IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Più di 10 centimetri di neve in Valbormida, allerta meteo prolungata fotogallery

Quella arancione terminerà alle 21 anziché alle 18, domani allerta gialla dalle 8 alle 18

Liguria. La perturbazione sulla Liguria continua a portare neve nell’entroterra di centro-Ponente, piogge diffuse, locali episodi di gelicidio (possibili nelle zone al confine fra neve e pioggia) e mareggiate su tutte le coste. Per questo Arpal ha deciso di prolungare l’allerta meteo sulle zone D (l’entroterra savonese) e comuni interni di B (il territorio non costiero che va da Spotorno a Varazze): l’allerta arancione, che avrebbe dovuto concludersi alle 18, terminerà invece alle 21, e per domani è stata diramata una nuova allerta gialla tra le 8 e le 18.

Sulla costa tra Spotorno e Varazze, invece, l’allerta gialla per meteo si è conclusa come previsto alle 13; a partire dalle 14, però, e fino a mezzanotte, entrerà in vigore una nuova allerta gialla, questa volta per pioggia.

Nelle ultime ore, dopo che i fiocchi si sono affacciati ieri sera sui quartieri collinari genovesi e comunque a ridosso della costa, le neve è stata protagonista nelle zone appenniniche in particolare della parte centrale della regione e del Ponente, con precipitazioni che hanno interessato la Valle Scrivia, la Valle Stura (con accumuli anche tra i 10 e i 15 centimetri), la Val Bormida (anche qui con accumuli sopra i 10 centimetri).

Spostandosi verso Levante, invece, nell’entroterra si sono verificati episodi di gelicidio mentre la pioggia, generalmente debole ma continua, ha caratterizzato le zone costiere. Per quanto riguarda le temperature intorno alle 11, sulla costa i termometri indicavano valori generalmente sui 3-4 gradi nel genovese e nel savonese, più elevati (7-8 gradi nell’imperiese) mentre i venti meridionali stanno facendo sentire i loro effetti nello spezzino: Levanto, sempre alle 12.30, registrava 14.7 gradi.

“Quella di oggi è, dunque, una giornata meteorologicamente molto complessa, con molteplici fenomeni nelle diverse parti della regione” spiegano da Arpal da dove aggiungono: “Sono attese precipitazioni diffuse, sotto forma di pioggia sulla costa e soprattutto neve nell’interno di centro-ponente. Le precipitazioni potranno avere carattere di rovescio o temporale, con cumulate anche elevate agli estremi della regione, ed effetti idrologici sui piccoli bacini del centro Levante e sui medi e grandi di C (dunque la parte più orientale della regione). Nelle aree di confine fra la pioggia e la neve, potrebbero ancora verificarsi locali episodi di gelicidio. Sul centro non si escludono spolverate nevose in possibile sconfinamento lungo la costa. Venti in rinforzo con raffiche fino a 80/100 km/h e mareggiata su tutta la costa. Nella notte qualche ora di tregua, prima che un nuovo impulso perturbato, meno persistente di quello odierno, porti ancora precipitazioni sulla Liguria nella giornata di domani: cominceranno al mattino a ponente, in estensione verso levante”

Questo il riassunto dei fenomeni previsti dall’avviso meteorologico emesso in mattinata da Arpal:

OGGI, VENERDI’ 1 FEBBRAIO: Piogge diffuse anche a carattere di rovescio/temporale, intensità moderate su CE, cumulate significative su B, elevate su ACE. Bassa probabilità di temporali forti. Nevicate moderate su interno AB, e DE, possibili spolverate nevose su costa di B. Possibili locali episodi di gelicidio, più probabili su E e interno di BC. Venti forti, da Nord su ABDE, meridionali su C, con locali raffiche fino a 80/100 km/h. Mare in aumento fino agitato, mareggiate su tutte le coste. Disagio fisiologico per freddo su BDE.

DOMANI, SABATO 2 FEBBRAIO: Attenuazione delle precipitazioni nel corso delle prime ore della notte e nuova ripresa da Ponente al mattino. Piogge diffuse, significative su ABCE, anche a carattere di rovescio/temporale, fino alla sera, bassa probabilità di isolati fenomeni forti. Deboli nevicate a tutte le quote su D, interno di B e la parte occidentale di E. Venti forti da Nord su ABDE, da Sud su C. Mare agitato, mareggiate su tutta la regione, in lento calo. Disagio fisiologico per freddo su BDE.

DOPODOMANI, DOMENICA 3 FEBBRAIO: Lento allontanamento della perturbazione con ancora la possibilità di deboli e locali precipitazioni, a carattere nevoso nell’interno. Venti forti dai quadranti settentrionali. Permangono locali condizioni di disagio fisiologico per freddo nelle zone maggiormente esposte. Possibili gelate nelle ore notturne nell’interno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.