IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meteo Liguria: tempo stabile, ma più ventoso nel weekend previsioni

Le temperature minime registrate durante la notte non hanno subìto variazioni risultando comprese tra i 7°C e gli 11°C lungo le riviere

Più informazioni su

Alta pressione padrona della scena meteo almeno fino a fine mese. Fine settimana stabile ma caratterizzato da un rinforzo dei venti più freddi da nord-est con temporaneo calo delle temperature.

La Liguria questa mattina si è svegliata sotto cieli sereni o al più irregolarmente nuvolosi ai suoi estremi a causa di nubi basse di origine marittima sviluppatesi nel corso della notte e in dissolvimento nel corso della mattinata. Le condizioni generali del tempo, secondo i previsori di Limet, continuano a non conoscere modifiche sotto l’egida di un potente campo anticiclonico esteso su buona parte dell’Europa occidentale e da qui fino alla Scandinavia. Questa ulteriore estensione verso le alte latitudini europee richiamerà nei prossimi giorni aria più fredda in discesa sui Balcani con maggiore interessamento delle regioni adriatiche e meridionali con effetti limitati sulla nostra regione a un aumento della ventilazione orientale e un moderato calo termico.

La situazione del tempo immutata ormai da giorni si rispecchia anche nel campo delle temperature, più fresche la notte nei fondovalle per effetto inversione termica e più miti lungo la costa e in montagna. Valori quasi primaverili invece durante il giorno sia a livello del mare che in quota dove si fa sentire la mitezza dell’anticiclone. Le temperature minime registrate durante la notte non hanno subìto variazioni risultando comprese tra i 7°C e gli 11°C lungo le riviere. Più fredde, come spiegato sopra, le zone interne di fondovalle con minime dai -2.9°C della Val Bormida orientale fino ai -4.9°C del fondovalle avetano. Lo zero termico in montagna oscilla intorno ai 2000-2200 metri.

Giunti ormai alle porte dell’ultimo fine settimana del mese di febbraio, ultimo mese dell’inverno secondo il calendario meteorologico, non rimane che confermare l’assoluto dominio dell’anticiclone che ha di fatto interrotto la stagione fredda.

Tra domani e domenica di questa stagione avremo soltanto un refrain dal punto di vista termico in seguito all’afflusso di aria più fredda di estrazione artico-continentale che lambirà le regioni occidentali mentre la sua parte più intensa scivolerà dai Balcani sulle regioni adriatiche centro-meridionali. Dal pomeriggio di sabato aumento della ventilazione da nord-est a cui si accompagnerà un calo delle temperature a partire dai rilievi in un contesto soleggiato fatta eccezione per i versanti padani dell’Appennino dove si addenseranno nubi sparse. La giornata di domenica vedrà cieli sereni e tersi con venti fino a forti nelle zone esposte e sui cinali montuosi dove si attarderanno addensamenti nuvolosi. Lo zero termico in temporaneo calo intorno ai 1000-1200 metri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.