IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo fa da cornice al nuovo progetto artistico ed editoriale dei giovani Simone Paccini e Andrea Viglietti

"Undici quadri che non esistono" è il libro ispirato al mito di Teseo pubblicato dal fotografo e dal poeta

Cairo Montenotte. Due stili diversi che si intrecciano, un poeta e un fotografo che si incontrano una sera per caso e si capiscono all’istante per dare forma ad un progetto artistico nuovo e originale. “Undici quadri che non esistono”, questo il titolo del volume fresco di stampa realizzato da due giovani cairesi, Andrea Viglietti e Simone Paccini, in cui gli scenari d’introspezione raccontati in versi dal primo sono stati illustrati dagli scatti d’autore del secondo.

Andrea Viglietti è uno studente della facoltà di lettere di Torino. Dal 2014, quando ancora frequentava il liceo Calasanzio e non aveva ancora idea di cosa fare nella vita, si è avvicinato alla poesia, che per lui ben presto è diventata uno strumento per esprimere ciò che aveva dentro. Simone Paccini, invece, è un fotografo editoriale di moda e lavora a Milano. Entrambi cairesi e quasi coetanei si conoscono da tempo, ma la scintilla artistica è scattata soltanto poco più di un anno fa.

“Ho deciso di riscrivere il percorso della mia adolescenza con una tecnica precisa, quella dell’Ekphrasis, ovvero come stessi descrivendo dei dipinti che però non esistono – spiega Viglietti – In altre parole, ho diviso il mio viaggio in una sequenza di immagini e ho scritto una poesia per ciascuna di esse, proprio come se fossero quadri. L’ultimo tassello è stato il mito di Teseo. Mi sono accorto che in questa storia si cela quella del viaggio di ogni adolescente: una discesa nel labirinto della propria interiorità, per affrontare il Minotauro che ci portiamo dentro”.

“Gli scatti sono quasi tutti realizzati a Cairo, con personaggi cairesi – sottolinea Paccini – Il libro, inoltre, contiene una sezione dedicata al backstage di questo progetto, ossia il percorso compiuto per cucire addosso ad ogni poesia l’abito più calzante, con la descrizione di luci, effetti e ambienti”.

Il libro, pubblicato a Milano, si può trovare nel punto vendita Zunino Hi-Fi di corso Martiri della Libertà, e verrà presentato a breve sia nel capoluogo lombardo, sia a Torino, ma naturalmente anche a Cairo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.