IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Loanesi inciampa a Taggia: si complica l’inseguimento al primo posto risultati

L’Ospedaletti è cinico e fortunato col Bragno che sbaglia ben due calci di rigore. In coda è duello salvezza fra Mignanego e Ceriale

Non è finita finché non è finita si suol dire, ma è anche vero che la marcia dell’Ospedaletti è impresssionante e la Loanesi che sta provando a tenere viva una corsa per la promozione che si fa ora più complicata. I rossoblù infatti non riescono a superare il Taggia nello scontro al vertice di giornata chiudendo sull’1-1 una partita che potrebbe anche essere decisiva.

Botti complica le cose ai savonesi con il gol al 25° che fa 1-0. Al 55° Condorelli pareggia e i loanesi da qui stringono d’assedio la metà campo giallorossa, ma Castello non ha fortuna trovando un palo che strozza in gola l’urlo di gioia degli ospiti. 

Davanti come detto l’Ospedaletti non si ferma più, proprio dopo il ko con la Loanesi. Col Bragno arriva la sesta vittoria consecutiva (la sedicesima stagionale) in una partita pazzesca che vede i calci piazzati assoluti protagonisti. Al 27° Miceli la sblocca su punizione portando avanti gli arancioneri. A pochi minuti dal riposo l’arbitro fischia un rigore per i biancoverdi: dal dischetto Anselmo non è freddo e sbaglia. Incredibilmente si riparte per il secondo tempo e al 54° secondo rigore per Anselmo e secondo errore. Il Bragno quindi resta sotto e l’Ospedaletti con bravura e fortuna trova altri tre punti.

Colpo dell’Arenzano che supera il Legino e trova tre punti pesanti che dovrebbero sancire la sicurezza per quanto riguarda la corsa salvezza. I biancorossoneri la chiudono nel primo tempo con Rolando, rapace al 20° a ribattere una respinta di Bresciani, bravo a parare il rigore di Grabinski, ma impotente sul tap in del numero 3. Al 45° Mancini mette in sicurezza il parziale, che diventerà definitivo al 90°.

Ko per ultime due della classifica, Mignanego e Ceriale che stanno dando vita a un testa a testa per evitare l’ultimo posto, ma devono stare attente a non restare attardate da chi le precede. I savonesi se la giocano a viso aperto con la Sestrese che si impone a fatica. Biancoverdi in vantaggio al 20° con la zampata di bomber Akkari che anticipa tutti su un cross dalla fascia e fa 1-0. Ceriale che trova il pareggio con un rigore di Licata al 65° e sfiora subito il gol del sorpasso con un gran tiro di Cutuli che sfiora il gol. Al 73° è Stilo a salire in cattedra con l’infilata e che batte Ebe e rimette davanti i genovesi. Sestresi che poi avvalorano la vittoria con la traversa di Akkari nel finale. 

Sconfitta come detto anche del Mignanego con il Serra Riccò che passa con una rete per tempo aggiudicandosi il derby e facendo un bel balzo in avanti rispetto alla zona calda della classifica. Poggioli al 28° e Re all’88° i marcatori che decidono questa gara che lascia a 15 punti il Mignanego che vede allontanarsi il Celle Ligure.

I cellesi infatti si aggiudicano lo spareggio con la Voltrese dopo una partita molto accesa, soprattutto nella ripresa. Al 47° l’inerzia della gara, fin lì soporifera cambia: Della Vecchia atterra l’attaccante giallorosso e viene espulso. Dal dischetto va Vallerga che non sbaglia e fa 0-1. I genovesi rientrano in gara dieci minuti più tardi quando Boggiano su punizione beffa Provato e rimette in carreggiata i gialloblù. Celle che non ci sta e replica con Giguet, in proiezione offensiva al 62°. Finale palpitante poi con Balestrino che trova un incredibile pareggio all’89°, ma Casali, entrato nella ripresa, cala il tris cellese. Al 95° poi l’arbitro annulla il gol di La Torre per fuorigioco.

Finisce il buon momento del Vallescrivia che viene battuto dalla San Stevese che al contrario era alla ricerca di punti per rilanciarsi in zona salvezza. Partita che si decide in cinque minuti durante i quali i valligiani hanno un black out difensivo. Russo la sblocca al 75° e poco dopo De Flaviis, lasciato troppo libero raddoppia per il definitivo 2-0.

Non coglie l’occasione il Varazze che vincendo avrebbe potuto allungare proprio sui genovesi del Vallescrivia, ma contro un Burdisso in gran spolvero non possono nulla i nerazzurri. L’attaccante della Dianese sigla una doppietta nella prima mezzora, poi i rossoblù si chiudono in difesa amministrando e ripartendo. Gagliardi riesce a penetrare solo all’87° riaprendo virtualmente i giochi, ma è troppo tardi. La Dianese si conferma squadra di metà classifica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.