IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mascherano la targa dei loro fuoristrada con il nastro adesivo: denunciati dai carabinieri forestali

Viaggiavano sul tracciato dell'Alta Via dei Monti Liguri nonostante fosse vietato

Più informazioni su

Sassello/Varazze. I carabinieri forestali di Sassello e Varazze hanno denunciato 3 fuoristradisti che hanno nascosto i numeri di targa dei loro fuoristrada per non essere individuati e sanzionati. Il fatto è successo nei giorni scorsi quando le tre persone sono state individuate mentre stavano transitando sul tracciato dell’Alta Via dei Monti Liguri con i loro mezzi.

L’AVML rientra nella Rete Escursionistica Ligure (REL), ovvero un sistema della viabilità turistico-escursionistica volto a favorire la fruizione delle aree rurali e lo sviluppo turistico eco-compatibile attraverso la pratica dell’escursionismo e delle altre attività culturali, sportive e ricreative dell’aria aperta. La dorsale della rete è l’Alta Via dei Monti Liguri, percorso di oltre 400 km che attraversa tutta la Liguria. Su tali percorsi, debitamente censiti dalla regione Liguria il transito è vietato.

“Chi pratica il fuoristrada – spiegano i carabinieri forestali – conosce bene i divieti previsti dalla normativa; spesso e per il suo divertimento infrange la legge, percorrendo aree molto delicate che subiscono grossi danni e dove spesso si innescano gravi fenomeni erosivi e di dissesto idrogeologico”.

I tre fuoristradisti denunciati, secondo quanto riferito dai militari, si erano spinti oltre: nel tentativo di non farsi individuare da chi controlla il territorio o fotografare anche da escursionisti rispettosi della legge che avrebbero potuto segnalare le violazioni ai Carabinieri Forestali, avevano coperto le targhe dei loro potenti fuoristrada con nastro adesivo marrone. Non avevano però tenuto conto di incorrere addirittura in un reato penale, una situazione ben più grave rispetto alla sola sanzione amministrativa del transito fuoristrada.

Dopo essere stati individuati i tre sono stati così denunciati alla Procura della Repubblica di Savona per l’art. 490 del Codice Penale (occultamento di atti veri).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.