IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Genoa-Torino Under 17: il bis di Favale fa male al Grifone

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Anche quest’anno il Torino Under 17 ha confermato di essere competitivo ai massimi livelli: arrivati a quattro giornate dal termine, con il primo posto della Juventus a 45 punti ormai irraggiungibile, i granata – che di punti ne avevano 38 – un solo un punto dietro al Genoa secondo, erano attesi questa domenica 24 marzo domenica alle ore 15, presso il campo sportivo San Carlo di Genova Voltri proprio da uno scontro diretto di grandissima importanza per il finale di stagione.

La gara intensa e tirata è finita 2-0 per i granata, doppietta di Daniele Favale (attaccante mancino, ex Juve), la qualcosa non mi stupisce. Recentemente ho infatti avuto occasione di visionarlo ed apprezzarlo nell’ambito del Trofeo “Beppe Viola” dove l’avventura della squadra di Sesia, detentrice del titolo, si è fermata a un passo dalle semifinali. Inutile, nel 2 a 1 finale per l’Atalanta era stato il suo bellissimo gol realizzato al 42′.

Riferendoci al match, quello maturato con il Toro è senz’altro un ko che fa male alla luce dei risultati delle dirette concorrenti. Riposava la Juventus capolista ma hanno vinto Empoli e Fiorentina. Ora i ragazzi di Sbravati sono addirittura quinti in una classifica che resta comunque molto corta. Marco Sesia mister torinista predica cautela: “Serve tenere i piedi per terra perché il finale di stagione sarà incandescente. L’obiettivo stagionale in termini di risultati era quello di raggiungere i playoff (di fatto, due turni che sono i sedicesimi e gli ottavi di finale per lo Scudetto, gare di andata e ritorno). Si qualificano le terze e le quarte dei tre gironi, insieme alle due migliori quinte. Le quinte dei gironi B e C sono molto attardate, perciò a passare ai playoff sarà quella del girone A. Il Torino vede ancora a rischio un posto tra le prime cinque: alle spalle, a quattro punti di distanza, premono Sampdoria e Lazio. E il calendario prevede un turno di riposo, poi la gara in casa col Sassuolo (a 32 punti) e la trasferta proprio in casa dei biancocelesti. Insomma, il Torino vivrà un finale di regular season davvero infuocato: tre partite per decidere le sorti della stagione, nulla è ancora da escludere: dal sesto posto finale che metterebbe la parola fine all’annata alla qualificazione playoff terminando con l’ipotesi di un clamoroso secondo posto che porterebbe direttamente ai quarti scudetto”.

Tornando alla partita le marcature sono arrivate al 15′ del secondo tempo, quando Favale, complice un disimpegno affannoso della retroguardia rossoblù, l’ha messa in rete di destro battendo Wozniak. Il raddoppio è arrivato dopo pochissimo, al 19′, sempre per mano di Favale, che ha raccolto un rinvio maldestro del portiere avversario e da oltre 40 metri calcia in rete. Dopo 5′ di recupero l’arbitro, il signor Canci di Carrara, ha fischiato la fine dell’incontro.

La vittoria come citato ha visto la firma di un doppio Favale, ma Sesia preferisce esaltare il gruppo: “Non parlo dei singoli giocatori; oggi è stata una prova di collettivo, è vero che Favale ha fatto due goal ma noi siamo stati tutti bravi a non concedere nulla al Genoa; abbiamo fatto un ottimo lavoro nelle ripartenze ed in fase difensiva”.

Per il Genoa il calendario potrebbe risultare ostico ma se si vuole qualificare le tre partite che lo attendono (la prossima a Sassuolo, poi in casa con la Lazio ed infine la super trasferta ad Empoli) dovranno essere come tre finalissime.

Intanto la Primavera di Sabatini battendo il Parma nella semifinale di Forte dei Marmi lunedì 25 ha avuto il via libera per la finale del prestigioso Torneo di Viareggio, vinto l’ultima volta dodici anni or sono (2007) proprio da mister Chiappino.

Ecco il tabellino di Genoa -Torino 0 a 2GENOA (4-3-3): Wosniak; Dellepiane, Cavalli, Lipani, Turchet; Mukaj, Maglione, Besaggio; Conti (30’st Agostini), Rancati (25’st Pellicanò), Diakhatè (43’st Bamba). Allenatore: Chiappino.

TORINO (4-3-3): Pirola; Aita (34’st Foschi), Cotruta (26’st Finica), Morra Bean, Tesio (1’st Larotonda); Celesia, Cocola (43’st H’Maidat), Pane; Tordini (43’st Poppa), Favale, Peirano (34’st Crivellaro).  Allenatore: Sesia

RETI: 62′ e 66′ Favale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.