IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La Cairese non è razzista”, il messaggio lanciato dai ragazzi gialloblù: “Noi parte lesa e la Federazione non ci ha difeso” fotogallery

La società calcistica di Cairo Montenotte torna sull'episodio dei cori razzisti

Cairo Montenotte. “La Cairese non è razzista, la Cairese siamo noi”: un messaggio forte e chiaro lanciato in questo weekend sportivo dalla società calcistica di Cairo Montenotte finita nel mirino per per i cori razzisti indirizzati ad un giovane portiere sudamericano del Priamar. Dalla prima squadra a tutti i settori giovanili, compresa la dirigenza, è stato lanciato il messaggio. Una risposta della ASD Cairese sul polverone mediatico scatenato dopo l’episodio avvenuto durante una partita della categoria Giovanissmi.

“Non intendiamo aggiungere parole, lasciamo parlare i sorrisi dei tantissimi ragazzi stranieri e non che da sempre indossano la maglia gialloblù con orgoglio e passione. Ci riteniamo una grande famiglia e quando si parla di Cairese, si parla di ognuno di noi…dal piccolissimo bimbo di sei anni che inizia a tirare i suoi primi calci ad un pallone, all’esperto e maturo giocatore della prima squadra” afferma l’ASD Cairese.

“Noi ci mettiamo la faccia, noi ogni giorno lavoriamo serietà per insegnare e condividere i veri e sani valori dello sport e della vita. Da 100 anni siamo uno dei punti di riferimento della città di Cairo Montenotte, che con estrema dignità e passione ci sostiene e ne siamo veramente orgogliosi” sottolinea ancora la società gialloblù.

E poi la stoccata polemica: “Ci rammarichiamo del mancato appoggio degli organi federali che attraverso le loro decisioni ci hanno reso parte lesa di un episodio che noi per primi abbiamo condannato, ma che risulta estraneo alla Cairese per filosofia e colpevolezza, creando un gravissimo precedente”.

“Ringraziamo, invece, le numerose società che ci hanno espresso la loro vicinanza e il loro supporto, perché chi ci conosce e chi sa come lavoriamo, non ha bisogno di conferme. Un messaggio che questo weekend ogni ragazzo gialloblù ha voluto portare sul campo in sua difesa personale e della società”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.