IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sup, WAS Savona: Paolo Nardini e Sara Oddera protagonisti nelle fredde acque del lago di Annecy foto

Piazzamento sul podio per lui, nella top ten per lei: ecco il racconto dei due protagonisti

Savona. Sabato 19 gennaio si è svolta la Gla Gla Race sul lago di Annecy, in Francia. Si trattava di una tappa del circuito francese dell’Alpine Lake Tour, nonché tappa del tour mondiale The Paddle League.

Un grandissimo evento, con ben 650 partecipanti. Spettacolari le condizioni in cui hanno gareggiato gli atleti: un lago meraviglioso, acqua limpida e montagne riflesse, la neve intorno, temperatura dell’aria in partenza -2°C, temperatura dell’acqua 6°C.

I portacolori della Wind And Sea Savona si sono distinti con un podio per Paolo Nardini e un doppio piazzamento nella top ten per Sara Oddera.

Nel dettaglio, Paolo Nardini si è classificato terzo nella categoria Sup 12.6’ maschile Short Distance (7 chilometri); Sara Oddera è giunta decima nella categoria sup 14’ femminile Long Distance (14,5 chilometri) e sesta nella categoria sup 14’ femminile Technical Race (24 giri di boa e tre passaggi di corsa sulla spiaggia con la tavola sotto braccio).

“È stata una gara meravigliosa – dichiara Paolo -, organizzata con cura e nei minimi dettagli, 650 persone a pagaiare sulle acque del lago di Annecy, acque splendide e trasparenti. Si parte forte come sempre: un’orda di pagaiatori si avvicinano alla prima boa, unico imperativo è non cadere e continuare a pagaiare forte. Poi la solitudine, le scie, il passo, la boa finale ed il traguardo. Soddisfatto della gara, scoprirò soltanto dopo di essere arrivato terzo nella short distance 6 chilometri categoria 12.6 rigidi!“.

È stata una grande soddisfazione salire sul terzo gradino del podio in una competizione internazionale che fa parte del circuito Paddle League – prosegue Nardini -. Un rigoroso appunto visto che in Italia funziona diversamente è che in Francia non esiste la categoria Pro e Amatori ma Short e Long Distance dove vengono premiate le stesse categorie, ossia 14 rigidi e gonfiabili e 12.6 rigidi e gonfiabili. Questa distinzione permette agli atleti di cimentarsi sulla distanza a loro più congeniale”.

Questa volta – ammette Sara è stata veramente un’impresa per me! Sempre accompagnata dal mio fedele compagno di vita e di sport Paolo, da tempo guardavamo con interesse alla Gla Gla Race sul lago di Annecy. La gara, oltre a far parte del circuito francese dei laghi alpini a cui noi spesso partecipiamo, fa parte anche del circuito mondiale The Paddle League. Spinti dai buoni risultati ottenuti nel 2018 decidiamo di iscriverci. Più si avvicinava la data della gara e più temevo per il freddo. Ci si attrezza e si parte. Condizioni spettacolari, un lago da lasciarti a bocca aperta per quanto è meraviglioso, acqua limpida e montagne riflesse, la neve intorno. Arriva il race day e mi trovo sul lago tra 650 pagaiatori come me infreddoliti ma emozionati: la passione è la vera forza trainante! Tre suoni e si parte, emozione unica, l’unico input a questo punto è: pagaia e non cadere!“.

Percorro la lunga distanza tra i campioni del mondo, 14,5 chilometri a respirare aria gelida e a pagaiare forte per terminare in undicesima posizione assoluta femminile, decima in categoria 14’. Va benissimo per me, top 10 conquistata! Ma non è ancora finita, al pomeriggio c’è la Technical Race, tre giri con otto boe ciascuno e tre passaggi di corsa sulla spiaggia. Devo recuperare le forze, mangio, mi cambio e sono pronta per la seconda gara. Tre suoni e si parte ancora carichi di adrenalina, dopo poco danno la falsa partenza; stanca ritorno sulla linea di partenza e cerco di raccogliere tutte le forze che mi restano. Si riparte ed anche stavolta mi diverto ancora a pagaiare in mezzo a tanti paddlers che nei giri di boa non hanno pietà: molti cadono in acqua, molti ti scontrano, si va avanti. All’ultima boa dell’ultimo giro mi passa una donna… grr… ma fa parte del gioco. All’arrivo mi aspettano mia figlia Lara con Paolo. Tiro fino all’ultimo e chiudo in sesta posizione felice per la mia fantastica esperienza! Ma il meglio deve ancora venire: escono le classifiche e scopro che Paolo è arrivato terzo nella Short Distance categoria 12.6. Nardini sul podio non ha prezzo! Bravissimo. Complimenti a tutti i paddlers italiani che erano con me – conclude Oddera – e complimenti a Benoit Mouren per l’organizzazione della Gla Gla Race!”.

WAS

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.