IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Parcheggi di corso Tardy e Benech a Savona, errore di progettazione o adattamento forzato? fotogallery

I parcheggi non sembrano proprio adatti ad ogni tipo di automobile.

Savona. Corso Tardy e Benech, con il taglio dei pini marittimi e l’installazione dei nuovi alberi, ha modificato parte del suo aspetto e della viabilità. I risultati però non sembrano soddisfare tutti.

Come riportato anche nel blog “Campionari di parole e rumori“, le dimensioni dei parcheggi ai lati della via che collega direttamente corso Mazzini con via Stalingrado, infatti, non sembrano ideali per accogliere ogni tipo di auto.

Solamente city-car o mini-car possono rimanere (seppur per pochi centimetri) all’interno delle linee bianche di un posteggio. Le ruote di un suv, di un crossover, di una comune berlina, invece, finiscono per trovarsi a cavallo della segnaletica orizzontale e non difficilmente per fuoriuscire.

Tra un parcheggio e l’altro, inoltre, è possibile trovare stalli di larghezza differente, ancora più ridotta: misure non compatibili con quelle dettate dalla normativa italiana, che prevede un minimo di larghezza pari a 2.30 metri. Specie se si considera, in alcuni casi, la presenza di alberi e piante che non agevolano di certo la manovra di ingresso nello stallo”

I rischi per gli automobilisti sono quelli di essere multati con sanzioni che vanno da un minimo di 41 euro ad un massimo di 168 euro, di avere difficoltà ad aprire le portiere dell’auto, e di conseguenza di trovarsi anche qualche riga sulla carrozzeria.

La ragione delle ridotte dimensioni di questi parcheggi può essere ricercata nella scelta di voler realizzare il maggior numero possibile di aree per la sosta degli autoveicoli, mantenendo lo spazio necessario agli alberi per crescere; ma il risultato non sembra dei migliori, considerando i notevoli disagi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.