IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano 2019, il passo indietro del sindaco Lionetti: “Anni difficili e faticosi, ora spazio all’entusiasmo dei giovani”

Non andrà in cerca del secondo mandato ma farà parte della lista che sosterrà Giuseppe De Fezza

Toirano. Non andrà in cerca del secondo mandato Gianfranca Lionetti. L’attuale sindaco di Toirano, infatti, ha deciso di fare un passo indietro e di partecipare alle amministrative della prossima primavera non come capolista ma come semplice candidato consigliere nel gruppo che appoggerà Giuseppe De Fezza.

“Non sarò candidato a sindaco alle prossime elezioni amministrative ma appoggerò incondizionatamente l’amico e attuale vicesindaco Giuseppe De Fezza – conferma Lionetti – Da molto tempo avevo maturato la mia decisione di fare un passo indietro auspicando che il vice sindaco prendesse il testimone. In questi anni è stato il mio braccio destro e con tutta la squadra abbiamo creato un team operativo che ha dimostrato come alle idee possano seguire i fatti”.

Con una lunga carriera di segretario comunale alle spalle, cinque anni fa Lionetti aveva deciso di lasciare il suo incarico amministrativo di assessore a Balestrino per guidare la lista civica “Toirano Punto e a Capo” in opposizione all’altra lista civica “Insieme Creiamo per Toirano” in appoggio dell’allora vice sindaco Mirko Infantino e in continuità con l’azione amministrativa partita addirittura vent’anni prima con Marco Bertolotto prima e Silvano Tabò dopo: “Avevo messo a servizio della comunità la mia candidatura per dare una svolta e portare idee e progetti nuovi, ritenevo che fosse giusto dare una mano per voltare pagina e dare linfa nuova alla gestione dell’Ente – spiega Lionetti – Siamo riusciti nel nostro obiettivo, la gente ci ha dato fiducia e credo che noi abbiamo fatto del nostro meglio per amministrare il Comune, realizzando importanti opere pubbliche: in un periodo di crisi economica (forse il peggior momento che i Comuni abbiano attraversato dal dopoguerra in poi) abbiamo realizzato lavori per circa 5 milioni di euro. In particolare voglio ricordare il nostro impegno per i giovani, con interventi nelle scuole e negli impianti sportivi per oltre un milione e 250 mila euro ritenendo che l’attenzione ai giovani debba costituire il fondamento di ogni società civile.”.

“Ovviamente l’azione di governo è stata a 360 gradi: i bilanci sono sani, non lasciamo debiti alle generazioni future, la raccolta differenziata supera il 73 per cento, la protezione civile in questi anni è diventata un punto di riferimento importante, Toirano è capofila del servizio convenzionato con Loano e Boissano, abbiamo messo in sicurezza il territorio con il rifacimento dell’argine sul fiume Varatella e la riduzione di diverse frane che minacciavano da tempo l’abitato. Il Puc è ormai finito, anche se abbiamo preferito rinviarne l’adozione alla prossima amministrazione soprattutto per consentire a chi ne aveva interesse di ritirare i permessi a costruire delle lottizzazione già approvate che avrebbero avuto un iter diverso in pendenza delle approvazioni del piano”.

Ora, dopo cinque anni di lavoro intensissimo e una presenza quotidiana in municipio, il sindaco è pronto a lasciare la guida del Comune: “Lascio certo con un velo di malinconia, sono stati anni difficili e faticosi ed è giusto che si ceda il passo a giovani pieni di entusiasmo e volontà di fare. Comunque non è un addio perché resterò a fianco della squadra. Cambia il vertice ma non lo spirito che ci ha animato in questi anni, continueremo con lo stesso entusiasmo se i cittadini vorranno ancora darci fiducia. Un grazie ai miei assessori e consiglieri per non aver mai fatto mancare il loro consenso , grazie ai dipendenti comunali che hanno tradotto in azioni i nostri progetti e condiviso le nostre priorità, grazie ai cittadini che hanno creduto in noi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.