IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Privatizzazione ospedali, Viale replica al Pd: “Rabbia comprensibile, faremo ciò che non hanno fatto loro…”

Ardenti al M5S: "Presto si renderà conto del nostro merito"

Liguria. “Certamente faremo tesoro della disastrosa esperienza del centrosinistra nella gestione privata della sanità. Faremo tutto ciò che loro non hanno fatto, in primis i rigorosi controlli pubblici la cui lacunosità ha anche originato procedimenti penali ancora in corso. Facciano pure tutti gli accessi agli atti che vogliono, senza però interrompere il lavoro degli uffici. Io voglio ringraziare la Stazione unica appaltante regionale per il lavoro svolto: la richiesta di accesso annunciata dal Pd costituisce una bassezza nei confronti dei professionisti”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale risponde alla polemica sollevata dagli esponenti del Pd a seguito dell’affidamento definitivo ai privati della gestione degli ospedali di Bordighera, Cairo Montenotte e Albenga.

“In effetti la loro rabbia e il loro livore – aggiunge la vicepresidente Viale riferendosi ai rappresentanti del Partito Democratico – sono comprensibili: noi riapriamo ciò che loro hanno chiuso, noi salviamo gli ospedali senza cedere il personale al privato, come loro hanno fatto con l’ospedale di Voltri. Noi – prosegue l’assessore alla Sanità – riduciamo il disavanzo da 98 milioni di euro a circa 55 milioni di euro liberando risorse anche per nuove tecnologie, distribuiamo i farmaci salvavita nelle farmacie vicino a casa dei cittadini senza costringerli a raggiungere le poche farmacie ospedaliere aperte alcuni giorni alla settimana per poche ore, noi aumentiamo le automediche, come a Busalla rispondendo a esigenze concrete di cui loro negavano l’esistenza”.

E alle critiche mosse dagli esponenti del Movimento Cinque Stelle, la vicepresidente Viale risponde: “Prendo atto che per i consiglieri pentastellati la riapertura dei pronto soccorso degli ospedali di Bordighera, Albenga e Cairo Montenotte a costi invariati per le Asl è una brutta notizia. Al contrario, questa Giunta è convinta che si tratti di un’ottima notizia perchè sono stati messi in sicurezza tre ospedali che erano a rischio chiusura, mantenendoli nell’ambito della sanità pubblica con una gestione privata convenzionata e quindi senza alcun costo aggiuntivo per i cittadini, a cui viene garantita la riapertura dei pronto soccorso”.

“Noi in Liguria rimediamo ad anni di disastri fatti dal Pd nella sanità pubblica – rincara Paolo Ardenti, vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini – Nella nostra regione, come nel resto d’Italia, ci sono sistemi pubblici e realtà private. Il centrosinistra storicamente li ha messi in conflitto con risultati fortemente penalizzanti per la cittadinanza ligure e italiana. Pertanto, ai penta stellati che oggi hanno criticato la privatizzazione degli ospedali di Albenga, Cairo Montenotte e Bordighera, dico solo di stare attenti a non ripetere i gravi errori del Pd.  Oggi il pubblico e il privato hanno i loro aspetti positivi e quelli negativi. Un buon amministratore ha il dovere di utilizzare entrambe le realtà, valorizzandone e facendone emergere la positività nell’interesse dei cittadini”.

“Se vogliamo fare una riflessione in campo sanitario – prosegue Ardenti – abbiamo una sanità pubblica che risponde molto meglio alle esigenze della comunità rispetto ad altri Paesi, ma ingessata dalla burocrazia ha costi enormi e tempi di reazione troppo lenti quando deve affrontare cambiamenti necessari per tutti. Ben vengano, allora, l’utilizzo di realtà private che hanno tempi di reazione più rapidi e il giusto equilibrio tra pubblico e privato per garantire ai liguri le migliori cure.  Regione Liguria è stata fino a oggi ideologicamente al palo rispetto ad altri territori mentre i nostri concittadini andavano a curarsi altrove. L’impegno e il proficuo lavoro fatto finora ha lo scopo di invertire il trend e non indurre più i liguri a recarsi fuori dai nostri confini per cercare cure, come invece accadeva durante le amministrazioni di centrosinistra. Sono certo che i colleghi penta stellati Alice Salvatore e Andrea Melis presto si renderanno conto del nostro merito. Il vento è cambiato in meglio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.