IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albissola, la striscia positiva si interrompe con l’Arezzo risultati foto

Gli amaranto si impongono per 2 a 1 sul terreno di Chiavari

Chiavari. Forte di un buon periodo di forma, con tre risultati utili consecutivi, l’Albissola ha affrontato l’Arezzo, una squadra che lotta per il vertice, terza in classifica. All’andata finì 2 a 0 per gli amaranto; i Ceramisti, che arrivano da due pareggi in trasferta, sono tornati a giocare a Chiavari con l’intento di proseguire nella serie positiva.

È andata meglio agli amaranto: con una rete per tempo hanno legittimato un predominio testimoniato dalle occasioni da rete create. Al 23° della ripresa i biancazzurri hanno accorciato le distanze, ma non sono riusciti ad evitare la sconfitta. La squadra ligure, comunque, ha offerto una buona prova, confermando di essere in un periodo positivo.

La cronaca. Claudio Bellucci schiera un 4-3-3 con Albertoni; Calcagno, Gargiulo, Oliana, Oprut; Damonte, Moretti, Balestrero; Martignago, Cais, Cisco.

A disposizione ci sono Piccardo, Bambino, Mahrous, Russo, Raja, Bezziccheri, Sibilia, Durante, Bartulovic, Nossa, Silenzi.

Alessandro Dal Canto presenta gli amaranto con un 4-3-1-2 con Pelagotti; Luciani, Pelagatti, Pinto, Sala; Buglio, Foglia, Serrotti; Rolando; Cutolo, Brunori Sandri.

Le riserve sono Bertozzi, Sereni, Zini, Basit, Salifu, Remedi, Persano, Benucci, Burzigotti, Butic, Borghini, Belloni.

Dirige la partita Matteo Gariglio della sezione di Pinerolo, coadiuvato da Mattia Massimino (Cuneo) e Claudio Gualtieri (Asti). I locali sono in tenuta bianca con banda trasversale azzurra sulla maglia; ospiti in maglia amaranto con pantaloncini neri.

L’Albissola batte il calcio d’inizio. Il primo tentativo, al 2°, è di Martignago che da posizione defilata sulla sinistra calcia a rete: Pelagotti è attento. Al 4° Luciani rinvia corto, calcia al volo Balestrero: alto.

Arezzo pericoloso al 6°: Cutolo si accentra, tocca per Rolando che conclude, Albertoni respinge, sul pallone arriva Brunori Sandri che calcia a rete, il portiere albissolese è ancora reattivo e poi blocca definitivamente dopo il tiro di Cutolo a botta sicura. Tripla parata per il numero 22 locale.

Al 13° i Ceramisti guadagnano il primo angolo della partita, ma non dà frutti. Al 16° conclusione di Cutolo: respinge Albertoni, poi allontana Damonte.

Al 19° punizione calciata da Moretti: tra le braccia di Pelagotti. Al 21° Cutolo ci prova ancora con una stoccata dalla distanza: Albertoni è ancora bravo a parare.

Al 27° amaranto in attacco: Serrotti tocca per Brunori Sandri, conclusione sul primo palo, Albertoni devia in angolo.

Cambio di fronte, ripartenza dell’Albissola, Cisco prova a lanciare Cais ma non lo trova.

La partita è molto vivace ed intensa. Al 29° calcia a rete Rolando: a lato.

Al 32° è nuovamente Albertoni ad essere chiamato in causa, fino ad ora protagonista numero uno della partita: Cutolo si accentra e conclude da fuori area, il portiere biancazzurro respinge in corner.

Al 35° Martignago mette palla in mezzo, Cais non ci arriva per poco.

L’Arezzo passa in vantaggio al 39°: Balestrero perde palla, passaggio per Brunori Sandri che scatta al limite del fuorigioco e fredda Albertoni con un preciso diagonale, 0 a 1.

L’Albissola non riesce a costruire una reazione e il primo tempo si conclude con gli ospiti in vantaggio di un gol.

Parte il secondo tempo con il calcio d’inizio dell’Arezzo.

Al 4° Moretti ferma irregolarmente Foglia: ammonito.

Al 9° Cutolo lancia Foglia, il quale fa partire un fendente che Albertoni deve respingere con i pugni.

Al 10°, a seguito di un contatto in area tra Oprut e Rolando, l’arbitro assegna un calcio di rigore all’Arezzo, tra le proteste dei biancazzurri. Cutolo non sbaglia e spiazza Albertoni: 0 a 2.

La reazione dei locali è in una debole conclusione di Cais, facile preda per il portiere.

Al 20° Brunori Sandri controlla un difficile pallone e calcia a rete: Albertoni respinge in angolo. Sugli sviluppi del corner gira a rete ancora Brunori Sandri e Albertoni devia nuovamente in corner. Poi, Damonte mette fuori per il terzo angolo degli amaranto nel giro di due minuti.

Dopo aver retto all’ennesima sfuriata dei toscani, l’Albissola si catapulta in attacco ed accorcia le distanze: la difesa amaranto sbaglia il rinvio, Martignago si impossessa del pallone e con un preciso diagonale realizza il gol dell’1 a 2, al 23°.

L’Albissola ci crede e al 26° reclama per un atterramento di Cais in area, ma l’arbitro lascia correre.

Al 29° viene ammonito Gargiulo; la conseguente punizione calciata da Cutolo si spegne sul fondo.

Al 31° il primo cambio della partita, tra i locali: entra Silenzi, esce Cais.

Al 33° Serrotti prova a sorprendere Albertoni: a lato.

Al 36° Albissola vicina al pareggio: calcio d’angolo, colpo di testa di Silenzi e Gargiulo per un soffio non riesce a deviare verso la porta.

Al 37° doppia sostituzione nell’Arezzo: entrano Persano e Basit, escono Brunori Sandri e Cutolo. Al 39° Bellucci inserisce Russo al posto di Moretti. Poi, ancora cambi: Remedi al posto di Fogli, Belloni al posto di Serrotti. Arezzo rivoluzionato: forze fresche per difendere il pareggio.

Al 43° viene ammonito Martignago per proteste.

L’arbitro concede cinque minuti di recupero. Al 46° cartellino giallo per Silenzi. Luciani perde tempo e viene a sua volta ammonito. Ultima occasione al 50°, per l’Albissola: punizione messa in mezzo, colpo di testa di Damonte, a lato.

L’Arezzo batte l’Albissola per 2 a 1. Domenica 24 febbraio alle ore 14,30 la squadra ligure giocherà a Busto Arsizio con la Pro Patria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.