Concerti, teatro ed esposizioni culturali: il lungo fine settimana di eventi in provincia - IVG.it
Eccezionale veramente!

Concerti, teatro ed esposizioni culturali: il lungo fine settimana di eventi in provincia

Spettacolo sull'amore a Finale. Le reliquie di san Valentino in mostra dopo 100 anni a Savona

"Biografia della peste" Compagnia Maniaci d'Amore

Provincia. “Quanto sarebbe quieta la vita senza l’amore: tanto sicura, tanto calma… tanto noiosa”. Il passo tratto da “Il nome della rosa” (di cui prossimamente in Italia andrà in onda un adattamento televisivo, si spera “fortunato”…) è assolutamente “sul pezzo”: questo weekend chiude la settimana in cui è ricorsa la festa di san Valentino, patrono degli innamorati. Proprio l’amore è la colonna portante di moltissimi degli eventi che ci suggerisce la nostra e vostra agenda IVG Eventi.

A cominciare dalla straordinaria (e ci auguriamo non irripetibile) esposizione delle antichissime reliquie proprio di san Valentino, che è possibile ammirare in questi giorni a Savona: erano infatti ben cento anni che i sacri resti del vescovo martire non venivano mostrati agli occhi dei fedeli. Un evento di assoluto richiamo sia per noi savonesi sia per i turisti!

L’amore sta anche nel nome della compagnia teatrale I Maniaci d’Amore, che porteranno in scena ad Albenga la “Biografia della peste”. Dedicata all’amore è anche un’altra opera teatrale, in questo caso prodotta dall’Associazione Baba Jaga, che la rappresenterà a Finalborgo.

Non solo “baci e carezze”, però, in questo venerdì e sabato di metà febbraio. Ci sarà, per esempio, tanta buona musica grazie all’intenso programma che verrà suonato ad Andora dal talentuoso folk singer italiano Robb Mc Reason, nome d’arte di Roberto Frazzetto. In valle ci si “perderà” tra le immensità cosmiche del cielo: l’esperto astrofilo Riccardo Rosa ci ammalierà con le suggestive vedute dello spazio nella sua conferenza sul Sistema Solare a Cairo Montenotte. Tornando infine in riviera, Loano continua la sua marcia verso il PreMeeting: Davide Rondoni leggerà infatti i memorabili e toccanti versi del sommo poeta Giacomo Leopardi.

San Valentino vescovo

Savona. Per la prima volta dopo oltre un secolo le reliquie di san Valentino custodite nel Museo del Tesoro della Cattedrale di Savona vengono esposte nella chiesa madre della Diocesi di Savona Noli, per la precisione nella Cappella San Sisto, in fondo alla navata destra, dall’11 al 17 febbraio.

La Cattedrale offre ai fedeli l’occasione di avvicinarsi anche fisicamente a questo segno di devozione e spiritualità, che ha il significato primario di voler aiutare a riscoprire l’esperienza di fede che portò il santo e vescovo Valentino all’onore degli altari. Due appositi ed eleganti pannelli richiamano l’attenzione dei visitatori presso le reliquie del santo martire fornendo preziose informazioni agiografiche.

L’iniziativa è promossa dall’Ufficio Beni Culturali della Diocesi con l’approvazione del vescovo monsignor Calogero Marino, nella settimana che include la ricorrenza dedicata al martire e patrono degli innamorati. Si tratta di un evento importante dal punto di vista storico, artistico e religioso devozionale che suggella un altrettanto prezioso lavoro di ricerca condotto dalle funzionarie dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi Cristina Gamberini ed Enrica Gasco.

I resti del martire cristiano provengono dall’antico Complesso San Giacomo, come conferma una lapide ricollocata nel Duomo, e sono ad oggi custoditi in una cassa lignea del 1202 in cui in origine si trovavano le spoglie del beato Ottaviano, trasferite nel 1782 nel sarcofago ancora oggi conservato nella Cappella Santo Stefano.

Dopo una prima ricognizione effettuata a gennaio con la supervisione del rettore della Cattedrale don Giovanni Margara l’antica cassa è stata finalmente aperta dopo moltissimi anni grazie all’aiuto degli esperti restauratori Monica Sorbello e Graziano Interbartolo. Le reliquie di san Valentino sono state ritrovate assieme a quelle di altri noti martiri in buono stato di conservazione.

Albenga. Prosegue il focus sulla compagnia Maniaci d’Amore della Kronostagione. Dopo il successo de “Il nostro amore schifo” e il record di partecipazioni al laboratorio di scrittura gratuito che si è svolto presso la sede di Kronoteatro, sabato 16 febbraio allo Spazio Bruno in via Dante Alighieri 1 andrà in scena “Biografia della peste”, premio di drammaturgia “Il centro del discorso” 2011.

I Maniaci d’Amore sono ad oggi una delle più interessanti realtà del teatro contemporaneo italiano, formatasi nel 2009 grazie al connubio artistico tra Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, attori, formatori e drammaturghi. “Biografia della peste”, scritto e interpretato da Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, è uno spettacolo psicotico e magico, una riflessione sull’individuo e sulla comunità, sulla parzialità dell’esistenza, sulla necessità di chiamare ogni cosa col proprio nome, sul coraggio e la follia.

In un luogo spento dominato dalla lamentela e dalla ristagnazione un giorno un ragazzo viene investito da un’auto e muore sul colpo. Sarà questa la sua unica occasione per lasciare finalmente il paese… Continua a leggere la trama cliccando qui.

