IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, lo screen di Distilo “spaventa” i dipendenti del Comune: “Dovranno adeguarsi oppure buona mobilità”

Alcuni funzionari ingauni stanno valutando un esposto alla Procura per un post che però, in realtà, era stato scritto un anno fa

Più informazioni su

Albenga. “Vi assicuro che l’unica cosa che farò sarà quella di far capire ai nostri tecnici ciò che i cittadini davvero vogliono: in caso contrario non avranno vita semplice perché attraverso spostamenti e delibere con atti d’indirizzo si dovranno adeguare… nel caso in cui non dovessero farlo sapete cosa gli auguro? Buona mobilità“. E’ la “promessa elettorale” fatta un anno fa sui social network da Diego Distilo, all’epoca candidato a Ceriale (con Nicolangelo D’Acunto) e ora al lavoro ad Albenga insieme a Mauro Vannucci per allestire una lista civica che contrasti i candidati del Pd (Tomatis) e del centrodestra (Calleri): una “promessa” che da ieri sta causando pesanti malumori nel Comune ingauno.

L’incredibile messaggio, scritto il 30 marzo 2018, in realtà era rivolto agli elettori di Ceriale: “Non riesco proprio a capire – esordiva – amministrare un Comune vuol dire fare gli interessi dei cittadini cercando di far sì che i funzionari e i dirigenti (veri comandanti degli enti) capiscano ciò che la stragrande maggioranza dei cittadini vorrebbe. Invece ogni volta ci troviamo davanti ad amministratori scienziati che invece di contrastare il potere dei funzionari li assecondano usando tecnicismi che non conoscono neanche”. Ed è qui che arrivava la “promessa”, che metteva funzionari e dirigenti di fronte a un bivio: assecondare le richieste dell’amministrazione (in caso di eventuale vittoria di Distilo), oppure rischiare addirittura il posto di lavoro.

Il post nelle ultime ore è stato “screenshottato” da qualcuno che poi lo ha messo in circolo tra i dipendenti del Comune di Albenga. L’immagine riportava come data il 12 febbraio 2019, come orario le 19.19 e il post risultava scritto solo 7 minuti prima: una connotazione temporale che ha immediatamente fatto pensare fosse “attuale” e riferito quindi ovviamente alle elezioni ingaune. Da qui gli inevitabili malumori e le scintille a palazzo, al punto che alcuni funzionari stavano valutando l’ipotesi di fare un esposto alla Procura della Repubblica.

In mattinata è arrivato il chiarimento di Distilo, che ha personalmente contattato il sindaco Giorgio Cangiano per chiarire l’accaduto: quel messaggio era vecchio di un anno e non c’entrava nulla con Albenga, essendo invece riferito al Comune di Ceriale. Una precisazione che ha tranquillizzato alcuni dipendenti ma non tutti, visto che secondo i più critici quelle parole rifletterebbero comunque l’opinione che Distilo ha dei dipendenti pubblici.

Nel frattempo ad Albenga è caccia all’autore dello screenshot, che è riuscito a spacciare per attuale un messaggio di 11 mesi prima. Non è la prima volta, d’altronde, che qualcuno va a spulciare nel “passato social” di un avversario per poi tirare fuori dal cilindro post scomodi: ma questa volta l’equivoco sulla data è stato, se non espressamente cercato, sicuramente “sfruttato” per distorcere l’accaduto. “Non lascerò correre – promette Distilo – sono pronto a denunciare chi ha messo in circolo quella foto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.