IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carlo Freccero ospite a Pietra Ligure: “Ad un giovane direi il web, ma la tv generalista è ancora importante” fotogallery

Il noto scrittore e direttore di Rai 2 protagonista di un incontro sui media al cinema-teatro "Moretti"

Pietra Ligure. “Ad un giovane direi di puntare sul web, tuttavia la tv generalista mantiene e manterrà ancora un suo ruolo e i due media svilupperanno sempre più interazioni reciproche”. A dirlo oggi a Pietra Ligure Carlo Freccero, importante autore di libri sulla comunicazione, professore universitario, attuale direttore di Rai2, ospita di un incontro organizzato dalla biblioteca civica comunale e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietra Ligure che si è svolto oggi pomeriggio al cinema-teatro “Moretti”.

Freccero pietra ligure

Presente il sindaco di Pietra Ligure Dario Valeriani e altri amministratori locali, con il primo cittadino pietrese che ha fatto gli onori di casa introducendo l’evento culturale, dal titolo: “Il futuro della tv nell’epoca del web”.

In una intervista condotta da Felice Rossello, anch’egli autore televisivo e scrittore savonese, Freccero ha ripercorso le fasi della sua carriera e dello sviluppo della televisione generalista, parlando poi del futuro del piccolo schermo, per alcuni ormai “schiacciato” da internet.

“Sicuramente il web sta condizionando la televisione, a livello di contenuti, di persone e di idee: per questo si sta affermando una ibridazione tra i due media, con la tv che cerca di prendere il meglio… Anche perchè la tv generalista è sempre importante e lo dimostrano anche gli ascolti, ma sta vivendo una fase di transizione legata proprio all’influenza del web, cercando ancora una vera e nuova collocazione”.

“Rispetto agli Stati Uniti, ad esempio, siamo ancora lontani, ad esempio, a modelli interattivi che sviluppano piattaforme mediali con palinsesti personalizzati. E poi ci sono i social… Da una parte per i reality rappresentano quasi un coro greco, dall’altro è spesso spunto per la controinformazione”.

E infine una battuta sul Campus universitario di Savona e i giovani: “Sicuramente l’università e i corsi savonesi funzionano e stanno dando ottimi risultati: sappiamo che alcuni studenti si sono affermati professionalmente, è innegabile che la selezione c’è e non c’è posto per tutti…” conclude Freccero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.