IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Savona chiede le dimissioni del ministro Grillo: “Frasi vergognose sulle liste d’attesa”

L'accusa: "Attribuisce le colpe delle lunghe liste di attesa ai medici ospedalieri che operano in regime di intramoenia"

Savona. “Vergognose ed ingiuriose”. Così il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurgi ed odontoiatri della Provincia di Savona Luca Corti definisce le dichiarazioni del Ministro della salute Giulia Grillo in riferimento alle liste d’attesa negli ospedali italiani.

“Denuncio il vergognoso attacco alla professione medica ed in particolare ai medici ospedalieri portato dal Ministro Grillo nel corso della trasmissione televisiva Agorà del 15 marzo riportato su numerosi organi di stampa. La dott.ssa Grillo, che pare non abbia alcuna esperienza di lavoro ospedaliero nel proprio curriculum, attribuisce le colpe delle lunghe liste di attesa ai medici ospedalieri che operano in regime di intramoenia” prosegue Corti che aggiunge: “La dott.sa Grillo è a conoscenza del fatto che la libera professione intramoenia è svolta al di fuori dell’orario lavorativo? Le è noto che questi medici spesso hanno già svolto un’attività istituzionale in ospedale al di la degli orari contrattuali accumulando spesso centinaia se non migliaia di ore di lavoro straordinario spesso non retribuito?”.

“E’ al corrente, il ministro, che praticamente tutti i reparti ospedalieri lavorano con personale medico ridotto al di sotto del minimo indispensabile? E che ciò è dovuto alle scellerate scelte politiche dei governi che l’hanno preceduta? E’ al corrente, il ministro, del fatto che i medici ospedalieri lavorano con un contratto scaduto oramai da 10 anni? Lo sa, il ministro, che se verrà vietata la libera professione ciò non contribuirà ad accorciare i tempi di attesa in quanto semplicemente i medici terminato l’orario contrattuale, invece che lavorare in ambulatorio in intramoenia, ritorneranno a casa a riposare o si dedicheranno, finalmente, ad altre attività rilassanti? Certamente non rimarranno in corsia ad aumentare le già numerosissime ore di straordinario che ognuno di loro ha svolto in questi anni. Con queste sue affermazioni il Ministro Grillo praticamente accusa i medici ospedalieri di essere dei truffatori. Ho letto con piacere e condivido in pieno l’esauriente risposta che le ha dato il presidente nazionale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici ed Odontoiatri Dott. F. Anelli” prosegue il presidente dell’Ordine dei Medici Chirughi ed Odontoiatri della Provincia di Savona.

“Considerato tutto ciò – conclude Corti – chiedo le dimissioni immediate del Ministro della Salute e che porga le proprie scuse a tutti i medici italiani accusati ingiustamente di essere dei truffatori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.