IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano 2019, Giuseppe De Fezza rompe gli indugi: sarà lui il candidato sindaco

Il sindaco uscente Gianfranca Lionetti ha deciso di non ripresentarsi lasciando spazio al suo “braccio destro”

Più informazioni su

Toirano. Giuseppe De Fezza rompe gli indugi e scende in campo come candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Toirano. Come anticipato da Ivg.it, dunque, il sindaco uscente Gianfranca Lionetti ha deciso di non ripresentarsi lasciando spazio al suo vice, al “braccio destro” che l’ha accompagnata nei suoi cinque anni di mandato.

Sposato con tre figli, svolge la professione di “Product Manager” per una nota azienda privata. Giovane amministratore pubblico di 36 anni, De Fezza vanta un’esperienza di 15 anni nel consiglio comunale toiranese, con due mandati (per un totale di 10 anni) da consigliere di opposizione: fu eletto per la prima volta all’età di soli 22 anni. Nel tempo si è fatto strada nello scenario politico locale, sino ad essere eletto, nel 2014, nel gruppo di maggioranza del sindaco Gianfranca Lionetti ed essere nominato vice sindaco con ampi poteri e deleghe, dai lavori pubblici, alle attività produttive, alla protezione civile, all’agricoltura, ai servizi cimiteriali e ai servizi informatici. In questi anni è stato “il braccio destro” del sindaco Lionetti anche funzioni di coordinatore della maggioranza e ha mantenuto una presenza assidua sui social network facendo letterlmente da “front office” con i cittadini, che non hanno mancato di rivolgersi a lui per la risoluzione di alcuni problemi riguardanti il paese.

Lionetti, dal canto suo, non si ripresenterà a sindaco ma farà ugualmente parte della lista: “Con la mia notevole esperienza professionale (è stata per anni segretario generale in vari Comuni della Liguria, ndr) e amministrativa, da assessore a Balestrino e poi da sindaco a Toirano, penso di poter dare un contributo all’eventuale futura amministrazione guidata da De Fezza”.

Come ricordato dal sindaco uscente, negli ultimi cinque anni l’amministrazione di Toirano ha messo in atto opere pubbliche per 5 milioni di euro e ciò è avvenuto anche grazie al lavoro di “ricercatore di finanziamenti pubblici” di De Fezza, che è riuscito a far finanziare il 90 per cento degli interventi direttamente dal Miur, dalla Regione Liguria e dalla Provincia di Savona. Tra le opere più importanti la nuova scuola dell infanzia “Agnese Garassini”, le opere di mitigazione del rischio idraulico del torrente Varatella, il restyling del polo sportivo in località Boschetto, il nuovo impianto di depurazione nella frazione Carpe e l’impegno con gli enti superiori per il rifacimento del tratto di strada della Sp 60, che subì un grave smottamento nell’alluvione del 2016. In ambito di protezione civile, De Fezza è stato fautore, insieme alle amministrazioni di Boissano e Loano, del nuovo gruppo intercomunale di protezione civile e ha contribuito a fondare, con gli agricoltori toiranesi, il nuovo consorzio irriguo Rio della Valle.

“La vita mi ha insegnato che le cose iniziate si portano a termine ed è per questo che mi sono convinto, e sono stato convinto, della necessità di offrire il mio personale contributo di esperienza – spiega il candidato sindaco – Il mio impegno per i prossimi 5 anni è quello di mettere a disposizione della comunità insieme alla mia squadra, professionalità e passione, lealtà e trasparenza per portare Toirano a traguardi sempre più alti. Ringrazio il sindaco Gianfranca Lionetti, che in questi anni mi ha trasmesso molto, addentrandomi nei meccanismi della macchina comunale e facendomi entrare in quegli ingranaggi amministrativi che solo un segretario comunale di provata esperienza come lei poteva conoscere. Lavorare al suo fianco mi ha fatto acquisire un elevata consistenza dei sistemi legislativi e burocratici che, se non conosciuti, a volte fanno perdere la rotta politica tracciata. Oggi posso tranquillamente dire che con la bussola che mi ha consegnato Gianfranca Lionetti sarà impossibile perdere la rotta”.

