IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carnevale a Loano, tributo a Gaber a Noli e le favole di Rodari a Finale: la fantastica domenica di eventi in provincia

A Savona musica psichedelica, a Sassello si racconta la vita nell'entroterra

Provincia. Sarà variegata come i gusti dei gelati questa domenica 10 febbraio, “baciata” da un inverno ormai non più rigido come nelle settimane scorse, che ci permette di stare con più voglia all’aria aperta e partecipare così al “turbinio” di eventi che ci presenta l’agenda più seguita in provincia di Savona: IVG Eventi.

Festoni, costumi “di scena”, bugie (quelle “buone”!) e tanto “casino” saranno le peculiarità del più grande carnevale della Liguria: il CarnevaLöa. Loano va pazza, infatti, per questa manifestazione, che alla sua 28esima edizione continua a divertirci con la scoppiettante Pentolaccia in compagnia delle maschere ufficiali del carnevale.

Giornata delle grandi occasioni a Noli. Al Teatro Defferrari è attesissimo il talentuoso cantautore piemontese (ma tanto apprezzato anche da noialtri liguri) Gian Piero Alloisio, che omaggerà con un suo personalissimo spettacolo un mostro sacro della musica italiana: il “maestro” Giorgio Gaber. Un altro teatro, quello delle Udienze di Finalborgo, dedica il pomeriggio ai sogni e alla tenerezza dei più piccini: l’Associazione Baba Jaga ha messo sù uno spettacolo che rievoca le magiche favole di Gianni Rodari.

Ancora note e pentagrammi, questa volta a Savona, dove i ritmi psichedelici e “ipnotizzanti” dei Bad Bite of Beat ci trasmetteranno delle forti emozioni… roba da tenersi forte! Se invece avete voglia di viaggiare con le parole scritte recatevi a Sassello: lo scrittore Stefano Frino vi parlerà de “Il gallo nella borsa”, un bellissimo spaccato della vita nell’entroterra ligure.

carnevale bambini loano

A Loano è ancora tempo di spassosissimo divertimento con il CarnevaLöa: il carnevale più grande della Liguria continua la sua grande festa con carri, maschere, scherzi e lazzi, musica e rumore, come dev’essere un vero carnevale! Uno spettacolo fatto di danze, colori, eventi folcloristici, carri allegorici maestosi e satirici, gruppi mascherati e battaglie di coriandoli per tutti. L’euforia, l’allegria e l’atmosfera magica sono le caratteristiche salienti di questo evento che riesce sempre ad essere memorabile e imperdibile.

La manifestazione in maschera è vissuta con grande partecipazione da tutti, abitanti e turisti, grandi e piccini, grazie al ricco programma fatto di spettacoli, musica e divertimento di ogni genere e per ogni gusto è in grado di coinvolgere chiunque.

Dopo l’ufficialissima Consegna delle Chiavi alle tradizionali maschere del Carnevale loanese e la spassosissima “versione” dedicata ai più piccoli, domenica 10 febbraio dalle 15 in piazza Rocca saranno ancora i bambini i protagonisti con il Carnevale a loro dedicato: potranno infatti cimentarsi nel gioco della Pentolaccia alla presenza de “U Beciancìn”, Re del Carnevale e maschera ufficiale del Carnevalöa, e “U Puè Pepin”, la maschera tradizionale del carnevale a Loano, con animazione dei Matti da Legare. In programma inoltre tantissimi giochi e balli e una dolce e gustosa merenda per tutti. L’evento è organizzato dall’Associazione Vecchia Loano nell’ambito della 28esima edizione del CarnevaLöa.

Ma la festa non finisce qui! Domenica 17 febbraio si terrà l’attesissima sfilata dei carri allegorici sul pittoresco lungomare con la partecipazione della Banda Musicale di Pompeiana, delle majorette e dei gruppi in maschera a piedi. I carri realizzati dagli artigiani del carnevale e ispirati ai fatti di attualità e alla satira partiranno alle 15 da campo Cadorna, percorreranno corso Roma e raggiungeranno piazzale Mazzini, dove faranno inversione per tornare al punto di partenza. Nel corso della sfilata si svolgerà il Palio dei Borghi, competizione carnevalesca che coinvolgerà i carri in rappresentanza dei borghi di Loano.

Gian Piero Alloisio musicista

Noli. Domenica 10 febbraio alle ore 17 presso il Teatro Defferrari Gian Piero Alloisio andrà in scena con uno spettacolo di teatro canzone in ricordo di Giorgio Gaber dal titolo “Il mio amico Giorgio Gaber”, con canzoni di Gaber – Luporini e Alloisio – Gaber.

Ogni volta che ne ha parlato pubblicamente, Giorgio Gaber ha definito Alloisio “il mio amico Gian Piero”. A quindici anni dalla scomparsa dell’inventore del Teatro Canzone Alloisio ricambia l’affettuoso omaggio con un tributo specialissimo.

