IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

CarnevaLöa, la Granfondo di Laigueglia e “Citrus” a Savona: un’esaltante domenica di eventi in provincia

A Celle il cimento invernale, ad Ortovero il primo Memorial "Giovanni Lai"

Provincia. Che spasso! Non si può dire altrimenti per “navigare” nell'”infinito” mare di eventi che la vostra agenda di fiducia IVG Eventi ci regala in questa insolitamente mite e soleggiata domenica di fine febbraio.

Si conclude il mese di certo più pazzo e colorato dell’anno: Loano, infatti, farà festa ancora per un’intera giornata con l’esplosione e la vitalità dei colori delle maschere del CarnevaLöa. “Il Carnevale più grande della Liguria” sarà chiuso dall’ambitissimo Palio dei Comuni: sul lungomare sfileranno e si contenderanno la vittoria i carri allegorici realizzati dai cartapestai dei comuni aderenti alla manifestazione. L’adrenalina metterà in moto, invece, i tantissimi ciclisti, tra i quali il campione Damiano Cunego, che pedaleranno lungo le strade di Laigueglia e dintorni per aggiudicarsi l’attesissima Granfondo Internazionale.

A Savona grazie al festival “Citrus” sarà possibile “seguire” i profumi e assaporare i sapori dei migliori agrumi liguri e non solo, vere e proprie “vitamine per l’agricoltura e il turismo”, come recita lo slogan del progetto “Mare di Agrumi”, nell’ambito del quale si svolge la manifestazione. Tempo di “immersioni” a Celle Ligure nelle “chiare, fresche e dolci acque” del mare: nella località ponentina gli appassionati del cimento invernale non vedono l’ora di anticipare l’estate.

Il famoso mandolinista Carlo Aonzo e il virtuoso chitarrista Roberto Margaritella saranno gli artisti d’onore a Finalborgo con un eccezionale concerto “per 14 corde”. Infine Ortovero ricorda con un’emozionante gara di kickboxing l’indimenticato Giovanni Lai, valido per le selezioni per l’Oktagon Match K1 Pro.

carnevaloa 2019

Loano. Si concluderà domenica 24 febbraio dalle ore 15 con il Palio dei Comuni la 28esima edizione del CarnevaLöa, la grande manifestazione organizzata dall’Associazione “Vecchia Loano” con il contributo dell’Assessorato a Turismo e Cultura del Comune. Sfileranno sul lungomare e si contenderanno la vittoria i carri allegorici realizzati dai maestri della cartapesta dei comuni rivieraschi e dell’entroterra che hanno aderito alla manifestazione: Biancaneve (Pieve di Teco), Scooby Doo (Borghetto Santo Spirito), Grock il Re dei Clown (Ortovero), Lasciateci lavorare, ma non troppo (Bardino Vecchio, vincitore dello scorso anno con il carro Viva la Foca), Ferrari (della Pista Drift Kart di Albenga, fuori concorso).

Ci saranno anche i carri di rappresentanza dei borghi di Loano che il 17 febbraio hanno dato vita al Palio dei Borghi: Planes (piazza Rocca G.S. Team) e Wonderland (Mazzocchi), vincitori a pari merito, e poi Up (Prigliani), Harry Potter (Meceti), Queen (Borgo di dentro). Sfileranno anche il carro di Vecchia Loano con la Torre dell’Orologio e Palazzo Doria e “scortato” dalle maschere loanesi Beciancin (maschera ufficiale del CarnevaLöa) Capitan Fracassa (maschera ligure della Commedia dell’Arte), Puè Pepin (il Re del Carnevale) e la Principessa Doria del Castello, e Lego School, il carro delle scuole Rossello di Loano dedicato a tutti i bambini. Quest’anno c’è anche la “Beccian Car”, la macchina a “rigadera”, ossia a forma di annaffiatoio, cioè il simbolo di Beciancin.

A stabilire i vincitori una giuria composta da esperti rappresentanti dei carnevali liguri. La sfilata sarà trasmessa in diretta su Facebook (@Carnevaloa). Parteciperà la Filarmonica di Ventimiglia. Conduce Stefania Vivioli. Presso la Casetta dei Lavoratori del Mare si potranno gustare le deliziose “bugie” preparate dalla Confraternita delle Cappe Bianche.

