IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Quello di Savona è il porto delle beccacce”: i volontari Enpa salvano un altro volatile

Aveva un'ala ferita, verrà curato e liberato nuovamente in porto

Più informazioni su

Savona. “Il porto delle beccacce”: è il porto di Savona, così ribattezzato dai volontari della Protezione Animali dopo che, sistematicamente ogni anno, vi soccorrono spesso animali selvatici feriti tra cui appunto le beccacce.

“Malgrado il porto sia spesso congestionato dal traffico veicolare e marittimo – raccontano gli animalisti – e dalla presenza di operatori, passeggeri e merci, gli animali selvatici vi si fermano frequentemente e addirittura alcune specie, come gabbiani reali e comuni, aironi e cormorani, gheppi e falchi pellegrini, lo abitano stabilmente”.

Ma la beccaccia, spiegano dall’Enpa, è l’ultimo degli uccelli che si pensa possa fermarsi in un porto: “Infatti ha abitudini crepuscolari, vive e nidifica in boschi fitti ed isolati, dove scava nei terreni umidi e fruga tra le foglie in cerca di prede (larve, insetti e vermi). Eppure, come accade sistematicamente da anni, i volontari dell’Enpa, su segnalazione di alcuni portuali, ne hanno recuperato uno, con un’ala ferita, che si era rifugiato in una barca; e dopo le cure sarà giocoforza liberarlo in porto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.