IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, Battelli (M5S) “spara” sui dirigenti comunali: “Si sentono ‘capetti’, capiranno che nessuno è intoccabile” fotogallery

Il parlamentare varazzino alla presentazione del candidato sindaco Massimo Lanfranco

Varazze. “Si sentono ‘capetti’, capiranno che nessuno è intoccabile e lo diciamo chiaramente: è la politica a dare gli ordini e le direttive per eseguire il programma amministrativo e realizzare gli interventi e le iniziative necessarie”. E’ la bordata che arriva da Varazze da parte di Sergio Battelli, deputato varazzino e presidente della commissione per le politiche Ue della Camera, oggi a Varazze per la presentazione del candidato sindaco del M5S Massimo Lanfranco.

massimo lanfranco

Il deputato varazzino non le ha mandate a dire, parlando di una amministrazione spesso “bloccata” dai funzionari comunali, “con la politica a seguire…”. Per Battelli è necessario un cambio di rotta.

“Anche per questo vogliamo realizzare assieme ai cittadini un programma serio e fattbile, nessuna promessa faraonica o altro di irrealizzabile. Per questo ci metteremo subito al lavoro con un confronto serrata con i varazzini su ogni aspetto della vita amministrativa, penso al bilancio partecipato, alla gestione della discarica e altri temi, come i fondi europei che Varazze non è riuscita a prendere in questi anni: abbiamo un candidato forte e competente per arrivare a questi risultati” ha aggiunto.

Non sono mancate stoccate dirette al sindaco uscente Alessandro Bozzano: “Ha fatto quello che ha voluto, senza nessuna forma di condivisione o consultazione dei cittadini… Noi vogliamo fare l’opposto. Penso all’intervento in piazza Dante o ad altre opere per le quali sono in ballo importanti risorse. Noi parleremo e chiederemo ai cittadini”.

Infine una battuta sulla continuità politica del M5S varazzino, che anche in questa tornata ha rifiuto ogni possibile alleanza o convergenza per andare da solo alle elezioni comunali del 26 maggio: “E’ la nostra linea e la nostra vocazione politica, abbiamo scelto di andare avanti per la nostra strada, consapevoli della necessità di avere un gruppo coeso e unito, evitando certe accozzaglie o altro che spesso portano a litigi o fratture a meno di metà mandato” ha concluso Battelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.