IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Privatizzazione dell’ospedale di Albenga, Tomatis: “Grazie a Forza Italia e Lega definitivamente affidato ad un privato”

“La privatizzazione rappresenta un rischio enorme per la sanità del nostro comprensorio”

Albenga. Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga affidato in regime di concessione all’Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi (Gruppo San Donato). Il candidato sindaco del centrosinistra ad Albenga Riccardo Tomatis, già critico in passato, “non ci sta” e parte all’attacco degli avversari di Lega e Forza Italia.

“Prendiamo atto, – ha esordito Tomatis, – che l’ospedale di Albenga, pagato con i sacrifici e le donazioni dei cittadini, grazie a Forza Italia e Lega è stato oggi definitivamente affidato nelle mani di un privato. La privatizzazione rappresenta un rischio enorme per la sanità del nostro comprensorio. Una decisione fatta cadere dall’alto, imposta dall’amministrazione regionale leghista, che non si è mai degnata di confrontarsi con la nostra città né ha mai ascoltato le nostre necessità nonostante le numerose richieste”.

“Il dubbio che più mi spaventa è: le scelte sui pazienti verranno fatte secondo la disponibilità economica o secondo la reale necessità di salute degli stessi? La stessa patologia avrà lo stesso trattamento a gennaio, con la piena disponibilità economica, rispetto a dicembre quando il budget starà finendo? Provocatoriamente mi viene da pensare se ci saranno mesi in cui non ci si potrà più ammalare”.

“E ancora: assicurare gli stessi servizi, anzi aumentarli, far risparmiare l’ASL ed in più guadagnarci mi sa tanto di presa in giro. Inoltre il nostro territorio ha bisogno che vengano mantenute e incrementate  quelle specialità di base che sono fondamentali per le esigenze dei nostri cittadini, reparti che però notoriamente non rendono economicamente”.

“E per ultimo, chi controllerà chi? Vigileremo attentamente affinchè vengano rispettati tutti gli impegni assunti anche nei confronti dei lavoratori e , a differenza di altri , potremmo farlo con libertà non dovendo sottostare ad alcuna imposizione di partito. Non si può accettare che si faccia cassa sulla salute degli albenganesi”, ha concluso Tomatis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.