Laigueglia, Granfondo

Laigueglia. Domenica 24 febbraio dalle ore 9 torna la Granfondo Internazionale Laigueglia, una delle gare più amate della Riviera delle Palme, terra di turismo e ciclismo. Da quest’anno la manifestazione sarà nobilitata anche dalla presenza di Damiano Cunego, il quale, oltre ad essere il testimonial ufficiale della Granfondo Internazionale Gavia e Mortirolo, ha deciso di legare la propria immagine a tutte le gran fondo organizzate dal Gruppo Sportivo Alpi. Il “Piccolo Principe”, trionfatore del Giro d’Italia 2004 e vincitore di tre Giri di Lombardia e un’edizione della classica olandese Amstel Gold Race, sarà dunque alla partenza anche della Gran Fondo Laigueglia.

Appartenente al consorzio Formula Bici la Granfondo presenta sul proprio percorso tante salite brevi che rendono la gara sempre divertente: 113 chilometri, 1.667 metri di ascesa e 1.512 di discesa, 500 metri di altimetria massima. Colla Micheri sarà l’ultima salita di un tracciato che non presenta una vera e propria pianura, come avviene normalmente nella geografia del territorio ligure. Sono previsti tre ristori in località Onzo (km 45), Ligo (km 67) e Testico (aperitivo – km 84).

Lo scorso anno il successo andò a Paolo Castelnuovo (Asd Team MP Filtri), che ebbe la meglio su Igor Zanetti (Scott TEAM Granfondo) e Dario Giovine (Team Isolmant). Tra le donne Manuela Sonzogni (Team Isolmant) prevalse su Annalisa Prato (Team De Rosa Santini) e Valentina Carretta (Asd Team ALL4Cycling BDC). Ma alla Gran Fondo Internazionale Laigueglia l’albo d’oro conta poco. Molto più importante lo spirito aggregativo che da sempre contraddistingue gli eventi organizzati dal GS Alpi.

Profeta del ciclismo per tutti, quello avulso dalle logiche agonistiche e sempre proteso verso la cultura del divertimento e della condivisione, Vittorio Mevio, anima e cuore della rassegna ligure, non conosce neppure i nomi dei vincitori: “Verissimo, non mi interessa chi vince! Le nostre granfondo nascono in base a principi diversi in cui al primo posto c’è sempre il piacere di stare insieme. Tutto il resto lascia il tempo che trova”.

Uno dei punti di forza della gara è la sicurezza dei partecipanti, con l’intero percorso chiuso al traffico e un’organizzazione meticolosa, il controllo della competizione con sistemi satellitari e il concorrente posto sempre al centro dell’attenzione. Non è un caso che nelle granfondo organizzate dal GS Alpi la percentuale di atleti che tagliano il traguardo si aggira attorno al 91 – 92%. Un dato significativo che dimostra come le condizioni ambientali e di sicurezza siano realmente calibrate in base alle esigenze di chi corre.

A Savona inaugura il Living Lab, il giardino degli agrumi

Savona. Quattro territori, sette agrumi, andata e ritorno, perché grazie agli agrumi i protagonisti diventano i territori dove quei frutti nascono. Vere e proprie “vitamine per l’agricoltura e il turismo”, come ben esplicitato dallo slogan del progetto “Mare di Agrumi”, nato nell’ambito del programma di cooperazione marittima Italia – Francia 2014 – 2020. Tra gli obiettivi quello di aumentare la competitività delle micro, piccole e medie imprese dell’area transfrontaliera (Alto Mediterraneo) nei settori agricolo, agroalimentare e del turismo sostenibile attraverso la valorizzazione di un prodotto di qualità comune a tutti i territori del progetto: l’agrume.

I sette agrumi protagonisti, tra cui il Chinotto di Savona e l’Arancio Pernambucco di Finale Ligure per la Liguria – sono stati trasformati in altrettanti personaggi fantastici provenienti dal magico mondo del circo con una storia particolare per ciascuno. Proprio come i territori, che sono tutti da raccontare e da vivere.

