IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Rosso Pistacchio

La pasta e fagioli della Madonna

"Rosso Pistacchio" è la rubrica al femminile di IVG: ogni martedì si parla di donne con Marzia Pistacchio

Più informazioni su

Tra i cherubini che svolazzano, i cori angelici che gorgheggiano, e i Beati e i Martiri che giocano a boccette e non litigano mai, il Paradiso può essere un posto davvero snervante. Tutti che si amano, tutti che si rispettano e si stimano. Mai un litigio, mai una scaramuccia per movimentare le giornate, mai un bella sciarriatina tra fidanzati gelosi a mettere un po’ di pepe nei pomeriggi assolati e interminabili.

Maria pensò che avrebbe potuto rendere un po’ interessante la giornata con quel giochino divertente delle statue che piangono sangue, magari in Sud America, in uno di quei paesini tutti colorati e allegri, oppure avrebbe potuto rifare quello scherzo simpaticissimo della seconda gravidanza al povero Giuseppe, ma l’ultima volta si era arrabbiato tantissimo e aveva rischiato seriamente l’infarto, quindi si rimise pazientemente a trasformare bruchi in farfalle e a contemplare lo splendido panorama che si godeva dall’angolo più paradisiaco del Paradiso.

Ma si annoiava davvero assai.
E aveva fame.
La Vergine Maria aveva fame.
Ma non di quelle cosine impalpabili e inconsistenti delle quali ci si aspetterebbe che una Madonna che si rispetti si cibasse, non di miele e ambrosia, né di pane e latte, né di pimpinella e acetosella o zucchero filato e cannella.
No.
La Madonna aveva fame di pasta e fagioli.

Calda, setosa e fumante. Piccantina, avvolgente e confortante. Da mangiare a grossi cucchiai fino a che la pancia non diventa bollente e assonnata come un bimbo dopo a favola della buonanotte.
Coi borlotti. Piccoli e screziati come pistilli di orchidee esotiche. E con i tubetti. Lisci e piccoli abbastanza da essere ingoiati senza masticati, e grandi abbastanza perché il sugo vi si insinui dentro come un amante impaziente.
E quel desiderio di gola divenne talmente insopportabile che in quel giorno di noia la Madonna si avvolse in un grande velo scuro e lasciò il Paradiso diretta verso la Terra, alla ricerca di una succulenta pasta e fagioli.

E siccome non sapeva da che parte cominciare pensò di iniziare a bussare alla porta dei più potenti e ricchi della Terra.
“Cosa vuoi?”.
“Ho fame. Vorrei una minestra di fagioli”.
“Perchè hai quel velo?”.
“Si usa così a casa mia”.
“Torna a casa tua, allora. Qui la minestra è solo per noi”.

Confusa la Vergine Maria entrò in un bar di uomini in carriera.
“Fammi vedere una tetta”.
“Ho fame. Cerco una minestra di fagioli”.
“Prima la tetta”.
“Non posso”.
“Senti, levati dalle palle. Dare per avere”.

Turbata la Vergine Maria incappò in un gruppetto di donne festanti e ben vestite.
“Togliti quel velo, dai”.
“Ma io ho solo fame. Vorrei solo una pasta e fagioli”.
“Il mondo è fallocentrico, lo sapevi? Inoltre i carboidrati fanno ingrassare e, da quel che vedo, a culone stai già messa bene… hai mai provato herbalife?”.

La Madonna fuggiva per le strade, ormai di notte, al freddo, incapace di trovare qualcuno che le desse un piatto caldo senza voler qualcosa in cambio. Chi voleva denaro, chi sesso, chi la riconosceva voleva un selfie, un autografo, un like su instagram.
Sfinita, sporca e disperata, finì in un vicolo tra i cassonetti e i materassi vecchi.

“Tieni”.
Aprì la bocca e ingoiò un cucchiaio vero di paradiso. Calda, setosa e fumante. Piccantina, avvolgente e confortante.
“Tu chi sei?”.
“Il barbone che vive in questo vicolo”.
“Chi ti ha insegnato a fare una pasta e fagioli così deliziosa?”.
“Tuo figlio, Maria. L’unico che ancora viene tra noi”.
“Posso averne ancora?”.
“Sì”.

“Rosso Pistacchio” è la rubrica di Marzia Pistacchio, che ama definirsi “una truccatrice struccata”. Ogni martedì uno spazio al femminile dal taglio volutamente “leggero” in cui parlare a 360 gradi di tutto ciò che ruota intorno alle donne. In salsa savonese, naturalmente. Clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.