IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, controlli dei carabinieri nelle zone sensibili: arresti, denunce e 100 persone identificate foto

Gli uomini dell'Arma, supportati anche dalle unità cinofile e dall'elicottero, hanno passato al setaccio il territorio alassino

Più informazioni su

Alassio. Nella giornata di ieri, tutte le stazioni dipendenti della Compagnia di Alassio, ognuna nella rispettiva zona di competenza territoriale, hanno effettuato una serie di controlli nei punti sensibili come il budello della città del Muretto, i porti turistici di Alassio ed Andora, nelle vicinanze delle ferrovie, nei parchi pubblici, nei luoghi di aggregazione giovanile, lungo l’Aurelia.

Il bilancio è stato di 100 persone identificate, 70 mezzi controllati, cinque patenti ritirate per guida pericolosa, cinque auto sequestrate per mancanza di polizza assicurativa, tre persone finite in manette.

I carabinieri della Stazione di Cisano Sul Neva hanno arrestato una donna del posto, già sottoposta all’obbligo di dimora nel paese, che ha ripetutamente violato le prescrizioni imposte dal tribunale e, di conseguenza, dopo le segnalazioni dei militari, è stata emessa una misura più afflittiva.

Sempre a Cisano, gli uomini dell’Arma hanno arrestato anche un uomo che deve scontare una pena di un anno per una serie di reati legati alle frodi assicurative commesse a Torino nel 2013. La stazione di Alassio, invece, ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione nei confronti di una nomade che deve scontare una pena di anni uno e dieci mesi di reclusione per alcuni furti commessi nel 2016 ad Alassio.

Un cittadino marocchino di anni 40, clandestino, senza fissa dimora in Italia, è stato invece fermato dalla radiomobile di Alassio per aver minacciato l’autista di un bus di linea che gli aveva chiesto di scendere visto che non aveva il biglietto. Nella stessa circostanza anche un nigeriano, sprovvisto di biglietto, è stato controllato dai carabinieri della radiomobile che in seguito lo hanno denunciato per violazione della legge sugli stranieri: è risultato inosservante ad un Decreto di Espulsione emesso dal Prefetto di Savona un mese fa, con l’obbligo di lasciare il territorio dello stato entro sette giorni.

Una donna brasiliana è stata invece denunciata, sempre dai carabinieri di Cisano, durante il controllo del territorio nei Comuni di Erli e Nasino perché guidava un’auto sottoposta a sequestro.

Denuncia anche per una ragazza di Cisano per un furto commesso un mese fa all’interno di una vettura che era stata lasciata aperta: il proprietario al suo ritorno non aveva trovato più il suo cellulare e cento euro. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di risalire all’autrice del furto, un volto già noto alle forze dell’ordine.

La stazione di Alassio, al termine di una indagine relativa ad una serie di furti commessi in un negozio del budello, ha scoperto i tre responsabili: tre giovani del posto, già conosciuti, che avevano preso telefonini, cover e alcuni monili in oro.

Il presidio del territorio è stato rinforzato dalla costante presenza del personale del nucleo cinofili di Villanova D’Albenga, che ha supportato i colleghi nell’azione di controllo nelle zone sensibili.

Infine il personale del 15 NEC di Villanova d’Albenga, sempre nella giornata di ieri, ha fornito il suo rilevante e determinante contributo, con il sorvolo di tutta la giurisdizione, cooperando in modo sinergico con le pattuglie automontate. “Nelle prossime ore il dispositivo, soprattutto nelle ore serali e notturne, sarà ulteriormente rinforzato, allo scopo di infondere sempre sicurezza al cittadino. Che invitiamo sempre a segnalare, al 112, qualsiasi situazione strana, sospetta e che lascia perplessi sulle intenzioni delle persone che notano” spiegano dall’Arma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.