IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket Cairo: conclusa con successo la 12ª edizione del Memorial Coratella

Il torneo è stato vinto dal Basket Borsi Ceva, secondo il My Basket Genova, terza la Pallacanestro Vado

Cairo Montenotte. Vince la squadra senior nei playout del campionato CSI, vince l’Under 14 maschile. Ma per il Basket Cairo è stato soprattutto il weekend del Memorial Coratella. Vediamo com’è andata nei resoconti redatti dalla stessa società valbormidese.

CSI Open playout: gara surreale dal risultato scontato
G.S. Monviso – Basket Cairo 44-77

Comincia con la replica della gara giocata tre settimana fa dal Basket Cairo a Bra con il G.S. Monviso, la seconda fase del campionato senior. La recente gara, nonostante la formazione rimaneggiata con cui si ci era presentato il Basket Cairo, era stata una vittoria piuttosto netta sia nel punteggio che nella qualità del gioco.

Si pensava, in questa sorta di rivincita, di trovare un avversario agguerrito, e pronto a vendicare la sconfitta ancora viva nella mente, invece succede tutt’altro. La squadra di casa sembra imballata e distratta, perde molti palloni, e lascia giocare il Basket Cairo come vuole, sembra che, inaspettatamente, manchi proprio l’impegno. Tutto questo porta il risultato del primo quarto ad un surreale 0 a 24. Si, nel primo quarto la squadra di casa non realizza neanche un canestro, cosa che difficilmente si vede sui campi da basket. La gara, a questo punto, perde completamente di agonismo, non essendo il risultato più in dubbio. Cairo, sull’onda dell’inizio, mantiene la concentrazione, e riesce anche a mantenere alte le percentuali, e realizza altri 26 punti nel secondo quarto mandando le squadre al riposo sul risultato di 12 a 50.

Da qui in avanti c’è poco da dire, i valbormidesi tirano i remi in barca e sembrano già essere sotto la doccia, e a parte qualche giocata dei singoli, come l’assist dietro schiena di Bazelli, non si vede gran che in campo. Il capitano Giacchello tenta un one-man-show senza troppi onori, e la gara si chiude con il risultato di 44 a 77, con il Basket Cairo in ampio controllo del risultato.

Parziali: 0-24, 12-26; 16-15; 16-12.
Tabellino: Pera 7, Giacchello 14, Bazelli 10, Guallini 26. Pisu 3, Zullo 17, Marenco, Diana.

Under 14 maschile: ancora una netta affermazione
Basket Cairo – Pallacanestro Vado 85-33

Continua, con una netta affermazione, il cammino del Basket Cairo Under 14, che domenica pomeriggio ha surclassato la Compagine di Pallacanestro Vado. Per onore di cronaca è giusto far notare che Vado si presenta con una squadra completamente sottoleva, i ragazzi sono tutti nati 2006, ma che nonostante il risultato non si da mai per vinta, e combatte su ogni pallone.

Cairo ha qualche defezione, Benearrivato subisce un colpo in riscaldamento, e Pirotti che ha ancora i postumi di un colpo subito nell’ultima gara, non scenderanno in campo, ma sono comunque in panchina a sostenere i compagni. L’assenza degli infortunati non si sente però in campo, dove Cairo comincia subito forte in difesa e ruba palloni involandosi in contropiede, con Di Roberto e Diana che realizzano i primi 18 punto della squadra di casa. Il divario tecnico è evidente anche dovuto alla differenza di età, e il primo parziale si chiude sul 22 a 6 indirizzando il risultato della gara. Coach Pedrini inserisce quintetti un po’ inediti, e spesso chi gioca meno, o ha meno responsabilità in questo tipo di gare, ha la possibilità di dimostrare i passi avanti intrapresi. Su tutti i dieci giocatori che prendono parte alla gara con buone prestazioni da parte di tutti, c’è da menzionare sicuramente Diana che mantiene i ritmi della gara e realizza anche 33 punti pur prendendosi qualche pausa difensiva, Di Roberto che in questo ultimo anno è cresciuto tantissimo e ha dimostrato di saper realizzare con continuità, lo strapotere fisico di Rolando, addirittura esagerato per questa categoria, e specialmente in questa gara il dominio di Butera sotto canestro, che dimostra che con un po’ di impegno si può migliorare tanto, difende e stoppa gli avversari e raccoglie preziosi rimbalzi, in attacco non sbaglia mai quando i compagni gli servono assist. Assieme a tutti gli altri, è ovvio che la strada per diventare veri giocatori di basket sia ancora lunga, e passi per la palestra, e allenamenti intensi e produttivi, ma sembra che la strada intrapresa possa portare dei buoni risultati.

Per quanto riguarda la gara c’è poco da dire il risultato non è mai in discussione, e Cairo è particolarmente concentrato, e sbaglia poche scelte, forse si poteva essere più cinici in difesa, ma non ve n’era la necessità visto il risultato. Tutti gli atleti in campo dimostrano miglioramenti e crescita anche se è necessario dimostrarlo con squadre più performanti dell’avversario del giorno.

