IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Mikah Savona lotta e fa buon gioco, ma alla fine cede a Selargius risultati

Ultimo quarto fatale: da più 5 a meno 12

Savona. Non basta una buona prestazione alla Mikah Savona che, dopo aver condotto per due quarti e mezzo, deve lasciare la vittoria alle padrone di casa del Selargius.

Le savonesi, orfane dei due allenatori causa la giornata di squalifica rimediata nel precedente incontro e nonostante la settimana in emergenza causa influenza, partono forte con una bomba di Zolfanelli e per tutta la prima frazione ribattono colpo su colpo alle isolane.

A 1’24” dal termine con un canestro di Svetlokova arriva il primo vantaggio delle liguri ma il quarto si chiude sul 21-18 per le padrone di casa.

Nella seconda frazione sono ancora le savonesi ad aprire le danze e, con Svetlikova e Sansalone, piazzano uno 0 a 6 che le porta a 8’03″ dal termine del periodo sul 21-24.

Le sarde non mollano e cercano di rimanere attaccate alle biancoverdi che macinano buon gioco e difensivamente riescono a contenere le incursioni delle avversarie. A 1’54” dal termine, con un canestro ancora di Svetlikova, le savonesi raggiungono il primo massimo vantaggio sul 28-38.

Le padrone di casa però cercano di ricucire e, con un canestro di Brunetti prima e 4 su 4 ai liberi di Arioli e Lussu, riescono a rientrare sul 34-38 con cui si va all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi sono ancora le ragazze della presidentessa Oggero a mettere a segno i primi punti, questa volta con Penz. Segue un batti e ribatti tra le due formazioni con le ospiti che appaiono più lucide e padrone del campo.

Le sarde continuano però a combattere e riescono a mettere a segno a 6” dalla fine della frazione una tripla con Arioli che psicologicamente spezza un po’ le gambe alle biancoverdi. Il quarto si chiude sul 54-59.

L’ultimo periodo è ancora un botta e risposta tra le due squadre, con le ospiti che trovano ancora un allungo con Guilavogui e Sansalone per il 56-63 a 8’49” dal termine dell’incontro.

Poco dopo, per cinque falli commessi, è costretta ad uscire dal campo la capitana savonese Penz e la squadra accusa il colpo: le liguri subiscono un parziale di 11 a 0 da parte delle avversarie che vanno a segno col trio Brunetti-Arioli-Lussu per il 67-63.

Le savonesi appaiono frastornate, vanno a segno con due liberi di Zolfanelli ai quali rispondono però le padrone di casa con un nuovo break di 11 a 3 per il 78-66 che decreta definitivamente chiusa la gara.

C’è ancora spazio per un canestro da entrambe le parti e la partita si chiude sul risultato finale fin troppo severo di 80-68, con tanto rammarico da parte delle liguri che si sarebbero meritate la vittoria visto il gioco espresso in campo.

Con squadre esperte e compatte come la formazione di Selargius non ci si può però permettere nemmeno un secondo di distrazione e questo deve servire da lezione per le prossime gare che le savonesi dovranno affrontare, a partire dalla prossima gara ancora in terra sarda di sabato 16 febbraio alle ore 15,30 contro il Cus Cagliari, corsaro a sorpresa a Palermo nell’ultima gara giocata.

Nel fondo classifica nulla è comunque cambiato avendo perso tutte le formazioni dall’undicesimo al sedicesimo posto, ma le biancoverdi devono a tutti i costi smuovere la classifica per agguantare le dirette avversarie in chiave salvezza.

Il tabellino:
San Salvatore Selargius – Mikah Savona 80-68
(Parziali: 21-18, 34-38, 54-59)
San Salvatore Selargius: Brunetti 20, Arioli 18, Cicic 12, Lussu 11, Gagliano 11, Manfrè 4, Pinna 4, Salvemme, Pandori, Demetrio Blecic ne, Uda ne, Stoichkova ne. All. Staico, ass. Asunis
Mikah Savona: Svetlikova 18, Penz 14, Zolfanelli 13, Sansalone 12, Guilavogui 9, Azzellini 2, Vitari, Tosi, Pregliasco, Ceccardi ne.
Arbitri: Tommasi (Palestrina) e Picchi (Ferentino)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.