Spese pazze in Regione, la Corte dei Conti condanna dieci ex consiglieri del Pd - IVG.it
Sviluppi

Spese pazze in Regione, la Corte dei Conti condanna dieci ex consiglieri del Pd

Tra loro il segretario regionale del partito Vito Vattuone e Michele Boffa e Antonino Miceli

partito democratico

Regione. I giudici della Corte dei Conti della Liguria hanno condannato a risarcire quasi 50 mila euro 10 ex consiglieri regionali del Pd. Tra questi c’è il senatore e segretario regionale del partito Vito Vattuone. Gli altri sono Michele Boffa, Lorenzo Basso, Ubaldo Benvenuti, Franco Bonello, Ezio Chiesa, Luigi Cola, Antonino Miceli, Mirella Mosca, Moreno Veschi.

I fatti contestati riguardano i rendiconti dei primi 5 mesi del 2010. La procura contabile contestava spese che non sarebbero state adeguatamente giustificate o considerate non inerenti all’attività politica, come generi alimentari, rimborsi per utenze telefoniche, viaggi, acquisto di cellulari, pernottamenti, ristoranti.

Il rendiconto del 2010 del gruppo Pd, sarebbe stato approvato dal capogruppo Boffa e dagli altri “senza il necessario controllo”. I giudici hanno condannato gli ex consiglieri a risarcire il danno con importi diversi, il risarcimento maggiore, oltre 12 mila euro, è stato chiesto a Bonello.

leggi anche
Alice Salvatore
Passo indietro
Spese pazze, Salvatore (M5S): “Il segretario regionale del Pd si deve dimettere”
Sedi istituzionali e palazzi del governo
Accolte
“Spese pazze” in Regione, condannati 19 ex consiglieri: 19 mesi per Boffa, 17 per Miceli e 18 per Orsi
Franco Orsi
Amareggiato
“Spese pazze” in Regione, Orsi condannato: “Sono innocente, presenterò appello e confido in una assoluzione”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.