Parziali: 22-6; 12-8; 20-9; 31-10.
Tabellino: Coratella, Diana 33, Servetto 1, Di Roberto 22, Pirotti NE, Greco, Butera 14, Benearrivato NE, Bagnasco, Giordano 2, Marenco 2, Rolando 11.

XII Memorial Coratella

Ottimo weekend quello appena trascorso, un successone la 12ª edizione del nostro torneo! Sei squadre partecipanti, almeno 75 atleti impegnati, otto allenatori e tantissimi genitori e supporter al seguito e lo staff dirigenziale del Basket Cairo al completo.

Anche il clima caldo è stato dalla parte delle due splendide giornate passate al Vesima. Iniziamo nella giornata di Sabato 23, apre le danze proprio la nostra formazione (nella foto) agli ordini di coach Pedrini, contro i pari età di Vado. La gara di apertura regala ottime aspettative per il proseguirsi del torneo. Cairo e Vado danno spettacolo fino agli ultimi minuti, ma ad aggiudicarsi il primo referto rosa saranno i ragazzi vadesi di coach Arduino per solo 3 lunghezze.

In perfetto orario, ecco la seconda gara pronta al via, sugli scudi di partenza di nuovo due squadre liguri, My Basket Genova contro Pallacanestro Alassio. I ragazzi genovesi di coach Innocenti interpretano la gara nel migliore dei modi e lasciano gli alassini all’asciutto nel primo quarto. Ma la gara è ancora lunga, Alassio perde ancora il secondo parziale, ma nel terzo quarto prova ad alzare il ritmo, lottando fino alla fine. Peccato per la gestione del primo tempino, ma My Basket Genova vince per 25 a 14 su Alassio.

Ultima gara della mattinata, Vado contro gli amici piemontesi del Basket Borsi Ceva. Una gara in perfetto equilibrio, le due compagini si rilanciano i vari parziali ad ogni quarto, a metà gara e alla fine del terzo tempo sono in perfetta parità. L’ultimo quarto Ceva riesce di poco ad allungare la zampa e si aggiudica la gara per 1 solo punto, 22 a 23.

Dopo la pausa pranzo, accogliamo anche gli amici del Basket Club Mondovì, non presenti in mattina per la giusta presenza sui banchi scolastici. Arrivati tra la nostre mura, dovranno affrontare la compagine genovese del My Basket Genova. La gara rimane in equilibrio solo per il primo quarto, i ragazzi di Coach Innocenti scavano divari importanti, fino ad ottenere il secondo referto rosa per 17 a 28.

Ore 16, tornano in campo i nostri giovani atleti contro la formazione piemontese di Ceva. La pausa pranzo rovina la concentrazione dei nostri, già nel primo quarto il parziale ci vede sotto per 2 a 10. Ceva è un’ottima squadra, nonostante siano solo in 10, tutti e 10 hanno grinta e voglia di giocare bene. È sicuramente una squadra più pronta della nostra, ma noi stiamo lavorando bene e non mancherà tanto prima di arrivare a questi livelli. Lasciamo la quinta gara a Ceva per 17 a 33.

Ultima partita del sabato, vede Basket Club Mondovì contro Alassio. Scontro tra Piemonte e Liguria per chiudere la giornata. Mondovì parte alla grande, forse ancora in striscia adrenalinica per la gara appena giocata. Alassio entra in partita solo nel secondo quarto, dove vincerà il secondo parziale, ma sarà l’ultimo dei tempini a rovinare i piemontesi che lasciano la gara ai liguri per 16 a 23.

Si tirano le somme della prima giornata. Nel gruppo A, Ceva 6 punti, Vado 3 e Cairo 0, nel gruppo B My Basket Genova 6 punti, Alassio 3, Mondovì 0.

Le finali di domenica saranno:
ore 11 finale 5°/6° posto Basket Cairo vs Mondovì
ore 12 finale 3°/4° posto Alassio vs Vado
ore 13 finale 1°/2° posto Ceva Vs My Basket Genova

Riprende il Memorial, e pronti e carichi alle ore 11, i nostri piccoli gladiatori scendono in campo contro i piemontesi del Basket Club Mondovì, convinti di lasciare a loro l’ultimo posto al torneo. Coach Pedrini sente la gara ed è attento ad ogni particolare, forse anche troppo, ma incita i suoi a fare la gara perfetta. Purtroppo iniziano in punta di piedi il primo quarto, ma è nel secondo che i cairesi mettono tutta la grinta necessaria per indirizzare la gara nel verso giusto, con un pesante parziale di 13 a 5. La gara prosegue quasi in parità di parziale, solo negli ultimi minuti concediamo qualcosa ai piemontesi, ma senza dare preoccupazioni al coach di casa. Cairo stacca il biglietto per il 5 posto nel torneo, per 26 a 17 contro Mondovì.

