IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale 2019, Lega al Pd: “Cinque anni di disastri, patrimonio verde distrutto e mal gestito”

Si infiamma la campagna elettorale finalese

Finale Ligure. Scintille da campagna elettorale a Finale Ligure dopo l’annuncio del sostegno del Pd finalese alla ricandidatura a sindaco di Ugo Frascherelli. E’ la Lega a rispondere alle affermazioni del partito Democratico, con diretto riferimento ai cinque anni di amministrazione: “La realtà dei fatti è completamente diversa e i finalesi lo sanno bene… Dire che la differenziata funziona come un orologio, pulizia e decoro ineccepibili, viabilità ordinata e razionale, verde curato con precisione teutonica, lavori eseguiti a regola d’arte, turismo in ascesa verticale, iniziative culturali degne del Louvre è quanto di più bello possa immaginarsi, naturalmente sognando in un comodo letto…”.

“A tre mesi dalle elezioni apprendiamo ora di un incarico per 120 mila euro con i quali “rigenerare” il patrimonio verde, che per inciso proprio questa amministrazione ha contribuito a distruggere. Viene prevista un’alternanza di Washingtonia, Livistona Chinensis e Syagrus, tutte palme che nulla hanno a che vedere con la natura dei nostri palmizi e che non è affatto dimostrato siano immuni al punteruolo rosso” aggiunge la sezione finalese del Carroccio.

“Un approfondito studio della Regione Sicilia, che molto prima di noi ha dovuto fare i conti con il problema del punteruolo, in un periodo campione, a fronte di 6.000 casi di infestazione di Phoenix Canariensis (indubbiamente le più colpite), ha rilevato sei casi sulla Washingtonia, tre casi per la Syagrus, un caso per la Livistona Chinensis e quattro casi per la Phoenix Dactylifera. Dati alla mano il buon senso suggerirebbe la sostituzione delle palme abbattute, almeno lungo i “filari”, con palme dattilifere, molto simili alle Canariensis e da tempo presenti nei nostri palmizi”.

“Questa amministrazione ancor ora non ha compreso il rilevante valore paesaggistico delle nostre palme, grazie al quale abbiamo conquistato negli anni l’appellativo di “Riviera delle Palme” e che in ogni modo deve essere conservato, anche nelle nuove piantumazioni”.

“Tralasciando il grossolano approccio al problema dimostrato da questa giunta, confidiamo possa essere possibile rapidamente avvalerci, sull’esempio del Comune di Ceriale, della consulenza del Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola di Albenga, peraltro un’Azienda Speciale della Camera di Commercio, che potrebbe finalmente permettere di affrontare su basi scientifiche il problema” conclude la Lega.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.