Il diario di Adamo ed Eva

Finale Ligure. In occasione della festa di san Valentino sabato 16 febbraio alle ore 21 il Teatro delle Udienze di Finalborgo propone uno spettacolo dedicato all’amore e liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mark Twain: “Il diario di Adamo ed Eva”. Lo spettacolo è prodotto dall’Associazione Baba Jaga con adattamento e regia Maria Grazia Pavanello, in scena Simone Cammarata e Chiara Tessiore, scene e costumi di Sara Pelazza.

Nel mondo prima del mondo l’uomo era già uomo, la donna era già donna. La lettura dell’universo per i genitori dell’umanità comincia dalla pagina bianca, essendo pagine bianche essi stessi. Li incontriamo appena nati che si aggirano per il Giardino dell’Eden, ancora ignari di tutto, tentando goffamente di dare una nome alle cose, fare esperienza, mettere in relazione cause ed effetti. Il risultato è esilarante… Continua a leggere la trama cliccando qui.

Lo spettacolo fa parte della stagione teatrale 2018 – 2019 promossa dal Comune di Finale Ligure e degli eventi proposti all’interno della mostra “Itinerario Essere Sociale” in corso al Palazzo del Tribunale.

Roberto Frazzetto alias Robb Mc Reason musicista

Andora. Sabato 16 febbraio alle ore 17 a Palazzo Tagliaferro Roberto Frazzetto alias Robb Mc Reason sarà il protagonista del secondo appuntamento della rassegna “Un mare di musica”, organizzata dal Comune con la direzione artistica di Nando Rizzo, che porta nella cittadina ligure il bravo folk singer italiano, autore, compositore e polistrumentista.

Nella sala polivalente di Palazzo Tagliaferro Robb Mc Reason proporrà le sonorità dell’album “On roads of freedom”, un mix di country, folk, rock, pop, celtica e blues, prodotto, arrangiato, mixato e interamente suonato da lui e a cui collaborano come parolieri Luca Valcarenghi, Grazia Scotti e Gino Rapa. Un disco promosso con importanti live show nel Nord Italia ma anche a Dublino con tre serate live nei migliori pub della città: il Darkey Kelly’s Pub, The International Bar e Mother Reilly’s Pub, dove ha ottenuto un grande riscontro di pubblico.

Il lavoro è stato presentato nel 2016 anche alla Fiera Internazionale della Musica di Erba (Co) in un live show acoustic one man band. Un grande evento a cui hanno partecipato artisti internazionali come Eugenio Finardi, Patty Pravo, Tiromancino e Steve Hackett dei Genesis.

Sistema Solare

Cairo Montenotte. Sabato 16 febbraio alle 17:30 all’Accademia Bormioli in via Buffa 15 a Cairo Montenotte l’esperto savonese Riccardo Rosa illustrerà “Il Sistema Solare”. Noto per la sua preparazione in tema di storia napoleonica Riccardo Rosa è già intervenuto più volte in Val Bormida per conferenze e come accompagnatore durante visite ai luoghi delle battaglie valbormidesi ed è apprezzato per la sua passione e competenza.

Rosa è conosciuto però anche per i suoi interessi di astrofilo: è già intervenuto all’accademia per parlare delle stelle, cosa che ha fatto coinvolgendo l’uditorio con la spiegazione e le immagini mostrate. Così gli è stato rinnovato l’invito e il 16 febbraio sarà di nuovo in via Buffa a spiegare i segreti del nostro sistema solare, avvalendosi della proiezione di suggestive immagini.

Giacomo Leopardi - Elio Germano fiction televisiva

Loano. Continua il percorso di avvicinamento all’edizione 2019 del PreMeeting di Loano, la manifestazione che anticipa i temi del Meeting di Rimini, kermesse che la Fondazione Amicizia fra i popoli organizza ad agosto di ogni anno a Rimini. Anche per quest’anno l’iniziativa sarà promossa e realizzata dall’associazione culturale “Cara Beltà” e dal banco di solidarietà “Padre Santo” di Loano con il contributo dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune.

Venerdì 15 febbraio alle 21 l’Hotel Garden Lido ospiterà la serata dal titolo “E come il vento”. Durante l’incontro il poeta e scrittore Davide Rondoni leggerà “L’infinito” ed altre celebri poesie di Giacomo Leopardi. Ad accompagnarlo le coreografie ideate ed interpretate dalla danzatrice Agnese Trippa.

La serata gode del patrocinio del Comune di Loano ed è organizzata in collaborazione con “Infinito 200 – Una poesia”, il centro di poesia contemporanea dell’Università degli Studi di Bologna e della Fondazione Claudi. L’iniziativa rientra nell’ambito del “Cara Beltà Club 2018 – 2019”, rassegna di musica, poesia e danza organizzata dall’omonima associazione culturale e che si propone di offrire ai residenti e ospiti di Loano occasioni di incontro e approfondimento culturale.

Il titolo della quarantesima edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli, che si terrà nella Fiera di Rimini dal 18 al 24 agosto, sarà “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi”. Come spiega Emilia Guarnieri, presidente della Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli, si tratta di “un verso di una poesia di Karol Wojtyla. Quindi nel 2019 avremo un titolo in piena continuità con i contenuti di quest’anno. Se nel 2018 abbiamo messo al centro la persona, l’uomo che cerca la felicità e fa esperienza di essa, l’anno prossimo andremo ulteriormente al fondo per scoprire da dove può nascere il volto, la fisionomia della persona”.

leggi anche
DUOMO DI SAVONA
Prima volta
Le reliquie di san Valentino esposte in cattedrale a Savona
Cattedrale Savona diocesi
Gradito ritorno
Dal convento di San Giacomo a Savona, dopo oltre un secolo le reliquie di san Valentino tornano in Cattedrale

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.