Seconda finalina tra Vado e Alassio. Gara senza troppe emozioni tra le due compagini, Vado mette subito le cose in chiaro e caccia Alassio lontano dal terzo posto del torneo. Alassio non molla e lotta con tutti e 12 i giocatori, ma i parziali sono sempre a favore di Vado che si aggiudica la gara e si piazza sul gradino più basso del podio per 28 a 13.

L’attesissima finale per il 1° e 2° posto riempie le gradinate del nostro palasport. Si affrontano due squadre che nella giornata di sabato hanno regalato momenti di bel basket nonostante la giovane età dei protagonisti. Le aspettative sono grandi ma purtroppo My Basket non regala la finale che merita. Ceva domina per tutti i primi 3 quarti, lasciando addirittura a 0 punti per 2 volte i liguri, sono nell’ultimo tempo, quando ormai la gara svolge al termine, i genovesi rifilano un 10 a 4. Ceva si merita il primo posto del torneo con un 14 a 28 contro My Basket Genova.

Ecco così che termina il nostro riuscitissimo torneo:
1° Basket Borsi Ceva
2° My Basket Genova
3° Pallacanestro Vado
4° Pallacanestro Alassio
5° Basket Cairo
6° Basket Club Mondovì

E’ sempre così: alla fine di un torneo resta il silenzio e un campo vuoto. Con il corpo che dice “finalmente, riposo” e la mente che dice “peccato… quando ricominciamo?”. E i nostri pensieri vanno tutti i protagonisti di questa due giorni, quelli che si sono visti e quelli invisibili, che si muovono dietro le quinte, tutti quelli che dobbiamo e vogliamo ringraziare Barbara, inflessibile, brontolone e infaticabile presidente, Gianni, genio del pc e progettista di tabelloni equilibrati, Isella, dirigente “rock” con un’anima da cronometrista bancaria, Maurizio e la sua organizzazione “spannometrica” condita da una buona dose di fortuna, Andrea, segretario, economo, gestore, ufficiale di campo, realizzatore di magliette, 100 capacità in una persona sola.

Grazie alle squadre, Pallacanestro Alassio, MY Basket Genova, Basket Borsi Ceva, Basket Club Mondovì, Pallacanestro Vado, i loro allenatori Fabio, Michele, Giuseppe, Roberto e Ezio e i loro fantastici ragazzi, campioni sul campo e campioni di educazione fuori dal campo.Grazie a tutti i nostri atleti (troppi per taggarli…) e grazie ai loro genitori: ogni applauso che fate ai vostri figli è un premio per loro e per noi. Grazie agli sponsor che ci hanno aiutato, Uno Due Tre Viaggiare, Petra Bijoux, Eurobrico Cairo, Kammi Cairo Montenotte, Erboristeria Pharmastore Cairo M.tte SV, Gelatiamo, Molinari Abbigliamento – Moda e Accessori, Archimede è, e Rosaria Rizzo con la sua casa del caffè. Grazie alla pizzeria Da Michele, che ha sfamato e nutrito atleti, dirigenti e genitori anche a ore impossibili.

Grazie al Comune di Cairo Montenotte e ai suoi rappresentanti Roberto Speranza, Caterina Garra e Marco Dogliotti, grazie per la vostra presenza perché nessuna società sportiva può lavorare senza l’aiuto e l’appoggio di quella piccola grande famiglia che si chiama amministrazione comunale. Grazie a Avis Cairo, al suo presidente Maurizio Regazzoni e alla rappresentante Silvia Ugolini per l’aiuto materiale e per averci aiutato a diffondere un idea di basket positivo con il premio Avis per lo sport. Grazie a coach Carlos Daniel Pedrini per aver insegnato ai nostri ragazzi il valore di una vittoria e il valore di una sconfitta, ma soprattutto che tutte e due si valutano meglio davanti a una pizza. Grazie a Alessandra, la sua presenza silenziosa rende il nostro palazzetto un posto pulito e piacevole dove stare, e non è poco!

Grazie a Mattia e a Simone e a tutto il loro gruppo: sono stati fotografi ufficiali, intrattenitori, imbonitori, insostituibili presenze della nostra rappresentativa under 15. Grazie a Gjergji, arbitrare 9 partite in 36 ore non era facile, ma la sua professionalità ci è stata di insostituibile aiuto.

E infine grazie, anzi grazie a tutta la famiglia Coratella, che abbracciamo da Andrea a Luca, alla loro mamma e ai loro ragazzi Nicola, Marta e Selene: tre generazioni di Basket Cairo, con la grande consapevolezza che senza la passione di Giacomo, a cui il nostro trofeo è intitolato, anche noi non saremmo qui oggi. E forse saremmo più riposati, ma certo molto molto meno soddisfatti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.