IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, via libera alla transazione per l’arrivo del supermercato Lidl

Risolta la vecchia vicenda della lottizzazione delle aree "Ponti-Moilastrini", approvazione all'unanimità in Consiglio comunale

Pietra Ligure. Via libera dal Consiglio comunale di Pietra Ligure all’atto transattivo sulla vecchia lottizzazione denominata “Ponti-Moilastrini”, dopo una lunga querelle giudiziale e amministrativa che andava avanti da molti anni.

Una pratica molto complessa e spinosa, come ha ricordato lo stesso consigliere comunale delegato al patrimonio Franco Bianchi, l’iter burocratico risale addirittura al 1976. “E’ stato un grosso successo per l’amministrazione comunale essere riusciti a concludere la transazione, che porterà benefici economici per il Comune e per la comunità pietrese”.

Sono almeno una quindicina i soggetti privati coinvolti nella vicenda: il Comune, a suo tempo, avrebbe dovuto ottenere delle aree, ma i terreni di fatto non sono mai stati ceduti ed anzi sono stati effettuati diversi interventi di carattere edilizio proprio nelle zone che sarebbero dovute tornare a disposizione dell’amministrazione pietrese. Ne è nata così una querelle giudiziaria su iniziativa dello stesso Comune, fino ad una sentenza del 2002 che ha stabilito non solo il ritorno delle aree all’amministrazione comunale, ma anche un risarcimento di 68 mila euro più le spese processuali. Tuttavia, ormai, sui terreni in questione erano già state realizzate delle opere, ecco quindi la necessità di arrivare ad un ulteriore atto transattivo per ottenere un riutilizzo a fini produttivi e commerciali delle aree sottostanti alla prima rotonda di viale Riviera.

Un accordo importante, in quanto permette di far partire l’iter amministrativo per l’insediamento del supermercato Lidl, da tempo interessato alle aree e che aveva già condotto una sua trattativa con i privati coinvolti, tuttavia servivano altre porzioni di terreno per poter avanzare il progetto di insediamento (Lidl avrebbe già la disponibilità economica per partire con i lavori), ovvero parte di quelle stesse aree che sarebbero dovute ritornare al Comune pietrese.

La pratica in Consiglio comunale è stata votata all’unanimità, con giunta e maggioranza che hanno rivendicato di aver portato a conclusione una vicenda che andava avanti da oltre quarant’anni. Proprio l’arrivo del supermercato Lidl nella zona di viale Riviera è uno dei punti programmatici che l’attuale sindaco Dario Valeriani voleva chiudere prima della fine del mandato amministrativo.

Tuttavia, anche se la strada è ormai spianata, resta da definire l’iter amministrativo e urbanistico, oltre a procedere ad un cambio di destinazione d’uso delle aree medesime: “Quello approvato ieri sera è un atto importantissimo, finalmente siamo riusciti a risolvere una vicenda lunga e complicata, che consentirà l’insendiamento di un nuovo polo commerciale con oltre 30 posti di lavoro. Inoltre, grazie agli oneri di urbanizzazione previsti, entreranno risorse nelle casse comunali. Il gruppo Lidl è già pronto a partire con l’intervento, per questo vogliamo accelerare l’iter e arrivare al più presto in Consiglio comunale con la firma della convenzione e la progettazione definitiva” ha commentato il sindaco Valeriani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.