IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sede di Casapound imbrattata, Mdp-Savona: “Simona Saccone Tinelli chieda scusa ai giovani manifestanti”

Per il consigliere sussisteva un collegamento diretto tra i due episodi

Savona. “Riteniamo che la consigliera dovrebbe chiedere immediatamente scusa ai giovani che hanno manifestato oggi e la invitiamo a impegnarsi per onorare la memoria antifascista della nostra città, chiedendo la chiusura della sede di Casapound”. Non si è fatta attendere la replica di Simone Anselmo, coordinatore provinciale di Mdp-Savona, alle affermazioni del consigliere comunale di Savona Simona Saccone Tinelli.

Poche ore fa, Saccone Tinelli aveva comunicato: “Durante il corteo antirazzista vengo messa al corrente dell’imbrattamento della saracinesca della sede di CasaPound in via San Lorenzo a Savona”. Senza esplicitamente affermare che i responsabili fossero i partecipanti al corteo, per il consigliere sussisteva un collegamento diretto tra i due episodi.

Ora Anselmo risponde: “I compagni di Mdp-Savona hanno sfilato stamattina insieme ai tantissimi ragazzi che hanno onorato la nostra città e la sua medaglia d’oro alla resistenza. Oltre 600 ragazzi con un corteo gioioso, festoso e colorato hanno sfilato in maniera pacifica per le nostre vie, con due grandi concetti che erano alla base della piattaforma della manifestazione ovvero l’antifascismo e l’antirazzismo. Due pilastri su cui è basata la nostra meravigliosa Costituzione”.

“Siamo però dispiaciuti che alcuni organi di stampa abbiano voluto dare visibilità a una consigliera comunale che infamia il corteo di così tanti giovani accusandoli di aver imbrattato una sede, che peraltro non dovrebbe manco esistere, non capiamo su quali ‘prove’ la consigliera possa accusare i manifestanti di questo, peraltro evidentemente non è stata informata che il corteo non è passato in quella zona della città”.

“Vogliamo però ancora riaffermare che in base a quanto disposto dalla nostra Costituzione e da quanto deciso recentemente da una risoluzione del parlamento europeo che nel testo riporta: ‘impunità di cui godono le organizzazioni di estrema destra in alcuni stati membri sia una delle ragioni che spiega l’aumento delle azioni violente, che colpiscono la società nel suo complesso e si rivolgono a particolari minoranze come gli europei e le persone di origine africana, gli ebrei, i musulmani, i rom, i cittadini di paesi terzi, le persone LGBTI e le persone con disabilità’. Da qui la richiesta di porre fine alla collusione con i neofascisti e mettere fuorilegge tutte le organizzazioni che glorificano il fascismo e tra queste organizzazione anche Casapound”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.