Provvedimento

Fondo strategico regionale per il recupero dei beni confiscati alle mafie, botta e risposta in Consiglio regionale

Dibattito dopo l'interrogazione del consigliere regionale Dem Luca Garibaldi

consiglio regionale

Liguria. Il consigliere regionale Luca Garibaldi (Pd) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha ricordato che nella seduta del 21 dicembre 2018 è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno “Sulla finalizzazione delle risorse allocate al Fondo strategico regionale per gli investimenti infrastrutturali”, che impegna il presidente e la giunta regionale a destinare per le attività di recupero degli immobili confiscati alla criminalità organizzata sul territorio ligure una quota nel limite di 500 mila euro a valere sulle risorse allocate al fondo strategico regionale per investimenti infrastrutturali.

Garibaldi ha chiesto alla giunta con quali modalità e in che tempi la Regione intende attuare il provvedimento.

L’assessore alla sicurezza Sonia Viale ha risposto: “La Regione sta valutando le modalità con le quali intervenire per il recupero degli immobili confiscati alla criminalità organizzata”.

Viale ha spiegato che i costi di ristrutturazione del patrimonio potrebbero essere superiori a 500.000 euro: “Sono in corso – ha spiegato – i necessari approfondimenti per il corretto utilizzo delle risorse pubbliche, tenendo conto della capienza del fondo strategico regionale per gli investimenti infrastrutturali, che è in fase di definizione”.

“Stiamo lavorando – ha concluso – proprio perché vi sia un importante segnale da tutti condiviso di lotta alla criminalità organizzata nella nostra regione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.