IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Digitalife”, al Moretti di Pietra il film che racconta come internet ha cambiato le nostre vite evento

Prodotto da Varese Web in collaborazione con Rai Cinema, a marzo sarà proiettato anche a Torino, Aosta, Alessandria, Como e Milano

Tutto pronto per l’arrivo nel Savonese di Digitalife, il docufilm, prodotto da Varese Web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo, che racconta come è cambiata la vita negli ultimi 20 anni. Lunedì 4 marzo, sarà infatti proiettato al cinema teatro comunale a Pietra Ligure.

digitalife

Il film (in alto il trailer), diretto dal regista Francesco Raganato, dopo l’anteprima di Milano, sta facendo il giro d’Italia, un vero tour nei cinema di tutto il Paese con 15 date già programmate e altre in fase di organizzazione.

Il tour di DigitaLife è stato anche inserito dall’Ordine dei giornalisti come evento formativo professionale. Dopo le prime proiezioni lungo tutto lo Stivale, DigitaLife riprende il giro d’Italia proponendo a marzo sette nuove tappe, in un viaggio che partendo da Torino passa da Aosta, Alessandria, Como e si allunga appunto fino a Pietra Ligure, con un passaggio immancabile alla Digital Week di Milano.

Il film nasce dall’idea di raccontare come internet e il digitale abbiano cambiato la vita di tutti i giorni attraverso oltre 50 storie differenti, scelte tra le centinaia raccolte in quasi due anni di lavorazione. Tra queste, molto spazio è dedicato al mondo del lavoro: l’avvento delle nuove tecnologie ha di fatto cambiato anche il modo di guardare e approcciarsi ad un’occupazione. L’ufficio ormai è ovunque, la possibilità di fare foto, video ed usarli in tempo reale ha modificato in modo radicale, ad esempio, la professione giornalistica. È per questo che l’Ordine dei Giornalisti ha deciso di promuovere la diffusione della pellicola anche tra i professionisti della comunicazione inserendo DigitaLife tra gli eventi utili per la formazione professionale e con i quali è possibile accedere ai crediti.

Il primo appuntamento è l’1 marzo a Torino (Polo del ‘900 – Sala Novecento): dopo la proiezione ci sarà un incontro con Marco Giovannelli, direttore di Varesenews e produttore del film; Francesco Raganato, regista del film e Alberto Sinigaglia, presidente Odg Piemonte. Il 4 marzo, DigitaLife torna invece a Milano: per il ciclo “I Lunedì del Cinemino”, alle 21.30 la rinnovata sala di via Seneca 6 si apre per ospitare la proiezione del film con la possibilità di incontrare il regista Francesco Raganato.

Sempre il 4 marzo, DigitaLife fa tappa appunto a Pietra Ligure grazie a un’iniziativa organizzata da ANSO – Associazione Nazionale Stampa Online. Alla proiezione saranno presenti oltre a Marco Giovannelli, produttore del film e presidente di ANSO, Matteo Rainisio, vicepresidente di ANSO e Ceo di Edinet (tra i protagonisti del film), e Daniele Reali, direttore del quotidiano online IlGiunco.net.

Martedì 5 marzo sarà il turno di Aosta: dalle 16.30 alla Cittadella dei Giovani prende vita un evento organizzato dal quotidiano online Aostasera.it con la proiezione del film alla presenza di Antonio Fosson, presidente della Regione Valle d’Aosta; Tiziano Trevisan, presidente OdG della Valle d’Aosta; Marco Giovannelli, direttore di Varesenews e Silvia Savoye, direttore di Aostasera. Alle 18.15 il dibattito “Vite digitali tra le Alpi” con gli interventi di Emily Rini, presidente del Consiglio regionale della Valle d’Aosta; Luigi Bertschy, assessore Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti; Fulvio Centoz, sindaco di Aosta; Nathalie Grange, presidente di PiùPress società coop, editore di Aostasera.it; Claudia Nardon, dirigente della Chambre valdôtaine; Enrica Zublena, responsabile politica per l’innovazione tecnologica degli enti locali; Stefano Cacciamani, professore associato Università della Valle d’Aosta ed Enrico Zanella, direttore generale INVA SpA. Alle 19.15 la condivisione di testimonianze di chi ha deciso di abbracciare o di respingere il cambiamento portato da internet, dalle connessioni, dalle innovazioni digitali.

