IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Liguria del Gusto

Ad Albenga arriva la “Cucina bianca”

"Liguria del gusto e quant'altro" è la rubrica gastronomica di IVG, ogni lunedì e venerdì

Più informazioni su

E’ un itinerario enogastronomico lungo i sapori della transumanza, là dove “la montagna è ammantata di gente e animali”, come ha scritto Francesco Biamonti: è la Strada della Cucina Bianca, che attraversa la civiltà delle malghe delle Alpi Marittime. Fatta di farinacei, latticini e ortaggi di montagna poco colorati come le patate, i porri, l’aglio o le rape, il brusso e la toma, la “Cucina Bianca” si sviluppa tra Liguria e Piemonte (tocca anche Viozene e Ponti di Nava, frazione di Ormea), Italia e Francia (Brigue, Tenda) sui sentieri percorsi dai pastori e propone specialità come l’agliè, variante dell’aliolì provenzale, e il flan di scorzonera, le raviore (fagottini ripieni di erbe selvatiche) e gli “streppa e caccia là”, pasta strappata a pezzetti e gettata direttamente nell’acqua bollente, le turle, ravioli di patate e menta, e la «panissa» di piselli. Un itinerario di cultura, sapori, tradizioni.

Proprio la cucina bianca, abbinata musica e letture, sarà la protagonista della serata dal titolo “Cucina bianca, vino e #cosavuoichetilegga? Raviore, turle, suggelli, bruss, catarinette … raccontati tra passato e presente!” organizzata per venerdì primo marzo alle 20,30, al ristorante Sole Mare di Albenga, sul lungomare. In cucina una chef d’eccezione Patrizia Alessandri, generazioni di ristoratori a Cosio d’Arroscia, con l’aiuto di Leo. La cucina bianca sarà accompagnata da musica, buon vino il tutto condito dalla sapiente ironia dei testi di Daria Pratesi. Il costo della serata è di 25 euro, vino escluso (ma l’aperitivo con prosecco è compreso), info e prenotazioni: 3472536992 o 3467989311.

Questo il menù, non solo di piatti e portate, ma anche di musica e letture:

Silvia Palazzini accompagna con la musica e il canto l’inizio della serata.
Prima portata: pan fritto e bruss di benvenuto
Scelta del vino mentre Stefano Pezzini spiega che cos’è la cucina bianca: com’era e com’è oggi.
Seconda portata: antipasti
Letture: com’era e com’è (una lettura dal testo di cultura locale e un testo di Daria)
Terza portata: primi
Letture: com’era e com’è
Quarta portata: i formaggi
Letture: com’era e com’è
Quinta portata: i dolci
La serata si conclude con le canzoni di Silvia Palazzini.

Una serata che si preannuncia originale, all’insegna della cultura del cibo e delle tradizioni, conoscere il nostro passato, la nostra storia, per capire meglio chi siamo oggi e dove vogliamo andare.

“Liguria del gusto e quant’altro” è il titolo di questa rubrica curata da noi, Elisa (alla scrittura) e Stefano (alle ricerche), per raccontare i gusti, i sapori, le ricette e i protagonisti della storia enogastronomica della Liguria. Una rubrica come ce ne sono tante, si potrà obiettare. Vero, ma diversa perché cercheremo di proporre non solo personaggi, locali e ricette di moda ma anche le particolarità, le curiosità, quello che, insomma, nutre non solo il corpo ma anche la mente con frammenti di passato, di cultura materiale, di sapori che si tramandano da generazioni.
Pillole di gusto per palati ligustici, ogni lunedì e venerdì: clicca qui per leggere tutti gli articoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.