IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcare, al Liceo Calasanzio due eventi culturali sulla fisica nucleare e l’arte della Galleria sabauda

Non solo attività didattica per i suoi allievi ma fucina di riflessioni e formazione per tutti

Più informazioni su

Carcare. Il Liceo Calasanzio capitale della fisica e dell’arte. Sono infatti due gli appuntamenti aperti a tutti di rilevanza culturale, organizzati da alcuni docenti in collaborazione con esperti ed alunni. Per quanto riguarda il primo tema, prenderà il via domani, 20 marzo, alle 17.30, nell’Aula magna, un ciclo di incontri dal titolo “La fisica al servizio della società” a cura del professor Gabriele Badano, che toccherà le discipline in cui il nucleare è stato determinante.

Nel primo incontro, dopo l’introduzione del dirigente scolastico Fulvio Bianchi, Diego Bettoni, direttore della Sezione di Ferrara dell’INFN, sarà il relatore che spazierà “Dalle stelle alla medicina: i laboratori nazionali di Legnaro per la conoscenza e la società”. Il 10 aprile Dario Massabò, ricercatore dell’Università di Genova, condurrà un “Breve viaggio nella fisica per l’arte e l’archeologia”, il 17 Adriano Duatti, professore associato dell’Università di Ferrara, parlerà di “Fisica nucleare e medicina: produzione di radionuclidi per la diagnostica e la terapia”, mentre il 30 aprile Roberto Cherubini, primo ricercatore INFN-Viviana de Nadal, assegnista di ricerca INFN, toccherà il tema de “Le radiazioni ionizzanti e l’uomo: rischi e benefici”.

Il 21 marzo, invece, il liceo si trasforma nel “Calasanzio Museum”. L’evento prevede un percorso espositivo con la proiezione del docu-film “Una giornata in Galleria”, in cui sarà possibile visitare virtualmente, grazie all’uso dello smartphone e delle cuffie, la mostra sabauda di Torino con due proiezioni, una alle 17 e una alle 20.30. L’appuntamento, curato dal docente Mirco Dagnino, è il frutto di un lungo percorso didattico in cui gli allievi dell’indirizzo Scientifico hanno potuto confrontarsi con l’arte ma soprattutto con i vantaggi della tecnologia, grazie alla quale oggi si è in grado di vivere emozioni a distanza utilizzando applicazioni che ci permettono di simulare una visita ad un vero museo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.