Nel settembre 2017 Gian Piero Alloisio ha pubblicato “Il mio amico Giorgio Gaber” (UTET), un libro pieno di nuovi aneddoti divertenti e commoventi e di fatti mai pubblicati che ci raccontano, soprattutto, Gaber come persona. Gaber a casa, Gaber in famiglia, Gaber in camerino, Gaber con i suoi musicisti e i suoi tecnici, Gaber con Luporini, Battiato e Guccini. Gaber e Alloisio alle prese con iniziative culturali coraggiose e tragicomiche insieme. Un Gaber non sempre da solo sul palco, ma autore, con lo stesso Alloisio, per altri artisti come la moglie Ombretta, Arturo Brachetti, Enzo Jannacci. Gaber regista e produttore. Gaber, curioso e spaesato, alle prese con l’universo femminile. Questo tributo affettuoso a un uomo non superficiale, che nacque come spettacolo nel 2013, torna sul palcoscenico con rinnovato entusiasmo.

Gli ingredienti dello spettacolo sono le tantissime canzoni evocate dal racconto, canzoni di Gaber e Luporini ma anche quelle scritte da Alloisio, Gaber e Guccini per il mitico spettacolo “Ultimi viaggi di Gulliver”, canzoni che appartengono a periodi e stili musicali molto diversi: da “La ballata del Cerutti” a “Ora che non sono più innamorato”, da “La strana famiglia” a “La libertà”, da “L’illogica allegria” a “Non insegnate ai bambini”, il commovente brano testamento dell’artista.

Finale Ligure. Continua la Rassegna Teatrale Ragazzi 2018 – 2019 organizzata dall’Associazione Baba Jaga e promossa dal Comune di Finale Ligure presso il Teatro delle Udienze di Finalborgo. Domenica 10 febbraio alle ore 16:30 andrà in scena lo spettacolo “Servizio favole”, rivolto ai bambini dai 3 agli 8 anni d’età.

Lo spettacolo è prodotto da Tedacà – Compagnia dei Demoni, con testo e regia di Simone Schinocca, in scena Valentina Aicardi, Francesca Cassottana, Giulia Guida e Valentina Renna, scenografie e costumi di Sara Brigatti, coordinamento tecnico di Giuseppe Venuti. Liberamente ispirato alle favole e filastrocche di Gianni Rodari, “Servizio favole” è uno spettacolo ironico che utilizza i linguaggi di teatro e danza con un cast tutto al femminile.

“La ragione per cui abbiamo pensato a questo nuovo spettacolo è perché spesso nella società l’errore viene demistificato, quando è invece lecito comunicare ai bambini che nella vita si può sbagliare o cadere, ciò nonostante è possibile rialzarsi e andare avanti più forti di prima – spiega l’associazione culturale – Il messaggio di ogni microstoria è difatti l’elaborazione dell’errore come possibile strumento di apprendimento e maturazione della personalità dei bambini, fermi in alcuni casi nell’inazione per paura di sbagliare”.

Cosa narra lo spettacolo? Leggete la trama qui.

Bad Bite of Beat cover band

Savona. Sabato 9 febbraio alle ore 20 presso i Nuovi Giardini Serenella si esibiranno i Bad Bite of Beat per l’appuntamento aperitivo – concerto.

Band psichedelica da sentire e vedere, la pulizia del suono inconfondibile della chitarra di Albertino Caroti si fonde con lo show indemoniato di Alberto Rovella che sul palco urla, balla, ride e canta (anche), coinvolgendo il pubblico in un vero e proprio show di due ore in cui il tempo è scandito in modo preciso e rigoroso dalla ritmica affidata alle sapienti mani di Massimo Zamagni alla batteria e Oreste Lo Giudice al basso.

Guest star della serata Giampiero Levratto alle tastiere (Il Triangolo, I Capovolti, etc.). La cucina dei Serenella sfornerà deliziosi manicaretti caldi e freddi.

Libri, musica o film?

Sassello. Sabato 9 febbraio alle ore 21:15 presso la Sala Combattenti e Reduci in vico Concezione si terrà la presentazione del volume “Il gallo nella borsa” di Stefano Frino, edito da Marco Sabatelli Editore di Savona.

Il volume è uno spaccato della vita nei paesi dell’entroterra ligure in cui è facile riconoscersi e proprio per questo sta riscuotendo un inaspettato ma meritato successo di vendite. Racconti che hanno protagonisti personaggi che vi sembrerà di conoscere da sempre e con aneddoti di un’adolescenza e una gioventù a stretto contatto con la natura di Sassello: le battute a funghi, le partite a pallone, le discese al mare, i primi approcci con il gentil sesso.

Durante la serata l’autore sarà a disposizione per firmare le copie e parlare dei suoi racconti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.