IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornata del Fiocchetto Lilla, Viale: “I disturbi alimentari patologie complesse che colpiscono giovani e giovanissimi”

"Fondamentali le iniziative di sensibilizzazione"

Regione. “Le patologie legate ai disturbi alimentari non vanno in alcun modo sottovalutate. Come ci dicono gli esperti, colpiscono prevalentemente i giovani e giovanissimi e per questo ringrazio l’istituto Gaslini che ha potenziato il centro nutrizionale con un medico dietologo specializzato in scienza dell’alimentazione che prenderà servizio proprio domani. Da parte nostra c’è e continuerà ad esserci la massima attenzione su questo tema, con l’impegno anche a potenziare la rete ligure di riferimento e a promuovere iniziative di sensibilizzazione nei confronti della popolazione, come quelle in programma domani a Genova e sabato nel savonese”.

Così la vicepresidente e assessore alla sanità di Regione Liguria Sonia Viale alla vigilia della ottava Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, promossa per la prima volta nel 2012 a Genova dall’associazione “Mi Nutro di Vita” per volontà del suo presidente Stefano Tavilla, in memoria della figlia Giulia, scomparsa l’anno prima a soli 17 anni.

In Liguria sono circa un migliaio le persone, soprattutto giovani under 24, in carico ai servizi delle Asl su tutto il territorio ligure per patologie legate ai Disturbi del comportamento alimentare (Dca). Si tratta di una problematica che interessa prevalentemente il genere femminile e le classi di età più giovani. In Italia l’incidenza è di 8 casi su 100mila abitanti per l’anoressia e di 12 casi su 100mila abitanti per la bulimia, sono circa 3 milioni i giovani colpiti da disturbi del comportamento alimentare, con un progressivo abbassamento dell’età di insorgenza di queste problematiche.

“Si tratta di patologie complesse – aggiunge l’assessore Viale – che coinvolgono il corpo e la mente: per questo è indispensabile l’approccio mutidisciplinare con la collaborazione di diverse figure professionali che garantiscano un intervento appropriato a livello nutrizionale, psichiatrico e psicologico”.

I centri di riferimento in Liguria sono: il Centro di valenza regionale per i disturbi dell’adolescenza e del comportamento alimentare presso l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure (10 posti letto) e la comunità terapeutica Villa del Principe nel centro di Genova (autorizzata/accreditata per 22 posti letto) per quanto riguarda i trattamenti sia residenziali sia semiresidenziali; il Centro disturbi alimentari di Genova-Quarto e il day hospital presso l’ospedale di La Spezia per quanto riguarda i trattamenti semiresidenziali. Alla rete ligure delle strutture specialistiche dedicate alle patologie legate ai Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) si aggiunge un ambulatorio ad hoc attivo in ciascuna Asl. In particolare, nel 2018 il centro regionale presso il Santa Corona di Pietra Ligure ha accolto 62 pazienti, la maggior parte con più ricoveri nel corso dell’anno, con un’età media tra i 17 e i 18 anni.

Tra le iniziative in programma per celebrare la Giornata del Fiocchetto Lilla, sabato 16 marzo a Finalborgo in occasione del Salone dell’Agroalimentare è in programma alle 10 presso l’Oratorio De’ Disciplinanti nel complesso monumentale di Santa Caterina (Sala delle Capriate) si terrà la conferenza “Prima di aprire bocca” a cui parteciperà, tra gli altri, il direttore del dipartimento salute mentale e dipendenza di Asl2 Carlo Vittorio Valenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.