IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Caprioglio “convoca” Signorini: “Si dia il via alla riqualificazione delle spiagge di Zinola e del Priamar”

Sul tavolo anche Margonara ("Da Gambardella nessun progetto, niente più concessione") e lo Scaletto (con la richiesta di rinnovo della convenzione)

Savona. Un incontro per fare il punto sull’attuazione del protocollo d’intesa siglato nel dicembre 2017 tra Comune di Savona e Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, per lo “Sviluppo del Fronte Mare Portuale”. È quello chiesto svoltosi stamattina a Palazzo Sisto tra il sindaco Ilaria Caprioglio è il presidente Paolo Emilio Signorini.

Ilaria Caprioglio Paolo Emilio Signorini

Un vertice chiesto dal primo cittadino per verificare quali tra i punti dell’accordo proseguono il loro iter ma, soprattutto, quali sono invece “fermi al palo”, per approfondirne le ragioni e sollecitarne il via. Tra i principali la realizzazione dei parcheggi di prossimità e la creazione di un sottopasso pedonale che colleghi il porto al centro città, ma anche e soprattutto la riqualificazione della spiaggia sotto il Priamar e di quella di Zinola.

E proprio su questi ultimi due interventi si è deciso alla fine di concentrare gli sforzi: “Quello originale è un cronoprogramma molto articolato, che ha registrato alcuni progressi nella definizione del waterfront di levante ma anche oggettivi ritardi sui progetti – ammette Signorini – Dato il grande carico di lavoro, tra piattaforma Maersk e banchina Costa, abbiamo individuato con il sindaco due priorità su cui lavorare nel prossimo anno. Sono il terrapieno di Zinola, con la realizzazione di una nuova struttura che valorizzi la spiaggia con bagni pubblici, docce e un’area ricreativa, e la riqualificazione dell’area balneare nella zona del Priamar. Ci focalizzeremo su questi in modo da concentrare le forze progettuali e tecniche senza disperderle su 7-8 progetti diversi”.

Per quanto riguarda la spiaggia sopra il Priamar, una delle ipotesi circolate negli ultimi tempi prevede di riservarla ai croceristi: “Questo francamente non lo so e non mi sbilancerei – frena il presidente – certo sui croceristi stiamo scommettendo moltissimo. I lavori a tempo record del terzo accosto confermano l’importanza di mantenere l’attuale numero di croceristi (oltre un milione) e anzi aumentarli”. A margine un commento sulla difficile situazione della Compagnia Portuali: “I sindacati sono preoccupati per i lavoratori? Ho incontrato la Compagnia e contiamo che non ci siano rischi: lavoreremo come a Genova, dove la situazione di precarietà finanziaria è anche più significativa. Ci sono alcune criticità ma, a mio parere, sotto controllo”.

Al termine dell’incontro Caprioglio si dice soddisfatta: “Speriamo che le due opere possano essere pronte per l’estate 2020. Abbiamo affrontato anche altri temi, alcuni più piccoli e altri importanti come il nodo viabilità, inserendo all’interno dell’accordo di programma la possibilità di realizzare un autoparco”. Sciolto anche il nodo riguardante la Margonara: “Un anno fa abbiamo sollecitato Gambardella per capire se c’era ancora interesse da parte dell’imprenditore, dando 6 mesi di tempo per presentare il progetto esecutivo. Il progetto non è arrivato, quindi a breve faremo una riunione per formalizzare che quello spazio non è più in concessione”.

“Infine abbiamo sollecitato il rinnovo della convenzione con lo Scaletto senza Scalini, al quale come Comune ci siamo impegnati anche quest’anno a dare i finanziamenti – conclude il sindaco – Insomma un incontro positivo, nel quale siamo riusciti a portare a casa gli obiettivi che ci eravamo prefissati”.

Nel protocollo d’intesa del dicembre 2017, Comune di Savona e Autorità di Sistema confermano l’adesione alle strategie di sviluppo dei traffici di merci e passeggeri del porto, nonché delle attività industriali e artigianali a esso associate (in particolare della cantieristica), al fine di promuovere lo sviluppo armonico e condiviso del fronte mare e dell’interazione del porto commerciale con la città. I temi ritenuti prioritari dall’amministrazione comunale, nel documento siglato con l’Autorità di Sistema Portuale, sono: il proseguimento della collaborazione per lo sviluppo del turismo crocieristico; il miglioramento dell’accessibilità viaria al porto di Savona e sistema parcheggi di prossimità; l’accesso pedonale alla città dalle aree portuali senza attraversamento della viabilità; il percorso ciclo-pedonale tra la Torretta e Rio Termine;l’area portuale prospiciente la fortezza Priamar e completamento del recupero urbano delle zone a mare antistanti al Priamar in conformità al Pud (intervento già previsto nel Pot della AdSP);  la demolizione e riqualificazione dell’area ex Funivie (area a terra e specchio acqueo) con particolare attenzione alle aree relative allo svincolo dell’Aurelia bis; la riqualificazione del Molo Miramare (fanale verde) con ridefinizione degli spazi (area a terra e specchio acqueo) per attività socio-ricreative e sportive (Canottieri Sabazia e Lega Navale) e nuove attività presso il Molo Miramare (fanale verde); la viabilità secondaria tra le “vecchie funivie” e la “nuova Capitaneria” di accesso alle aree Miramare (ex Funivie); il progetto per lo sviluppo del turismo sportivo in collaborazione con la sede di Savona dell’Università degli Studi di Genova e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano; la realizzazione e messa in esercizio della struttura di cui al “Progetto Terrapieno di Zinola” (intervento già previsto nel Pot della AdSP); il progetto di riqualificazione di via Nizza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.