IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale 2019, ufficiale: Massimo Gualberti candidato sindaco del centrodestra

Mercoledì prossimo alle ore 11:00, presso il Centro civico Fontana, l'attesa presentazione

Finale Ligure. Con l’annuncio a suo tempo della ricandidatura del sindaco uscente Ugo Frascherelli, con la presentazione della candidatura a sindaco di Pier Paolo Cervone, con la presentazione del candidato sindaco di “Finale Ligure Viva” Maria Gabriella Tripepi e quella del candidato sindaco di “Per Finale” Tiziana Cileto, mancava ancora un pezzo per completare il puzzle delle prossime elezioni comunali a Finale Ligure: ovvero il candidato sindaco della coalizione di centrodestra, Massimo Gualberti, pronto ad ufficializzare la sua discesa in campo per la riconquista dell’amministrazione comunale finalese dopo la sconfitta del 2014.

Massimo Gualberti, albergatore, già assessore e con un passato nelle file di maggioranza e opposizione, è il nome sul quale i partiti del centrodestra hanno trovato l’accordo: piena convergenza, pare, tra FI, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Liguria Popolare, che si presenteranno in una lista unica con una coalizione unita secondo il consueto “modello Toti”, che si è affermato positivamente in molti comuni liguri. 

Il nome di Gualberti era già risuonato da temppo, tra anticipazioni, rumors e indiscrezioni, ma non era mai stato ufficializzato, in attesa che il centrodestra trovasse la quadra definitiva.

Tuttavia la presentazione è solo il primo passo della corsa elettorale: si dovrà poi lavorare sulla composizione della lista: la Lega potrebbe fare la “voce grossa”, con almeno cinque suoi esponenti pronti a far parte della squadra a sostegno di Gualberti. Tra i nodi da sciogliere quelli che saranno i componenti dell’area forzista: oltre al consigliere comunale uscente Nicola Viassolo, già assessore nella giunta Richeri, si attendono conferme sull’ingresso o meno in lista di Sara Badano, presidente del Consiglio comunale che ha rotto con l’attuale maggioranza e ha lasciato il Pd finalese per correre in una lista di centrodestra alle ultime elezioni provinciali.

Tra le linee guida, comunque, nella scelta dei candidati anche l’opzione di trovare forze nuove, della società civile, estranee ai partiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.