IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - La Quinta di Copertina

Due libri per… i single

"La quinta di copertina" è la rubrica per gli appassionati di lettura, ogni venerdì due libri consigliati da "La Compagnia dei Lettori"

Più informazioni su

La Compagnia dei Lettori è un gruppo nato allo scopo di leggere e parlare di libri condividendo emozioni e riflessioni scaturite da una passione comune. Si riunisce ogni primo martedì del mese alla Feltrinelli di Savona.

TITOLO: Paura di volare

AUTORE: Erica Jong. Laureatasi nel 1963 al Barnard College, con un master in letteratura inglese del diciottesimo secolo alla Columbia University (1965), Erica Jong è conosciuta soprattutto per il suo primo romanzo, Paura di volare (1973), col quale creò scalpore per la franchezza usata nel trattare temi delicati come il desiderio sessuale femminile.
EDITORE: Bompiani
ANNO: 1973, 2014 ultima edizione
PAGINE: 438 pagine
PREZZO: 13,00 Euro

CITAZIONE: “Le donne sono le peggiori nemiche di sé stesse. E i sensi di colpa sono il principale strumento della tortura che si autoinfliggono.”

TRAMA: “Paura di volare” ha destato da subito scalpore, alimentando le fantasie dei lettori e infiammando il dibattito sul sesso e le donne. John Updike ha scritto che Isadora Wing “riserva al corpo maschile più parole gentili di ogni altro autore dai tempi di Fanny Hill”. Il racconto esuberante e sincero delle avventure, e disavventure, sessuali di Isadora, con le sue osservazioni penetranti su matrimonio, maternità e ambizione, continua oggi a provocare e ispirare, restando un’icona della scoperta di sé e dell’emancipazione femminile.

OPINIONE: Un romanzo che tutte le donne single dovrebbero leggere soprattutto per riuscire a comprendere che nessuno, al mondo, dovrebbe mai accontentarsi, accettando di rinchiudersi in una relazione infelice per il terrore di rimanere sola. Il libro di Erica Jong, che all’epoca della pubblicazione fece molto scalpore ed ebbe un successo clamoroso soprattutto nel pubblico femminile, è una dichiarazione d’amore verso sé stesse, tesa a convincere ogni donna di non vergognarsi della propria personalità e, più di ogni altra cosa, di non reprimersi, per niente e per nessuno. Solo così si possono riuscire a sconfiggere davvero le paure, anche quella di volare. Un grande classico della narrativa americana del ‘900, una scrittura formidabile e mai eccessiva nonostante il tema. Isadora così schietta, fragile, diretta e ironica non ci farà annoiare.

TITOLO: Quando meno te lo aspetti

AUTORE: Chiara Moscardelli. Laureata all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, ha esordito nel 2011 con il romanzo rosa semi-autobiografico Volevo essere una gatta morta. Autrice di altri quattro romanzi che spaziano dalla narrativa chick lit al giallo, ha lavorato per le case editrici Fanucci e Garzanti e collabora con l’inserto culturale de La Stampa Tuttolibri e le riviste Vanity Fair e Donna Moderna.
EDITORE: Giunti
ANNO: 2015
PAGINE: 272 pagine
PREZZO: 7,90 Euro

CITAZIONE: “Ero cresciuta convinta che la felicità derivasse solo dall’avere o meno un uomo accanto. Come la storia della mela. Nonna Berta la spaccava in due e mi diceva che io ero la metà a destra. «E quell’altra?» le chiedevo indicando la metà a sinistra. «La troverai. Quando meno te lo aspetti.» «E se invece non la trovassi?» a quel punto alzava le spalle e se la mangiava, l’altra metà non la mia.”

TRAMA: Penelope Stregatti, barese, con una nonna cartomante, ha trentasei anni, una laurea, due master in giornalismo e parla cinque lingue. Dei sogni che aveva però non ne ha realizzato neanche uno. Lavora come addetta stampa in una multinazionale di pannolini, la Pimpax Spa, e nel tempo libero scrive test e oroscopi sessuali per «Girl Power», un settimanale femminile. Trova il tuo punto G, sei una vaginale o una clitoridea? Sogna il grande amore, quello con la A maiuscola, ma incrocia solo uomini in cerca di sesso con la esse minuscola. Con i suoi amici Federico, lo sceneggiatore, Letizia, l’avvocato, e Bianca, l’antiquaria, trascorre le giornate sperando che prima o poi qualcosa di speciale possa accadere. E quando investe con la bicicletta Alberto Ristori, rompendogli una gamba, capisce subito che questo qualcosa è arrivato. Un mese dopo alla Pimpax Spa si presenta un consulente incaricato della ristrutturazione: Riccardo Galanti. Ma Penelope lo riconosce, è Alberto Ristori. Perché si fa chiamare in un altro modo? Perché dice di non averla mai incontrata prima? Chi è veramente quest’uomo così carismatico? Penelope ha paura di lui ma ne è attratta, e quando arriva il momento di decidere se buttarsi o no, lei non si tira indietro, perché la vita è un’avventura e tutto può succedere, quando meno te lo aspetti.

OPINIONE: La Moscardelli è una garanzia, ha un modo di scrivere immediato, ironico, intelligente, ti fa ridere, emozionare e, in questo caso, anche stare con il fiato sospeso. Romanzo leggero ma di svago intelligente. Consigliamo il libro a chi ha voglia di semplicità, arricchito da personaggi divertenti con citazioni su film e musica del passato. Penelope Stregatti, è la donna di oggi in continua lotta con la bilancia, con le proprie ambizioni, con la paura di non farcela, con il terrore persino di provarci. Una donna eternamente combattuta tra il vorrei e il potrei, tra il ce la faccio e il non ce la farò mai, tra l’essere se stessa in ogni situazione e il voler essere perennemente qualcun altro. È così che la vita ti scorre tra le dita, senza che tu te ne renda conto ed è stato proprio così che Penelope ha visto sgusciare via la propria esistenza, fin quando un incontro/scontro con l’uomo che diventerà la sua ossessione non la risveglierà dal torpore milanese. La sbadataggine di Penelope sarà propedeutica al suo rilancio nella vita. Una storia che ruota intorno ad elementi fondamentali della vita di tutti i giorni: amare, apprezzare, avere più fiducia e stima prima di tutto se stessi.

“La quinta di copertina” è la rubrica per gli appassionati di lettura, ogni venerdì due libri consigliati da “La Compagnia dei Lettori”: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.