno fatto il giro di tutto il mondo tramite esposizioni e screening, rassegne, conferenze, fiere, festival e concorsi, ricevendo menzioni speciali, targhe, premi della critica e recensioni su importanti testate tra cui Vogue, la rivista italiana Il Fotografo e La Repubblica.

“La presenza è uno stato che non può essere afferrato con la mente o compreso. Lo stato di presenza affiora quando la mente è incentrata sull’Adesso, nel ‘Qui e Ora’” – spiega la stessa artista – Mi occupo del risveglio della coscienza attraverso la fotografia e la ripresa video. Cerco di dare forma a ciò che la manipolazione socioculturale ha reso irriconoscibile: l’essere umano. Quando mi fotografo non mi vedo, mi percepisco come flusso energetico e vibrazione. Lo spazio diventa luogo di percezione, che io definisco ‘stanza interiore’. Qui posso donarmi liberamente senza dualità. Un processo di ascolto e connessione che va oltre la tecnica fotografica e oltre l’occhio fisico”.

“Chiara Mazzocchi è un’artista indipendente e poliedrica”, la definisce Alessandro Scarpati. È fotografa, regista e art performer, nata nel 1978 in Liguria, luogo dove è tornata a vivere nel 2017 dopo un’esperienza di sette anni a Berlino, fulcro della sua ricerca spirituale, artistica ed evolutiva. Nel 2005 inizia il suo percorso artistico sull’autoscatto e sull’auto ripresa video che nasce come autoterapia di “Ascolto” in connessione al momento presente “qui e ora” e alle energie invisibili.

Durante il periodo dell’allestimento si alterneranno importanti relatori sui temi del “Qui e Ora” (“Hic et Nunc”), della consapevolezza umana e del pensiero ribelle: domenica 17 marzo alle ore 16:30 interverrà Selene Calloni Williams, scrittrice, documentarista, antropologa, massima esperta di sciamanismo in Europa.

Albenga inaugurazione Fortino

Albenga. Domenica 17 marzo alle ore 17 presso il Fortino Genovese di piazza Europa, che ospita il Centro Multimediale “Riserva Isola Gallinara”, la giovane ricercatrice ingauna Emilia De Palo presenterà la sua tesi di laurea “La nave romana di Albenga. Nascita e sviluppi dell’archeologia subacquea”, iniziativa organizzata dal Gruppo FAI Giovani della Delegazione di Albenga – Alassio in collaborazione con la Fondazione “Gian Maria Oddi”, che gestisce il Fortino. Una degna cornice dato che il museo multimediale è un vero e proprio “trampolino” sullo specchio d’acqua antistante Albenga.

L’idea di questa tesi di laurea è nata da una forte passione personale di De Palo per l’archeologia e la subacquea. L’elaborato è un insieme di materiali ricercati in particolare presso l’archivio del Museo Navale Romano di Albenga, sede della sezione ingauna dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri.

“Il legame tra la nostra fondazione e il FAI è sempre stato stretto, infatti è da diversi anni che la sezione Albenga-Alassio organizza delle visite presso le strutture della fondazione per far conoscere la bellezza del nostro patrimonio storico e artistico e insegnare, sopratutto alle nuove generazioni, quanto ci sia da scoprire e valorizzare – afferma il presidente Alessandro Colonna – Nel 2016 il FAI si è occupato di portare proprio al Fortino oltre mille studenti in quasi un mese di visite e oggi il FAI Giovani si immette sulla stessa scia con iniziative importanti come quella del 17 marzo”.

“Lavori come quelli di Emilia De Palo danno impulso e slancio verso nuove iniziative che coniugano diverse interessanti discipline quali, in questo caso, l’archeologia e la subacquea. Proprio Albenga, meta favorita da Nino Lamboglia e del suo ‘Artiglio’, accoglie il lavoro di questa giovane e promettente ricercatrice”, conclude l’avvocato Colonna.

Pietra Ligure - lungomare

Domenica 17 marzo a Pietra Ligure l’Associazione Culturale Polis organizza la Festa di Primavera, che si svolgerà sul lungomare XX Settembre, nelle immediate vicinanze di piazza san Nicolò, dalle 10 alle 20. Per tutta la giornata saranno presenti hobbisti, artigiani e opere dell’ingegno.

Nel pomeriggio, alle ore 15, inizieranno le performance musicali di Gabriele Uccelli, che suonerà dal vivo le più famose canzoni di Fabrizio De André e della musica anni ’60 e ’70.

leggi anche
Tpl Linea
Info
Savona Half Marathon, ecco come cambiano le corse dei bus
Campanassa
17 marzo
Savona Half Marathon, i vincitori della Family Run saranno premiati dalla Campanassa
Festa Primavera Pietra LIgure
Springtime
Pietra Ligure, tutto pronto per la prima “Festa di Primavera” sul lungomare

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.