IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aree picnic di Plodio, il sindaco risponde alla minoranza

L'amministrazione è al lavoro

Plodio. Con una nota, il sindaco di Plodio Gabriele Badano risponde all’interrogazione presentata dalla minoranza consiliare e riguardante lo stato di abbandono in cui versano le aree picnic e, in particolare, la fonte dei Sieizi.

Secondo il primo cittadino, i consiglieri di minoranza arrivano “in ritardo. Comme d’habitude, peraltro”. E poi, rivolgendosi direttamente a loro: “Vi ringraziamo della interrogazione che ci avete rivolto, perché ci permette un’altra volta di far conoscere ai concittadini il nostro operato serio e coscienzioso in modo ancora più ampio ed esaustivo. La tematica che voi sollevate è da noi seguita con attenzione da tempo e nostro obiettivo è adoperarci con intelligenza per risolvere stabilmente i problemi senza gravare sulla nostra cittadinanza. Voi chiedete se abbiamo operato degli interventi nel corso degli anni. Domanda alquanto capziosa, poiché gli eventi che hanno causato i disagi da voi evidenziati nell’area dei Sieizi (frana) sono notoriamente plurimi e non certamente derivanti da incuria di codesta amministrazione, che, anzi, si è sempre operata per porre rimedio all’operato di madre natura. L’attuale situazione dei Sieizi è dovuta tra l’altro anche ad interventi di deforestazione non certamente promossi da codesta amministrazione comunale”.

“Per la riqualificazione dell’area dei Sieizi noi abbiamo a suo tempo provveduto a effettuare opere di manutenzione. Inoltre stiamo già utilizzando il canale del cosiddetto contratto di fiume nell’ambito della partecipazione al Gal ‘Valli savonesi’, di cui non da oggi il Comune di Plodio fa parte e intende trarne il massimo dei vantaggi. All’uopo alleghiamo il link al documento ‘Accordo di collaborazione’ che ufficializza l’inserimento di Plodio nel Gal ‘Valli savonesi’ medesimo”.

“Il Comune di Plodio ha già scelto di partecipare all’ambito tematico denominato ‘Lotta al dissesto idrogeologico e all’abbandono del territorio’, Misura 10.3.3: Progetto integrato contratto di fiume, che prevede l’Azione numero 59 vale a dire la ‘Costituzione di un gruppo di lavoro per la pianificazione territoriale modello contratto di fiume’, il cui budget è 15 mila euro. Ulteriormente, il comune di Plodio già partecipa all’azione numero 60 riguardante ‘Progetti dimostrativi per l’illustrazione delle tecniche di gestione individuate dallo schema di contratto di fiume’, con un budget complessivo di 200 mila euro”.

“A tal fine abbiamo già incaricato un professionista per seguire all’uopo il progetto e sono già stati effettuati incontri che vanno verso la definitiva assegnazione del contributo e l’avvio dei lavori. In sintesi, il progetto prevede di consolidare il versante franoso con interventi di ingegneria naturalistica volti a stabilizzare il piede della frana e a regimare l’acqua che è la causa del problema. Tutto ciò grazie al nostro impegno e senza costi per i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.