IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa della Donna, le iniziative a Savona

"Una nuova occasione per visitare i musei savonesi, aprire le porte della Casa del Volontariato e per dare spazio e voce ai giovani"

Savona. La Giornata internazionale della donna è una nuova occasione per visitare i musei savonesi, aprire le porte della Casa del Volontariato, inaugurata lo scorso 1 dicembre, e per dare spazio e voce ai giovani nei giardini di piazza del Popolo e in piazza Sisto IV.

“Sarà un 8 Marzo con i giovani al centro e tutto intorno una serie di iniziative realizzate dalla rete di associazioni che si è venuta a creare dopo l’esperienza della settimana contro la violenza di genere dello scorso novembre – afferma l’assessore Doriana Rodino Sono molto lieta di poter dare a questi ragazzi l’occasione di cantare in una piazza che è finalmente rinata. Ringrazio la dottoressa Palone per il lavoro di coordinamento e soprattutto la ditta Produzioni video Sas di Fulvio Cerulli che ha reso tutto questo possibile offrendo il service audio”.

L’assessore Ileana Romagnoli aggiunge: “L’8 marzo è la festa della donna in tutte le sue accezioni. Nato per ricordare le conquiste sociali ed economiche della donna, ma ricordando anche le tante violenze che hanno subito, noi vogliamo festeggiarla soprattutto nel suo essere l’emblema della solidarietà ed è per questo che ben due iniziative si svolgeranno nella Casa del Volontariato. Proprio perché in questo campo le donne hanno un ruolo fondamentale nel trasmettere quella visione della solidarietà che è fatta di cura e di coraggio allo stesso tempo, di forza e di gentilezza, di attenzione e di altruismo. Senza dimenticare il loro contributo a sostegno di un welfare che spesso non riesce ad intercettare, quei bisogni che restano marginali all’interno del nostro sistema economico e sociale. Un sincero ringraziamento a tutte le Associazioni che fanno vivere la Casa del Volontariato”.

Si comincia mercoledì 6 marzo proprio alla Casa del Volontariato, dove a partire dalle 15 e fino alle 18, ci saranno diverse iniziative Un incontro tematico musicale intitolato “A fianco di una donna, performance e riflessioni” organizzato dalla rete di associazioni che fanno parte del tavolo di lavoro “Iniziativa Donna Savona” (Aias, Amali, Anteas, Auser, Gruppo Femminile della Chiesa Evangelica Metodista Savona, Udi e Usei). Dopo i saluti istituzionali dell’assessore Ileana Romagnoli e dell’assessore Doriana Rodino, parteciperanno come relatori, Dominica Piccardo (Auser), Angelica Lubrano (Udi), Maria Luisa Madini (Aias) e Antonio Garcia (Usei); sarà parte del programma la partecipazione del Coro “Canto senza Frontiere” diretto dalla soprano ecuadoriana Johanna Mosquera. L’associazione Amali presenterà il gruppo di Auto Mutuo Aiuto che rinasce in sostegno di donne che subiscono ogni genere di violenza: il nome del gruppo è “…questo non è amore”. Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare le donne, attraverso la condivisione su un piano paritario delle loro problematiche, per riuscire a renderle consapevoli che stanno subendo atti di violenza e che devono cercare di riprendere in mano il controllo della propria vita, prima che sia troppo tardi.

Il 7 marzo alle 20.30 presso il Nuovo Filmstudio, il Circolo Uaar di Savona propone il film “Agorà” (Alejandro Amenábar, 2009) che racconta, in forma romanzata, la vita e la morte di Ipazia, scienziata, astronoma, filosofa e insegnante vissuta ad Alessandria d’Egitto e uccisa a marzo del 415. La proiezione sarà preceduta da una breve introduzione sulla figura di Ipazia, una donna scomoda, fuori dagli schemi, che votò la sua vita allo studio e all’insegnamento, che non volle convertirsi e che finì per pagare con la vita le sue scelte.

Anche quest’anno per l’8 marzo tutti i musei e luoghi della cultura statali apriranno le loro porte gratuitamente alle donne. Il Museo d’Arte di Palazzo Gavotti di Savona (Pinacoteca Civica, Collezione Milena Milani/Carlo Cardazzo) e il Civico Museo Archeologico e della Città aderiscono all’iniziativa e venerdì 8 marzo tutte le donne potranno visitare gratuitamente le straordinarie collezioni esposte nei musei civici. Il Museo d’Arte di Palazzo Gavotti – Pinacoteca e Museo della Ceramica è aperto dalle 10 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18.30; il Museo Archeologico alla Fortezza del Priamàr dalle 10 alle 13.

Ecco le altre iniziative della giornata. a prima in piazza Sisto IV alle 9 per la conclusione di “Wallbullying” (a cura della classe 5D servizi commerciali comunicazione pubblicitaria dell’Istituto Secondario Superiore Mazzini Da Vinci, coordinati dalla prof.ssa Claudia Palone) progetto di educazione alla cittadinanza attiva e partecipata di durata pluriennale, realizzato in collaborazione con il centro giovani Asl2 di Savona e la dott.ssa Maura Montalbetti: muniti di spugne e sapone si rimuoveranno le scritte ingiuriose sui muri della nostra città, le cui vittime spesso sono donne.

Poi, nuovamente alla Casa del Volontariato, l’iniziativa “Mamma che fame!”, sportello aperto dell’associazione Robin Foood dedicato a tutte le donne e mamme su alimentazione e salute, dalle 9.30 alle 11.30.

Nel pomeriggio, dalle 16 alle 18 circa, l’Assessore Rodino ha invitato a esibirsi alcuni ragazzi dell’Istituto Scolastico Secondario di Savona Mazzini – Da Vinci: Alex, Nazza, Redline e Soubra canteranno sul palco di piazza del Popolo brani musicali di cui sono autori i ragazzi stessi e che trattano i temi dell’amore, dei sentimenti, del futuro, delle paure e della richiesta di rispetto e ascolto dei giovani. Nel corso dell’esibizione alcuni alunni del corso di grafica si esibiranno in performance grafiche e artistiche mentre alcuni alunni del corso di fotografia riprenderanno l’evento.

Alle 18 presso la libreria UBIK l’Associazione Amali presenta un libro dedicato alla figura femminile “Tutta colpa delle mamme” con la presenza dell’autrice Oriana Ferlenga.

Telefono Donna, centro antiviolenza, organizza “Aperitivo con musica” presso il Bar Diaz, in piazza Diaz dalle 18.00 alle 20.00 con la partecipazione dei musicisti e cantanti Francesco Bellia e Massimo Broccardo e delle allieve della Scuola di canto di Elena Zunino.

L’Associazione “Alda Merini” di Albissola organizza la manifestazione “Senza Rossetto”. L’iniziativa fa riferimento alla prima volta in cui le donne votarono in Italia: tramite mezzo stampa, si era loro imposto di non mettere il rossetto quando fossero andate a votare, per non sporcare la scheda elettorale. Verrà assegnato a Fiorenza Giorgi il premio “Senza Rossetto” per la dedizione e l’impegno profusi nel combattere e ostacolare ogni tipo di violenza, dedicando tutta la sua vita alla giustizia, e in particolare alla tutela delle donne e dei minori vittime di reato.

Il 17 marzo alle 9.30 le donne saranno ancora protagoniste nell’ambito della Family run della Savona Half Marathon: grazie all’associazione L.I.FE. di Savona correranno con una maglietta bianca e rosa e una parte della quota d’iscrizione sarà devoluta alla Breast unit dell’ospedale San Paolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.