IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Anello Verde 2019, il festival dell’ambiente si arricchisce con l’iniziativa “Plastic Free Tribe” evento

E' un'iniziativa altamente operativa che riunisca le varie realtà di ciascun Comune ligure nella raccolta soprattutto della dannosa plastica e di altri rifiuti,

Finale Ligure. Il festival internazionale dell’ambiente e della sostenibilità Anello Verde è al via. Apre infatti le adesioni a Plastic Free Tribe, iniziativa altamente operativa che riunisca le varie realtà di ciascun Comune ligure nella raccolta soprattutto della dannosa plastica, ma anche di altri rifiuti, con l’obiettivo di riunire, socializzare, pulire ed anche creare con una mission comune estremamente utile ed apprezzabile. Cittadinanza, enti, associazioni, scolaresche saranno unite per liberare spiagge, fiumi e sentieri della plastica e dai rifiuti.

L’iniziativa è proposta per la mattinata di domenica 24 marzo. L’adesione di chi parteciperà sarà formalizzata con la compilazione del modulo, in tutte le sue parti e sottoscritta. Il modulo si apre direttamente da sul sito www.anelloverde.it cliccando sull’apposito pulsante nella home. Una volta compilato sarà facilmente inviabile cliccando sul pulsante “invia” in basso a sinistra del modulo.
Il progetto è rivolto alle associazioni ambientaliste, altre associazioni, a singoli privati, aziende, famiglie, scuole, volontari comunali, stabilimenti balneari, in modo da trascorrere una mattinata in compagnia uniti da un obiettivo comune per il bene dell’ambiente. La ricaduta positiva sarà sia per ciascun singolo paese considerato l’avvicinarsi di ponti festivi come Pasqua, 25 Aprile, 1 Maggio.

L’iniziativa sarà completata e corredata dal contest fotografico “Plastic Free Tribe Contest”, quasi un reportage dell’operazione, con in palio un paio di premi per lo scatto più rappresentativo ed incisivo, mediante l’utilizzo della app del “Festival Risorse on air” per l’upload delle immagini. Il contest sarà veicolato anche su Instagram per una partecipazione internazionale.

Nella documentazione da compila re sarà richiesto anche di confermare l’eventuale partecipazione per ogni Comune con un’installazione artistica creata con il materia le recuperato, chi la eseguirà e dove sarà collocata e conservata. Anche per la più riuscita di queste opere potrebbe esserci un riconoscimento, che sarà stabilito in base al numero dei partecipanti, a realizzazione conclusa ed iscritta.

“Abbiamo pensato di coinvolgere più Comuni e territori possibili mediante la cittadinanza, le associazione, i giovani, gli operatori. E’ semplice il concetto di tribù usato nel senso un’unica enorme comunità operativa che si occupa del benessere della Terra e degli esseri viventi. In effetti siamo tutti uguali nella situazione di esposizione all’inquinamento e di degrado dell’ ambiente in cui viviamo. Per noi, per i nostri figli, nipoti e generazioni future è il momento di dimostrare tutti insieme che vogliamo salvare il Pianeta. E’ il momento di agire insieme” Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile e i relativi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs nell’acronimo inglese), articolati in 169 Target da raggiungere entro il 2030. L’attuazione dell’Agenda richiede un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società, dalle imprese al settore pubblico, dalla società civile alle istituzioni filantropiche, dalle università e centri di ricerca agli operatori dell’informazione e della cultura. L’iniziativa di raccolta della plastica collegata ad Anello Verde si pone in questa ottica.

Anello Verde si svolgerà dal 21 al 24 marzo a Finale Ligure con il sostegno del Comune di Finale Ligure e degli sponsor: Ecotecnologie, produttore di stoviglie compostabili biodegradabili e Naturdet suo distributore di area, che propone anche un’ampia gamma di detersivi biodegradabili; Ecomission, produttore di ciclomotori e mezzi elettrici, affiancato da Riambientiamoci, format dedicato al tema ambientale. Ha anche un contributo dell’ Unione Albergatori di Savona.

Il Festival dell’Ambiente ha il progetto e la direzione di Tiziana Voarino ed è a cura dell’Associazione culturale Risorse Progetti & Valorizzazione. Quest’anno collabora anche il giornalista Alberto Sgarlato all’edizione. Il programma del Festival è stato pensato per rendere protagoniste di un confronto produttivo le molte realtà che operano nei settori di cui si occupa Il Festival a tutti i livelli, da locale a internazionale: natura e ambiente, territorio e valorizzazione, innovazione e tecnologia, costruzioni e smart city, outdoor e sport, alimentazione, salute e benessere, sostenibilità e ottimizzazione.

Con la collaborazione del Campus di Savona, tra i prestigiosi Patrocini figurano: Regione Liguria, Provincia di Savona, Università di Genova, Ufficio Scolastico Regionale, lstituto Italiano di Tecnologia, Istituto Tethys, Fondazione CIMA, ENPA, WWF, FAI, FIDAL, GAS, Unione Industriali Savona, Delegazione speleologa Ligure, Parco del Beigua, Area marina Protetta di Bergeggi, AISF, Confassociazioni, moltissimi Comuni ed altre realtà anche in rete.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.