Circa il suo team: “La mia squadra è pronta, ma al momento preferisco tenere i nomi dei candidati ancora riservati. Posso però anticipare che abbiamo già iniziato a lavorare al programma elettorale che sarà ricco di nuovi spunti per portare Toirano ad una evoluzione ancora più raffinata ed essere un fiore all’occhiello nello scenario regionale. Ci sono molti volti nuovi e giovani, il team è omogeneo ed ogni candidato ha attitudini chiare e di valore che metterà a servizio della comunità. Uno dei nostri punti di forza è che la nostra è una candidatura autonoma e civica, un gruppo di toiranesi uniti da un progetto condiviso per il futuro e per il bene del nostro paese. Il futuro o si subisce o si progetta, noi vogliamo essere attori di questo futuro insieme ai cittadini, un laboratorio di idee, che produrrà nuovi scenari positivi per la nostra cittadina. Sono stato molto attento in questi anni agli stimoli esterni, sono un buon osservatore, ho colto tutte le critiche costruttive e non, questo mi ha permesso di capire che c’è ancora molto da inventare e da realizzare”.

“Il prossimo quinquennio ci vedrà impegnati nella realizzazione di importanti opere pubbliche che abbiamo già messo a sistema e che sono già finanziate, alcune delle quali partiranno già a cavallo tra la fine di questa legislatura e l inizio della prossima, ne cito solo alcune per darvene un idea: la ristrutturazione del palazzetto dello Sport finanziato dal credito sportivo per un importo di 150 mila euro, un piano asfalti di 100 mila euro (dei quali 50 mila provenienti da oneri di urbanizzazione e 50 mila dal ministero delle infrastrutture) per il rifacimento del manto stradale di via Mainero e della zona artigianale, la messa in sicurezza della strada delle grotte per un importo di 80 mila euro tramite un contributo regionale arrivato nei giorni scorsi. Inoltre contiamo di cantierare il parcheggio in località Certosa che doveva già essere in fase avanzata ma che per alcuni affinamenti progettuali con la Soprintendenza volti a migliorare l’inserimento paesaggistico in un contesto storico di rilievo è stato cronologicamente traslato”.

“Nel 2019 inoltre vedremo l’avvio dei lavori per la realizzazione del polo outdoor mediante la riqualificazione dell ex cava Martinetto, quindi la realizzazione di una palestra di arrampicata al coperto, di un circuito per mountain-bike, di un parco avventura e di aree pic-nic. A livello turistico per metterci in linea con le nuove richieste di mercato abbiamo lavorato molto sulla rete sentieristica, le prime opere finanziate e a partire saranno la riqualificazione del sentiero naturalistico del Rio della Valle e il sentiero antico di San Pietro. Importante il brand Monte Carmo outdoor, che abbiamo avviato con gli altri Comuni consorziati per creare una piattaforma di sport all’aria aperta a 360 gradi che andrà a valorizzare attività che da anni sono il fiore all’occhiello di Toirano, come l’arrampicata, e arricchendo lo scenario con le nuove discipline in voga come l’escursionismo e la mountain-bike. Questo ci consentirà di sviluppare una rete commerciale che porti vantaggi alle nostre attività produttive e benessere ai cittadini. Nota importante per il nostro turismo la convenzione con la Regione Liguria e l’Asl per la concessione di un area dell’ex istituto medico pedagogico al fine di realizzare un parcheggio per i pullman a ridosso del centro cittadino e convogliare i flussi delle grotte nel centro storico”.

“Questa è solo la punta di un iceberg di ciò che abbiamo messo a sistema in questi anni e di cui raccoglieremo i frutti nel prossimo quinquennio. A ciò va aggiunta tutta la progettazione del nuovo programma, che sarà arricchito di molte attività non solo per il rilancio turistico di Toirano ma anche e soprattutto culturale. Ci stiamo lavorando e a breve lo presenteremo ai cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.