IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Albissola torna al successo: 2 a 1 in rimonta all’Arzachena risultati

Le reti di Cisco e Martignago ribaltano il gol subito da parte della squadra sarda, sempre sconfitta in partenza

Chiavari. Dopo tre sconfitte consecutive, l’Albissola era chiamata ad affrontare un’altra pericolante, l’Arzachena, una delle due sole squadre che seguono i Ceramisti in classifica. I sardi se la passano ancora peggio rispetto ai liguri: arrivano da ben sei partite perse di fila. In trasferta, in questo campionato, sono sempre stati sconfitti.

Una sfida importante nella lotta per la salvezza, nell’attesa di vedere come evolveranno le problematiche di Cuneo, Lucchese e Pro Piacenza, le cui disavventure societarie potranno giovare ad entrambe.

I liguri sono riusciti ad avere la meglio: dopo lo svantaggio subito al 29°, hanno pareggiato tre minuti dopo con Cisco e sono passati a condurre nel recupero. Poi, nel secondo tempo, i biancazzurri hanno gestito il vantaggio senza grossi rischi.

La cronaca. Claudio Bellucci schiera un 4-3-3 con Piccardo; Calcagno, Gargiulo, Oliana, Oprut; Oukhadda, Balestrero, Raja; Martignago, Cais, Cisco.

In panchina ci sono Bambino, Albertoni, Mahrous, Moretti, Gulli, Bezziccheri, Sibilia, Durante, Bartulovic, Damonte, Nossa, Silenzi.

L’Arzachena di mister Mauro Giorico si presenta con un 4-3-3 con Ruzittu; Arboleda, Baldan, Danese, Moi; Bonacquisti, Manca, Porcheddu; Ruzzittu, Cecconi, Sanna.

A disposizione ci sono Carta, Pini, La Rosa, Gatto, Onofri, Trillò, Diop.

Arbitra Alessandro Di Graci della sezione di Como, con l’assistenza di Antonio Vono (Soverato) e Costin Del Santo Spataru (Siena). Gli spettatori sono circa duecento.

Liguri con la classica tenuta bianca con banda trasversale azzurra sulla maglia; ospiti in completo blu.

Al 4° cross dalla sinistra di Danese, testa di Cecconi da distanza ravvicinata: centrale, para Piccardo.

All’8° punizione per gli ospiti da posizione interessante, se ne incarica Sanna; conclusione da dimenticare.

Al 13° Manca atterra Oukhadda e viene ammonito. Al 16°, invece è proprio il numero 17 albissolese a vedersi mostrare il cartellino giallo.

Calcagno, che dopo 2′ di gioco era stato medicato alla testa per una botta subita in un contrasto, non riesce a proseguire. Al suo posto, al 20°, entra Gulli.

Al 22° viene ammonito Cais.

Al 26° conclusione di destro di Martignago dal limite: Ruzittu para in due tempi.

Balestrero resta a terra, viene medicato ma non riesce a proseguire. Il suo posto, al 28°, viene preso da Damonte.

Al 29° Arzachena in vantaggio: Cecconi recupera un pallone approfittando in un’incertezza dei biancazzurri e in area calcia a rete battendo Piccardo. Albissola sotto 0 a 1. Protestano i liguri che chiedevano un fallo del numero 9 ospite, ma per l’arbitro la sua azione è stata regolare.

L’Albissola non ci sta e al 32° perviene al pareggio. Piccardo rinvia lungo, Martignago controlla e serve in profondità Cisco, in ottima posizione: il numero 21 non si fa pregare e fredda Ruzittu, realizzando la sua prima rete con la maglia dei Ceramisti. 1 a 1.

I locali insistono e al 34° Raja riceve un buon pallone, lo mette a terra e col destro va al tiro, di poco alto.

Poi, dopo il botta e risposta, l’intensità cala notevolmente. Le due squadre non affondano più i colpi e la partita scorre fino al 45° senza altri sussulti.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero. Nel secondo di questi, l’Albissola guadagna un rigore per un fallo di Danese su Damonte. Il difensore viene anche ammonito. Dal dischetto Martignago calcia centrale e potente: Ruzittu sfiora ma non basta per evitare la rete.

Al 48° biancazzurri in vantaggio per 2 a 1 sull’Arzachena. Ed è su questo risultato che le due squadre vanno al riposo.

Il secondo tempo parte con il calcio d’inizio dei locali.

Al 3° Cisco mette in mezzo per Cais che calcia al volo di destro: a lato.

Al 4° Gargiulo ferma irregolarmente Ruzzittu: punizione dai trenta metri. Baldan la calcia direttamente in porta, Piccardo blocca in due tempi; poi, c’è fallo sul portiere ligure.

L’Albissola continua a fare la partita e all’11°, su una ripartenza, Martignago dal fondo crossa per Cisco: colpo di testa, a lato.

Al 12° l’Arzachena si rende pericolosa. Sinistro insidioso di Sanna da posizione defilata, Piccardo lascia correre e ha ragione: palla sul fondo.

Al 19° fallo di Baldan su Cisco: ammonito. Al 26°, tra gli ospiti, entra Gatto al posto di Manca.

La squadra di mister Bellucci dà l’impressione di avere il controllo della partita. Il tempo scorre senza grosse emozioni.

Al 32° Silenzi e Bezziccheri prendono il posto di Martignago e Cais. Poco dopo, tra gli ospiti, entrano Trillò per Danese e Diop per Ruzzittu.

Nel finale di gara i sardi guadagnano metri e cercano di spingere alla ricerca del pari; l’Albissola è costretta sulla difensiva.

Al 39° Bonacquisti mette palla in rete, ma il gol è annullato per fuorigioco. Poco dopo Silenzi viene ammonito per un intervento su Moi.

Al 42° ancora un calcio da fermo per l’Arzachena: sinistro a giro di Arboleda, la palla esce a pochi centimetri dall’incrocio dei pali. Al 43° Gargiulo non riesce a fermare Sanna che in area calcia a rete: si oppone Oliana che respinge.

I minuti da recuperare sono tre. I Ceramisti difendono bene e non corrono più rischi.

Finisce 2 a 1 per l’Albissola, che ritrova il successo e sale a quota 20 punti in classifica.

Nel prossimo turno, domenica 10 febbraio alle ore 18,30, i biancazzurri saranno ospiti del Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.