IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fabio Andolfi e Simone Scattolin trionfano nella sesta edizione della Ronde Val Merula fotogallery

Giandomenico Basso e Nicola Vettoretti al secondo posto; terzo gradino per Stefano Albertini e Danilo Fappani

Andora. Fabio Andolfi e Simone Scattolin, su Skoda Fabia, hanno vinto la sesta edizione della Ronde Val Merula. Alle loro spalle si sono classificati Giandomenico Basso e Nicola Vettoretti (+4″2) e Stefano Albertini e Danilo Fappani (+23″7). Lo stesso Andolfi ha conquistato la seconda e la quarta prova speciale, mentre Basso è stato il più veloce nella terza ed Albertini nella prima.

Siamo molto contenti per la vittoria – ha commentato sul palco Fabio Andolfi, pilota di Albisola -. Per questo risultato voglio ringraziare tutto il team e la mia famiglia che mi segue sempre. Desidero poi fare anche i complimenti alla Sportinfinity per aver organizzato una splendida Ronde con una prova speciale bellissima”.

Un’edizione da record non solo per gli oltre cento iscritti, ma anche per l’alto livello degli equipaggi al via.Il bilancio della manifestazione è sicuramente più che positivo – ha commentato il presidente della Sportinfinity Domenico Salati -. Avere in gara tante auto e piloti di questo livello non può che rendere felice il direttivo e tutto il gruppo di lavoro al quale si deve la riuscita dell’evento. Ora festeggiamo la chiusura di questa edizione e da domani inizieremo subito a lavorare a quella del prossimo anno”.

Due giorni di grande sport e spettacolo motoristico, che hanno richiamato nel ponente ligure molti appassionati di rally. “Questo è il primo evento del 2019 – ha detto il sindaco di Andora Mauro Demichelis -. Siamo molto soddisfatti per l’alto numero di iscritti e per il livello degli equipaggi in gara”.

“È un piacere vedere ad Andora una grande affluenza di persone – ha aggiunto l’assessore Patrizia Lanfredi -. La città ha bisogno di turismo e la Ronde della Val Merula è una manifestazione che ha sempre avuto un grande successo, replicato anche quest’anno”.

“Questo è un evento molto importante – ha detto il vicesindaco Paolo Rossi -. Andora si conferma, grazie alla Sportinfinity e alla Ronde Val Merula, una città a misura di rally. La Ronde, che apre la stagione motoristica, ha ormai raggiunto un livello da Campionato italiano. Desidero quindi ringraziare tutti coloro che hanno lavorato per la riuscita anche di questa edizione”.

Alla cerimonia di premiazione finale ha partecipato anche il sindaco di Stellanello Claudio Cavallo: “Noi siamo sempre molto felici quando le manifestazioni ci vengono a trovare – ha commentato -. Complimenti ai piloti, bravissimo il pubblico che si è comportato bene e superlativi gli organizzatori per il lavoro svolto”.

Il Premio speciale per l’inversione di Testico, messo in palio dall’Antico Frantoio Elena Luigi, è stato assegnato all’equipaggio composto da Andrea Gonella e Sofia D’Ambrosio (Peugeot 208). Presente alla premiazione finale Maurizio Gerini, reduce da un prestigioso quattordicesimo posto assoluto e primo nella categoria Marathon nella Dakar da poco conclusa, che ha ricevuto una targa dall’ex presidente della Sportinfinity Enrico Meini.

Curiosità: ad assistere alla Ronde della Val Merula anche il vicecampione del mondo Thierry Neuville in qualità di accompagnatore e ricognitore dell’equipaggio Franceschi-Haut-Labourdette. Una grande sorpresa per tutti gli appassionati di rally che hanno avuto modo di incontrarlo già sabato sera durante la cerimonia di partenza. “In Italia abbiamo trovato un’atmosfera fantastica e abbiamo imparato molto confrontandoci con piloti veloci – ha scritto sul suo profilo Instagram Jean Baptiste Franceschi. Grazie mille a tutti”.

La Sportinfinity vuole rivolgere un ringraziamento speciale a tutti gli sponsor che hanno dimostrato la propria vicinanza alla manifestazione, alle forze dell’ordine, alla pubblica assistenza e alla protezione civile che hanno permesso che tutto si svolgesse in sicurezza, ai commissari e ai cronometristi, ai tantissimi volontari e all’indispensabile gruppo allestimento prova speciale coordinato dal vicepresidente della Sportinfinity Francesco Velizzone, da Stefano Bregolin e da Simone Cavallo, senza i quali la manifestazione non sarebbe stata possibile.

La gara è stata portata a termine da 84 equipaggi dei 99 partenti.

I primi classificati:

rally

Clicca qui per consultare le classifiche dettagliate.

Nella foto (PhotoBriano): il podio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.