IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Laser, Andora: conclusa con successo la prima tappa dell’Italia Cup foto

Matteo Paulon primeggia tra i Radial, Niccolò Nordera tra i 4.7, Giacomo Musone è il vincitore tra gli Standard

Andora. Un ottimo esordio il primo appuntamento dell’anno dell’Italia Cup 2019, organizzato dal Circolo Nautico Andora. Dallo scorso venerdì ben 391 atleti hanno gremito il piazzale del circolo andorese.

“Location accogliente ed ottima organizzazione – ha commentato il presidente della classe, Gianni Galli -. Siamo riusciti a portare a termine tutte le prove che le condizioni meteo ci hanno permesso di disputare, siamo soddisfatti”.

Soddisfatto anche il presidente del Circolo Nautico Andora, Pierangelo Morelli: “Siamo contenti della grossa affluenza che ha avuto questo appuntamento, ci siamo impegnati molto. Siamo entusiasti anche dell’ottima risposta degli atleti all’iniziativa plastic free, di cui il circolo è stato promotore”.

Tre le flotte in acqua da venerdì, due i campi di regata. Coordinati da Dario Caroti, i Laser Standard ed i Laser Radial, questi ultimi divisi in due batterie, hanno corso sul campo Bravo. Numerosa la flotta Laser 4.7, che è stata divisa in tre batterie che hanno corso sul campo Alpha, diretti da Ennio Pogliano.

Venerdì il vento debole da sud-ovest ha consentito di portare a termine due prove per tutte le classi in gara, mantenendosi costante ad 8 nodi. Poco diverse le condizioni meteo di sabato: i Laser 4.7 sono partiti con un vento di 6 nodi che durante le prove successive è salito di intensità, raggiungendo i 12 nodi con raffiche anche a 15 nodi e onda. Sono riusciti a terminare tre prove di giornata.

Tre prove anche per i Laser Standard, mentre i Laser Radial hanno spesso forzato in partenza costringendo il comitato di regata a più di un richiamo generale, riuscendo così ad ultimare solo due regate.

Nessuna prova domenica. Le flotte hanno atteso in mare fino al tempo limite che arrivasse il vento, previsto ancora debole e da sud ma mai giunto sul campo. Confermate così le classifiche del giorno prima.

Si è imposto nella flotta Standard, primo fin da subito, Giacomo Musone del Club Nautico Rimini, seguito da Giovanni Saccomani (Compagnia Vela Venezia) e Paolo Giargia (Varazze Club Nautico).

Clicca qui per consultare la classifica degli Standard.

La classifica maschile della flotta Radial è stata vinta da Matteo Paulon (Yacht Club Cannigione). Lo hanno seguito Matisse Pacaud (Yacht Club de Cannes) ed Andrea Crisi (Yacht Club Cannigione).

Ha vinto il podio femminile la campionessa del mondo Laser Radial Youth, Matilda Talluri (Circolo Nautico Livorno) davanti alla vincitrice del Cico 2018, Floridia Joyce (Vela Guardia di Finanza) ed alla campionessa del mondo Laser 4.7 Youth, Chiara Benini Floriani (Fraglia Vela Riva).

Clicca qui per consultare la classifica dei Radial.

Niccolò Nordera (Reale Yacht Club Canottieri Savoia), già campione italiano, sale sul gradino più alto del podio dei Laser 4.7. Gradino d’argento per Attilio Borio (Circolo Velico La Spezia) e bronzo a Mattia Cesana (Fraglia Vela Riva).

La classifica femminile è stata vinta da Alessia Palanti (Circolo Vela Torbole). Seconda Sara Savelli (Circolo Vela Bellano) terza Alina Iuorio (Club Vela Portocivitanova).

Clicca qui per consultare la classifica dei 4.7.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.