IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga 2019, endorsement di Ripamonti (Lega): “Calleri ha le qualità giuste per essere sindaco”

E Ciangherotti: "E' la persona giusta per puntare alla riconquista del Comune di Albenga"

Albenga. “Gerolamo Calleri ha le caratteristiche giuste per essere sindaco di una città importante come Albenga”. Lo dice il senatore della Lega Paolo Ripamonti, che di ritorno dalla trasferta abruzzese a sostegno dei candidati del Carroccio alle regionali, ha voluto dedicare un pensiero all’ex presidente di Coldiretti che ora aspira a diventare primo cittadino di Albenga.

albenga comune

Un nome, quello di Calleri, condiviso sia dalla Lega che da Forza Italia. Una scelta che Ripamonti, di ritorno dal centro Italia, condivide per diverse ragioni: “Gerolamo Calleri è un amico, una persona che stimo, una persona di grande qualità morale ed intellettuale”.

La scelta di convergere su di lui, dunque, è stata quasi “naturale”. Le speranze nei suoi confronti sono molto alte: “E’ giunto il momento di riportare Albenga ad avere un sindaco della Lega”.

E a sostenere Calleri e la sua corsa è anche il capogruppo di Forza Italia Eraldo Ciangherotti, per lungo tempo ritenuto il candidato ideale del centro-destra: “Le prime dichiarazioni di Gerolamo Calleri, candidato sindaco del centrodestra unito ad Albenga, mi convincono sempre di più che la nostra coalizione ha trovato la persona giusta per puntare alla riconquista del Comune di Albenga. Gerolamo ha parlato di sicurezza, di sinergie tra agricoltura e turismo, punti che il gruppo di Forza Italia ha da mesi individuato come prioritari per garantire il rilancio sociale ed economico di Albenga”.

“La prossima settimana incontreremo Gero e il gruppo della Lega, davanti ad un bicchiere di pigato o ad una tazza di caffè (a noi piace dolce, non amaro), per vedere di stilare un programma serio, fattibile, con il recupero del Villino XXV Aprile da destinare a casa delle eccellenze agrituristiche, della ristorazione, del turismo e dell’agricoltura, per regalare ad Albenga un sogno che finalmente metta a sistema cultura, arte, saperi e sapori”.

E poi, rivolgendosi agli avversari: “Nel frattempo vorrei suggerire al centrosinistra di non giocare a nascondino, sappiamo tutti che il candidato sindaco Riccardo Tomatis è espressione del Pd e dei danni che ha provocato, a livello locale e nazionale; cercare voti a destra imbarcando personaggi di dubbia moralità e coerenza non incanterebbe nessuno, anzi, squalificherebbe ulteriormente il centrosinistra, destinato all’opposizione. Meglio andare, per le forze democratiche, allo scontro leale per evitare, in futuro, imbarazzanti trasformismi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.