IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, topo d’appartamento “rumoroso” arrestato dai carabinieri

Allertati da un condomino, i militari hanno individuato e fermato l’uomo mentre tentava di darsi alla fuga

Savona. E’ un albanese pregiudicato di 30 anni, Besart Boshshnjaku, in Italia senza fissa dimora, il “topo d’appartamento” arrestato questa notte dai carabinieri di Savona mentre tentava di darsi alla fuga dopo aver svaligiato un alloggio.

La notte scorsa l’albanese si è intrufolato in una casa di via Chiodo. Per farlo, lo straniero ha infranto il vetro di una finestra. Il forte rumore, tuttavia, ha svegliato un condomino, che ha subito allertato i carabinieri.

I militari del nucleo operativo radiomobile, immediatamente intervenuti, hanno individuato e fermato l’uomo mentre tentava di darsi alla fuga. Addosso, i militari gli hanno trovato gli arnesi da scasso e la refurtiva. A questo punto intorno ai suoi polsi sono scattate le manette.

Il “bottino” è stato restituito al legittimo proprietario. Il 30enne dopo una notte nella camera di sicurezza della caserma di Savona, questa mattina, è stato processato per direttissima previsto in tribunale a Savona.

Besart Boshshnjaku, che era assistito dall’avvocato Vito Anobile, ha patteggiato due anni di reclusione e 600 euro di multa (senza sospensione condizionale). Il giudice ha disposto per l’imputato, che in aula ha ammesso le proprie responsabilità ed ha chiesto scusa, la detenzione in carcere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.