L’appuntamento con Alessandria è previsto il 12 marzo (Sala Conferenze Associazione Cultura & Sviluppo). Intervengono Alessio del Sarto direttore di Alessandrianews; Marco Giovannelli, direttore di Varesenews; Marika Ciaccia protagonista del film e Alberto Sinigaglia, presidente Odg Piemonte.

Nell’ambito della Milano Digital Week – in programma a Milano dal 13 al 17 marzo -, l’appuntamento con DigitaLife è per giovedì 14 marzo. Il film si inserisce in un contesto dedicato alla moltitudine di tecnologie e applicazioni che trasformano la città, il lavoro e le relazioni umane impattando sul welfare e i servizi, sulla vita pubblicata e privata dei cittadini. Infine il 22 marzo DigitaLife arriva a Como. La proiezione è prevista nella Sala conferenze dell’Università dell’Insubria.

Per gli accrediti formativi dell’Ordine dei giornalisti, le iscrizioni alla piattaforma Sigef sono già aperte.

Anche molta Liguria nel film – Il film racconta come è cambiata la vita negli ultimi 20 anni anche grazie a internet e al digitale e tra le storie presenti all’interno della pellicola ci sono anche alcune storie che coinvolgono il nostro territorio.

Tutto sul film: ecco cosa c’è da sapere – Digitalife, prodotto da Varese Web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo, è diretto dal regista Francesco Raganato e si avvale delle musiche originali composte da Vittorio Cosma. Il docufilm arriva nei cinema dopo quasi due anni di lavorazione. Un percorso lungo a cui hanno contribuito centinaia di cittadini invitando i propri video. Tra questi racconti di cambiamento sono state selezionate oltre 50 storie che sono andate a comporre il “mosaico” Digitalife.

“Finalmente DigitaLife approda in sala, la sua destinazione naturale – è il commento del regista Francesco Raganato – La sala non è una velleità: un film che parla di come internet ci ha cambiato la vita e di condivisioni va visto condividendo uno spazio e del tempo. Perché i cambiamenti non accadono quando siamo da soli, ma accadono in virtù ed in funzione di chi ci sta accanto. Per questo DigitaLife ha bisogno di un respiro unico e di una visione condivisa. Perché quello che accade sullo schermo ci riguarda, parla di noi, di quello che siamo di diventati, non come più come singoli, ma come comunità”.

“È stato un piacere lavorare sul materiale di Digitalife» aggiunge Vittorio Cosma, autore delle musiche originali del docufilm. “È un esperimento di verità: qualsiasi opera dell’intelletto che faccia parlare i veri protagonisti e che non sia una fiction, ha una potenza decuplicata rispetto alla normale narrazione. L’approccio artistico deve essere onesto e attento perché stiamo parlando di vite reali, sia di fatti positivi che di grandi drammi. Bisogna usare attenzione e compassione nel senso più nobile e profondo della parola, senza forzare le emozioni e senza negarle. Per me è un privilegio lavorare in questo tipo di progetti, perché la verità è sempre più potente di qualsiasi fiction”.

“Abbiamo discusso molto per trovare un titolo al film – ha raccontato Marco Giovannelli, produttore – Digitalife è la sintesi perfetta perché rappresenta bene ciò che lo spettatore andrà a vedere. Al centro del film c’è la vita in tante sue forme. C’è il lavoro, come il viaggio, il dolore, la disperazione, come la speranza. C’è la malattia e il riscatto, il coraggio di chi sa affrontare i cambiamenti come la paura di ciò che stiamo vivendo. Il digitale è una nuova era per l’umanità e non conosce confini. Ci tiene tutti in una dimensione glocal, ben piantati nel locale ma con un orizzonte sempre più globale”.

Cos’è Digitalife – Digitalife nasce dall’idea di raccontare come internet e il digitale abbiano cambiato la vita di tutti i giorni. Lo svelano le oltre 50 storie presenti nel docufilm, scelte tra le centinaia raccolte in quasi due anni di lavorazione. Un racconto collettivo che tocca diversi argomenti: la nascita di internet, la perdita di una persona cara, il mondo del lavoro in evoluzione, la rinascita dopo una crisi, la ricerca di una felicità perduta, la possibilità di socializzare, viaggiare, condividere esperienze ed emozioni. Ma anche il terrorismo, il mondo dell’informazione, il cyberbullismo. Il tutto con una visione di speranza nel futuro.

Si potrà partecipare gratuitamente alla serata, basterà prenotare il proprio posto tramite la piattaforma Eventbrite.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.