Con l’obiettivo di far partecipare cittadini e operatori commerciali è nato“Citrus” – Festival degli Agrumi, che coinvolgerà il centro storico di Savona sabato 23 e domenica 24 febbraio. Sono tante le iniziative in programma per questa prima edizione di una manifestazione che, valorizzando il Chinotto, uno dei prodotti di eccellenza del nostro territorio, potrà diventare elemento di promozione di tutta la città.

Sabato 23 febbraio dalle 11 alle 23 e domenica 24 febbraio dalle 10 alle 19 al Mercato Civico due giorni di fiera, eventi, degustazioni, laboratori, show cooking. Sabato 23 dalle 16 alle 22:30 il cuore della città sarà protagonista con spettacoli circensi a cura della Compagnia del Teatro Scalzo tra la Darsena e il centro storico, per culminare in serata sul palcoscenico naturale di piazza del Brandale, che già dal pomeriggio ospiterà il Ludobus e il laboratorio di circo per intrattenere famiglie e bambini (a cura di Progetto Città). Oltre quaranta negozi, bar e ristoranti hanno aderito partecipando con vetrine a tema, prodotti, aperitivi e menù dedicati.

Domenica 24 febbraio spazio anche allo sport con la Pedalata degli Agrumi: appuntamento in piazza Sisto IV alle 9:45 per una pedalata non competitiva a cura di FIAB in un percorso di circa 10 km che si concluderà al Mercato Civico con una spremuta offerta a tutti i partecipanti. Tra gli eventi collaterali: dal 16 al 24 febbraio presso il Museo Civico di Palazzo Gavotti l’esposizione delle copie originali del “Traité du Citrus” e di “In memoriam” di Giorgio Gallesio, autore della “Pomona italiana” (1892), in collaborazione con la Biblioteca Civica “Anton Giulio Barrili”.

Cimento 2019 Finale Ligure

Celle Ligure. Le previsioni del tempo sono favorevoli e ci sono già numerose adesioni: per questo la quarantasettesima edizione del Cimento Invernale di Celle Ligure, in programma per domenica 24 febbraio, sarà da record!

L’evento promosso dallo Sporting Club Pesca Sportiva di Celle Ligure in collaborazione con il Comune avrà inizio alle ore 10 con il ritrovo dei partecipanti presso il cabinone dello Sporting Club in piazza del Popolo.

Collaborano alla gestione organizzativa la Croce Rosa Cellese e l’Associazione Volontari Protezione Civile “Tonino Mordeglia”. L'”ora X” per il tuffo è fissata per le 11:30 sull’arenile antistante il centro storico. Al termine della manifestazione ci sarà la premiazione di tutti i partecipanti e un rinfresco.

Carlo Aonzo

Finale Ligure. Domenica 24 febbraio alle ore 17 presso l’Auditorium Santa Caterina a Finalborgo terzo appuntamento della seconda edizione dei “Pomeriggi Musicali”, rassegna organizzata dalla Società dei Concerti di Finale Ligure con il sostegno dell’Assessorato comunale alla Cultura e la collaborazione di Finalborgo.it.

Sarà la volta di Carlo Aonzo al mandolino e Roberto Margaritella alla chitarra, affiatatissimo duo che proporrà un intrigante programma virtuosistico per le “14 corde”. Nelle formazioni cameristiche con chitarra il duo con il mandolino ha di certo una resa di tutto rispetto e alla creazione del suo nutrito repertorio originale hanno contribuito compositori del calibro di Nicolò Paganini. Ma anche in ambito popolare questo connubio di corde ha sempre detto la sua, pure coadiuvato da un ispirato Raffaele Calace che lo ascrive a miglior veicolo per rappresentare la struggente intensità della musica napoletana.

Oggi molti compositori si rivolgono a questo duo che, meglio di qualsiasi altro, riesce a rappresentare la “terra di mezzo” della nostra musica: tra classica e popolare; e, tra loro, non sono pochi quelli che hanno scritto pensando proprio a Carlo Aonzo e Roberto Margaritella che vantano un’intensa attività concertistica a livello internazionale. Formatosi nel 2014, il duo ha suggellato il sodalizio su palchi di fama quale il Fiuggi International Guitar Festival, Cremona Mondo Musica e nel 2016 il Mottola Festival.

