IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stop a “Cengio in Lirica”, il Comune replica: “Scelta condivisa, nuovi eventi in programma”

"E' scelta personale degli organizzatori di Cengio in Lirica quella di non proseguire con l’edizione 2019", dopo l'accusa del consigliere Daniela Olivieri

Cengio. “La decisione di non proseguire, come Comune di Cengio, con la rappresentazione lirica è frutto della decisione unanime dell’attuale gruppo di maggioranza giunta a seguito di riflessioni e considerazioni sugli effettivi benefici che tale evento ha portato a Cengio in questi sette anni, oltre che per altri e nuovi eventi in programma”. Così l’amministrazione comunale di Cengio replica alle parole del consigliere di minoranza Daniela Olivieri, che nella passata amministrazione aveva ideato e promosso l’evento.

“È indubbio l’impegno e il buon lavoro che la consigliera Olivieri ha profuso in questi anni insieme al suo staff per la realizzazione delle varie edizioni di Cengio in Lirica, tuttavia riteniamo che alcuni benefici elencati dalla stessa Olivieri trovino applicazione perlopiù sulla carta piuttosto che nella realtà, basti pensare alle presenze: quanti cengesi, in queste sette edizioni, hanno assistito alle rappresentazioni? E soprattutto, quanti spettatori hanno soggiornato a Cengio o semplicemente cenato in una delle strutture presenti nel nostro Comune? Quante attività commerciali cengesi hanno beneficiato di questa “anomala” affluenza considerato che la rappresentazione lirica è un evento serale ospitato presso le aree Syndial, ai confini del paese, e pertanto lontano da ogni esercizio commerciale? Che benefici ha Cengio nell’ospitare artisti provenienti da ogni angolo del mondo, oltre che vantarsi della candidatura UNESCO dell’Opera lirica italiana, se poi l’evento non viene pubblicizzato e promosso con un’attenta campagna pubblicitaria per non accontentarsi del solito pubblico di nicchia?”.

“La giunta Dotta, interpellata dalla consigliera Olivieri e dal marito e registra Mauro Pagano, ha esposto le proprie perplessità in relazione ai costi-benefici della manifestazione sottraendosi nel continuare a sostenere tale evento (non economicamente – il Comune di Cengio ha sempre contribuito in termini di permessi, documentazione e soprattutto tramite l’intermediazione con il principale sponsor, ovvero Eni-Syndial), senza però negare, né tantomeno vietare, lo svolgimento dell’edizione 2019: è scelta personale degli organizzatori di Cengio in Lirica quella di non proseguire con l’edizione 2019”.

“È in fase di definizione il ricco cartellone culturale per l’anno 2019 (per cui la consigliera di minoranza Olivieri ha declinato l’invio a contribuirne alla realizzazione, ricevuto già a luglio 2018 della neo eletta giunta Dotta) in cui spicca, fra gli altri, un ambizioso progetto che vede l’amministrazione al lavoro già da diversi mesi e per la quale saranno coinvolte tutte le realtà locali. Non è pertanto possibile per questa giunta sostenere lo sforzo umano e organizzativo di entrambi i progetti considerata la complessità degli stessi e considerato il fatto che, visto il contesto economico in cui attualmente ci troviamo, prediligiamo destinare insostituibili sponsor per eventi centrali che possano accogliere un pubblico vario e più ampio e che coinvolgano interamente le attività commerciali del paese (come successo per la nuova Fiera d’Inverno e Mercatini di Natale del dicembre scorso o come per Zucca in Piazza nel mese di ottobre) piuttosto che eventi, sì culturali, ma per un pubblico di nicchia e volti a mettere in risalto più le proprie capacità professionali piuttosto che l’immagine di Cengio” conclude il Comune nella sua nota.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.