Kassidi Soufiane

Ortovero. Il Team Olimpia di Villanova d’Albenga con il patrocinio del Comune di Ortovero presenta la prima edizione del Memorial “Giovanni Lai”, torneo di selezioni per l’Oktagon Match K1 Pro – Grappling MMA Pro – Muay Thai, organizzato in ricordo del giovane atleta della società sportiva ingauna scomparso tragicamente a causa di un incidente stradale a Cisano sul Neva. Oktagon è una manifestazione di kickboxing che si tiene al Forum di Assago da oltre vent’anni e alla presenza di 16mila spettatori, “una delle migliori di questa disciplina in Italia”, come dichiara Valter Orrù, campione di kickboxing e organizzatore del memorial.

Domenica 24 febbraio presso il palazzetto dello sport di Ortovero alcuni dei più grandi campioni provenienti dal Nord Italia (nello specifico Liguria, Lombardia e Piemonte) e anche dall’estero si sfideranno duramente in uno spettacolare combattimento ad alti livelli. Dalle ore 18 si daranno battaglia i Dilettanti mentre alle ore 20 avrà inizio la serata con il Galà dei Professionisti.

Sul ring il villanovese Simone Iacovelli (62 kg), atleta del Team Olimpia, combatterà contro Vincent Ierardi del Kombat Team Alassio. Dall’altra parte del tabellone Francesco Bartoloni del Team Fight Club Firenze se la vedrà contro Davide Cavarra del Team Narayan Genova. I vincitori di queste due semifinali si troveranno l’uno contro l’altro in finale: solo uno vincerà e potrà accedere alle selezioni nazionali Oktagon. Per quanto riguarda gli altri sportivi tra i semiprofessionisti K1 Fight Code spicca il nome di Hilia Ammed mentre tra i professionisti quello Kassidi Soufiane (73 kg K1) del Team Olimpia.

Il ricavato dell’evento sarà totalmente devoluto in beneficenza alle scuole di Ortovero e alla Croce Bianca di Villanova d’Albenga. Inoltre ci sarà spazio anche per l’intrattenimento: ospite della serata sarà infatti la scuola di danza Riva Dance Academy di Albenga, che presenterà tre piccole coreografie di balli caraibici e hip hop sul ring del palazzetto.

Albenga. Nuovo appuntamento con la Kronostagione: domenica 24 febbraio alle ore 17 allo Spazio Bruno andrà in scena “fratello+sorella” di Kronoteatro, spettacolo liberamente ispirato ad “Hänsel und Gretel” dei fratelli Grimm (fuori abbonamento).

Con Tommaso Bianco, Andrea Conserva e Viola Lo Gioco, “fratello+sorella” è una lettura onirica della fiaba dei fratelli Grimm che analizza la solitudine, le ansie, le paure dei ragazzi che non vengono aiutati a crescere, ad essere indipendenti. Un mondo buio e spaventoso che dobbiamo abitare e combattere come prova iniziatica per poter preparaci alla maturità, alla vita.

La conosciuta storia di Hänsel e Gretel, fiaba iniziatica per eccellenza, viene, in questa messinscena, contaminata con altri racconti per bambini dei fratelli Grimm, nelle quali ricorrono temi, simboli e immagini comuni: il bosco, sentiero obbligato in un percorso di crescita, il cibo, che manca e che è trappola per gli affamati, le matrigne, crudeli soggiogatrici di padri inesistenti e le streghe cieche, affamate e cannibali. 
I protagonisti di questo spettacolo, abbandonati dai simulacri immobili dei genitori, dovranno attraversare un freddo bosco di lamiere, abitato solo da uccelli notturni e rapaci.

“fratello+sorella” è uno spettacolo che lascia molto spazio all’immagine e all’atmosfera nel tentativo di raccontare una storia tanto vecchia quanto carica di significati nascosti e allegorie misteriose”, spiega Kronoteatro. La regia è di Maurizio Sguotti, le scene e i costumi di Francesca Marsella e le musiche di MaNu!.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.